Come dimagrire con le fibre

Le fibre sono indispensabili per mantenere un buono stato di salute: grazie all'apporto di fibra quotidiano, infatti, si possono regolarizzare colesterolo, pressione arteriosa e glicemia. Ma mangiare alimenti ricchi di fibre è importante anche quando si desidera perdere peso, combattendo i chili accumulati nella stagione fredda (solitamente il periodo a rischio "sedentarietà") e contrastando ritenzione idrica e cellulite.

Introdurre fibra fa sì che vengano smaltite più rapidamente scorie e tossine, facilitando la "distruzione" degli accumuli di adipe e degli edemi cellulitici.

Condizione necessaria perché ciò avvenga, però, è accompagnare un aumentato consumo di fibre con un adeguato quantitativo di liquidi (acqua, tè verde, tisane, succhi senza zucchero, smoothies).

Dimagrire con le fibre

Per perdere peso e tornare in forma, scopri come introdurre le fibre nella dieta ogni giorno

Inizia dalla colazione

Avena e muesli per cominciare col piede giusto

Introdurre le fibre nella dieta di ogni giorno non è un'operazione complessa, anzi. Uno dei momenti clou, da sfruttare per cambiare le proprie abitudini alimentari, è quello della prima colazione.

Pasto fondamentale, forse il più importante della giornata, la colazione richiede alimenti energetici ma digeribili ed è il momento ideale per introdurre fibra in quantità dando subito lo sprint giusto a intestino e metabolismo. Un'idea vincente è quella di puntare sui cereali integrali, preferendo avena (per i betaglucani anti-colesterolo) e varietà di muesli con cereali misti integrali e frutta secca.

In abbinamento, si può scegliere un latte vegetale che non appesantisca la digestione oppure uno yogurt magro (benefico anch'esso sulla salute dell'intestino). Caffè o tè sono sempre consigliati, per svegliare mente e metabolismo, ma necessario è anche l'apporto vitaminico e minerale della frutta fresca.

Quindi, se si desidera aggiungere ulteriore fibra, l'ideale è gustarsi anche una bella coppa di lamponi o un'arancia (non spremuta, ma consumata intera con la "pellicina" bianca).

Spuntino? Frutta con la buccia

Ricaricati di energia e salute

I nutrizionisti sono concordi e lo ripetono da tempo: per restare in forma e dimagrire, è necessario tenere attivo il metabolismo tutto il giorno e consumare 5 pasti.

Oltre a colazione, pranzo e cena sono quindi necessari anche due spuntini (uno a metà mattina e uno a metà pomeriggio). Per la scelta degli snack salutari, conviene puntare sui cibi ricchi di fibre.

Dunque, sì a barrette di cereali integrali ma, soprattutto, a un buon frutto mangiato rigorosamente con la buccia. Proprio nella buccia, infatti, è contenuta la fibra vegetale utile a far funzionare bene l'intestino, a sgonfiare la pancia, purificare la pelle e abbassare la glicemia. Quindi, via libera a mele e pere ma anche ai golosissimi lamponi.

Prima del pasto, un'insalata mista

Per assorbire meno zuccheri, verdure crude come antipasto

Un apporto quotidiano di carboidrati complessi (zuccheri a lento rilascio di energia) è fondamentale in una dieta equilibrata e anche per perdere peso. Meglio prediligere, in questo caso, pasta e riso integrali e farli precedere da una porzione abbondante (almeno equivalente, misurando a "piatto") di verdure crude.

L'ideale è, dunque, consumare un'insalata mista e molto "colorata" prima del pasto. Più è cromaticamente varia, più si introducono (oltre alle fibre) anche tutti i minerali e le vitamine di cui il nostro organismo ha bisogno per restare in forma.

La fibra contenuta nelle verdure, invece, fa in modo che si assorbano meno i grassi delle pietanze e previene impennate di glicemia dovute all'eventuale introduzione di zuccheri.

Zuppe per non sbagliare

Fibre e minerali, senza rischi per la linea

La stagione fredda aiuta: infatti, le scelte ideali quando si ha bisogno di energia e si deve perdere peso, sono la classica zuppa o il minestrone. Inoltre, la zuppa permette di cimentarsi con la fantasia cambiando varietà di cereali, verdure e legumi.

Per fare il pieno di fibre, tenendo sotto controllo glicemia e colesterolo, si può puntare su: avena in chicchi, orzo, bulgur, lenticchie, fagioli borlotti, carciofi e cicoria.

Come condimento è bene scegliere solo un filo di olio EVO, pochissimo sale e tante erbe aromatiche. Da non dimenticare, quando si desidera perdere peso, le spezie: zenzero, peperoncino e curcuma sono antinfiammatori potenti e aiutano a bruciare più velocemente calorie e grassi.

Salse di legumi al posto della maionese

Hummus per salute e linea

Tra gli alimenti più ricchi di fibre, troviamo i legumi. Quindi, per favorire il dimagrimento, è importante aumentare il consumo di legumi e sostituirlo a quello di grassi animali come carne rossa e formaggi stagionati.

Inoltre, i legumi aiutano a mantenere sotto controllo colesterolo e glicemia, coadiuvando la prevenzione delle patologie di tipo cardiovascolare. Un modo alternativo per introdurre i legumi nella dieta è quello di realizzare gustose salse da spalmare sul pane (meglio se integrale) o sulle gallette di mais, riso e cereali (fibre ideali per chi è intollerante al lievito).

Una di queste salse, perfetta come alternativa alla maionese, è l'hummus. Di tipologie di hummus ne esistono davvero moltissime: è sufficiente, infatti, armarsi di frullatore, legumi e verdure per realizzare sfiziose salse proteiche e ricchissime di fibre. Il classico hummus è a base di ceci e salsa tahina (pasta di sesamo) ma sono ottimi, per fare il pieno di fibre, anche gli hummus di piselli e carciofi.

Pinzimonio per l'aperitivo

Happy hour con fibre

Come mantenere la linea tra aperitivi con le amiche e appuntamenti romantici di fronte a un calice di vino? Le fibre della verdura possono aiutare. Quindi, sì al calice di vino e al pezzettino di formaggio ma sempre accompagnati da un ricco buffet di verdure crude.

Il pinzimonio, in questi casi, è una vera e propria ancora di salvezza perché permette di gustare un buon accompagnamento all'aperitivo senza ripercussioni sulla linea. Le fibre contenute nella verdure, infatti, vanno a diminuire l'impatto di alcol e grassi sull'organismo.

Inoltre, la verdura cruda costringe a una masticazione più lenta facilitando la digestione e il dimagrimento, oltre a diminuire il senso di fame.

Fibre anti-ansia

Lo stress fa ingrassare? Mangia le mandorle!

Che l'ansia e un livello elevato di stress portino ad accumulare chili di troppo è ormai assodato. Infatti, oltre a un'aumentata produzione di cortisolo (ormone dello stress che fa mettere su pancia e fianchi), la tensione emotiva conduce ai famigerati attacchi di fame compulsiva.

E questi momenti fuori controllo trovano il loro sfogo, quasi sempre, nel junk food (patatine, caramelle gommose, snack al cioccolato...). D'altra parte però, è molto difficile non cedere a uno spuntino quando si è sotto stress. Anzi, spezzare con uno snack può essere la soluzione ideale per aiutare la dieta.

Cosa mangiare? Cibi ricchi di fibre e poveri di zuccheri. La frutta secca è l'ideale: in particolar modo, per le fibre, sono da privilegiare le mandorle e le nocciole non sbucciate (solo sgusciate). Magnesio, vitamine del gruppo B e acidi grassi essenziali (Omega 3) contribuiranno a ridurre il livello di ansia e a favorire un dimagrante relax.

Riproduzione riservata