Olio di canapa

OLIO DI CANAPA PER RESTARE GIOVANI

COSA CONTIENE Si ottiene dalla spremitura a freddo dei semi della cannabis sativa e ha un sapore simile a quello delle nocciole. «È costituito per più dell’80% da acidi grassi polinsaturi, tra cui l’acido linoleico (è un omega 6) e quello alfa-linolenico (omega 3)» spiega Chiara Manzi, nutrizionista e presidente dell’Accademia europea di culinary nutrition. È ricco di vitamina E: un cucchiaio ne contiene 9 mg a fronte di un fabbisogno giornaliero di 10 mg.

PERCHÉ FA BENE Grazie alla proporzione perfettamente bilanciata tra omega 6 e omega 3, è indicato se soffri di colesterolo alto. Per il suo alto contenuto di vitamina E è un potente antiossidante utile contro lo stress e l’invecchiamento.

USALO COSÌ Il gusto alla nocciola lo rende ideale come sostituto del burro in dolci, torte e biscotti. Perfetto anche per condire a freddo pesce, insalate, pane e minestre.

Ci sono condimenti che hanno gusti e proprietà particolari. E che puoi alternare al classico extravergine d’oliva. Cercali al supermercato

Ti fanno fare il pieno di vitamine, sali minerali e preziosi antiossidanti proteggendo cuore, arterie e cervello. Sono gli oli vegetali da alternare al classico extravergine d’oliva. Ne esistono tanti: di canapa, cocco, avocado o riso... Li trovi non solo nei negozi di prodotti naturali ma anche nei supermercati. Quelli migliori sono bio, ricavati dalla spremitura a freddo dei
semi delle piante, di cui mantengono inalterate le proprietà. Scopri quali sono i più adatti alle tue esigenze e come usarli in cucina. Ti aiuteranno a ritrovare regolarità intestinale, benessere e vitalità.

Olio di noci

OLIO DI NOCI PER IL CUORE

COSA CONTIENE È costituito dal 63% di acidi polinsaturi, da quasi il 23% di monoinsaturi. È ricco di Vitamina K.

PERCHÉ FA BENE «Ottima fonte di omega 3 e 6, è prezioso per la salute di cuore, arterie e cellule nervose. La Vitamina K, importantissima nel processo di coagulazione del sangue, lo rende adatto a chi soffre di piccole emorragie, come l’epistassi o il ciclo abbondante» spiega la nutrizionista.

USALO COSÌ Non è adatto come olio per cuocere perché l’alto contenuto di acidi grassi polinsaturi lo rende particolarmente sensibile all’ossidazione. Grazie al suo sapore delicato è perfetto per condire insalate, pasta, legumi, verdure, carni e pesce.

Olio di avocado

OLIO DI AVOCADO PER RITROVARE ENERGIA

COSA CONTIENE È molto simile all’olio di oliva. «Entrambi gli oli sono infatti costituiti da circa il 70% di acidi grassi monoinsaturi. Purtroppo, però, non ci sono più tutte le vitamine e i minerali di cui è ricco il frutto fresco e che probabilmente si perdono durante il processo di estrazione» spiega la nutrizionista.

PERCHÉ FA BENE. «Grazie alla ricchezza di acidi grassi mono e polinsaturi, ti aiuta ad abbassare il colesterolo nel sangue. Inoltre, è energetico e rivitalizzante» aggiunge l’esperta.

USALO COSÌ Essendo ricco di acido oleico, sopporta bene il calore per cui puoi usarlo anche in cottura nei sughi e negli stufati.

Olio di lino

OLIO DI LINO PER LA MEMORIA

COSA CONTIENE Si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta del lino e ha un sapore di noce, ma leggermente amarognolo. «Tra tutti gli oli vegetali è quello a più alto contenuto di acido alfa-linolenico, (è un omega 3). Ed è anche molto ricco di vitamina E.

PERCHÉ FA BENE «Gli omega 3 riescono a pulire il sangue dai trigliceridi, prevenendo l’eccessiva aggregazione delle piastrine e quindi la possibilità di trombi. Inoltre, questo prezioso acido grasso essenziale rende le membrane delle cellule nervose più fluide con una serie di benefici su memoria e concentrazione».

USALO COSÌ È perfetto come sostituto del pesce, la fonte principale di omega 3. «La dose consigliata è di circa un cucchiaino al giorno ma usalo solo crudo perché è molto sensibile al calore e si irrancidisce facilmente perdendo tutte le sue proprietà. Non è adatto né per la preparazione dei dolci da forno né per la cottura». Tienilo in frigorifero ben chiuso al riparo da luce e ossigeno.

Olio di cocco

OLIO DI COCCO PER IL CICLO

COSA CONTIENE «A differenza degli altri oli vegetali, quello di cocco ha una scarsa qualità nutrizionale. In più, contiene oltre l’82% di grassi saturi, quelli direttamente legati all’aumento di colesterolo nel sangue e quindi al rischio di malattie cardiovascolari» avverte la nutrizionista.

PERCHÉ FA BENE Se si limita l’uso a 10 grammi al giorno, se ne prendono solo i vantaggi. Che ci sono. L’olio di cocco è ricco di vitamina K, che aiuta la coagulazione del sangue, quindi può andar bene in caso di mestruazioni abbondanti. Inoltre, è facilmente digeribile e, secondo alcuni studi, velocizza il metabolismo.

USALO COSÌ «La sua consistenza normale a temperatura ambiente non è liquida ma solida, simile al burro perciò è l’ideale nei dolci ai quali aggiunge un delicato profumo di cocco» spiega la nutrizionista. È adatto anche alla preparazione di condimenti per i tuoi piatti a basedi legumi, cereali, carne e verdure.

Olio di riso

OLIO DI RISO PER MIGLIORARE L’UMORE

COSA CONTIENE «Ha una buona dose di grassi mono e polinsaturi ed è anche ricco di gamma orizanolo, una sostanza che appartiene alla famiglia dei fitosteroli» spiega Manzi.

PERCHÉ FA BENE Aiuta l’apparato cardiovascolare, ha un effetto antinfiammatorio, mantiene elastica la pelle e protegge dai raggi solari. Il contenuto di fitosteroli, grassi di origine vegetale che innalzano il livello di endorfine lo rende ideale anche per migliorare l’umore.

USALO COSÌ Essendo insapore, è perfetto usato a crudo su pesce e verdure ocome sostituto del burro nella preparazione di dolci e besciamella. Esalta il sapore di risotti e insalate di riso.

Riproduzione riservata