6 oli contro tosse e raffreddori

oli contro malanni invernali Credits: Corbis
01/04
Foto

Li usiamo per profumare gli ambienti e creare atmosfere gradevoli. Ma gli oli essenziali sono anche degli alleati contro malesseri e disturbi. «Per due ragioni» dice Marina Tadiello, autrice con Patrizia Garzena di Aromi, profumi e balsami naturali (Edra edizioni). «La maggior parte delle essenze contiene sostanze antibatteriche e antifungine, che ci aiutano a costruire una barriera contro i microrganismi e le malattie da raffreddamento». Inoltre, riportano in casa i profumi dell’estate, che agiscono positivamente sull’umore. E l’allegria ci rende più forti.

«Gli aromi naturali agiscono sul nostro organismo a due livelli diversi» chiarisce Marco Valussi, fitoterapeuta. «Da una parte provocano una reazione biologica, ed è il caso, per esempio, degli oli cosiddetti stimolanti o di quelli balsamici. Dall’altra risvegliano la nostra parte emotiva attraverso l’olfatto». Se sei curiosa, la nostra esperta ci ha suggerito qualche ricetta. Con un’unica avvertenza: «Perché siano efficaci, le dosi vanno misurate con attenzione».

Con il loro profumo le essenze naturali trasformano il bagno in un momento di relax. Ma non solo. Sono la terapia più piacevole per guarire dai disturbi dell’inverno

● Prima di immergerti, non dimenticare di agitare l’acqua per emulsionare gli oli, che altrimenti galleggiano.

● Fai molta attenzione ai dosaggi: se superi la quantità prescritta, le essenze naturali possono provocare intossicazioni, proprio come i farmaci.

<p><b>DOVE COMPRARE GLI OLI </b> Acquistali solo in farmacia o in erboristeria e controlla che sulla confezione ci sia il nome del preparato, quello latino della pianta da cui deriva, il metodo di estrazione e la provenienza.</p><p><b>COME CONSERVARE LE MISCELE </b> Scegli boccette di vetro o metallo a chiusura ermetica meglio se fatte bollire o sterilizzate nel microonde; tienile in un luogo fresco, lontano dalla luce.</p>

DOVE COMPRARE GLI OLI Acquistali solo in farmacia o in erboristeria e controlla che sulla confezione ci sia il nome del preparato, quello latino della pianta da cui deriva, il metodo di estrazione e la provenienza.

COME CONSERVARE LE MISCELE Scegli boccette di vetro o metallo a chiusura ermetica meglio se fatte bollire o sterilizzate nel microonde; tienile in un luogo fresco, lontano dalla luce.

Riproduzione riservata