lo zucchero causa stanchezza improvvisa

Ti causa una stanchezza improvvisa

Secondo una ricerca dell’Università di Manchester, alti livelli di glucosio possono provocare sonnolenza perché fanno calare la produzione di orexina, la proteina che aiuta a mantenere vigile la mente.

Fai così

Evita la trappola dei dolcetti da scrivania. Oltre ad agire sull’orexina, ti provocano, dopo la botta d’energia, un calo glicemico che ti spinge a consumarne ancora. Meglio uno spuntino con yogurt greco 0,1% (100 calorie all’etto): ti dà 7 g di zuccheri e ben 17 g di proteine. Un mix perfetto per saziarti, senza appesantirti e rischiare l’effetto down.

4 ragioni per evitare lo zucchero

Non è solo una questione di linea: se superi 4 cucchiai al giorno (pari a 60 g) rischi di perdere colpi e guadagnare qualche ruga. Ecco le contromisure

Scopriamo perchè, fra tutti gli alimenti da assumere in quantità limitate, lo zucchero è l'unico che si dovrebbe ridurre drasticamente

Lo zucchero è nascosto anche in cibi insospettabili come  il ketchup, la salsa di pomodoro (4 cucchiaini circa per etto), le  cipolline in agrodolce (2 cucchiaini) e l’aceto balsamico (3 cucchiaini  per 100 g).

Lo zucchero ruba vitamine preziose

Per essere assimilato, lo zucchero richiede un consumo extra di vitamine del gruppo B (quanto più ne assumi, tanto maggiore è il tuo fabbisogno) in particolare di B1, fondamentale per la pelle, il tono muscolare, la bellezza dei capelli e il funzionamento del sistema nervoso.

Fai così

Cerca di ridurre lo zucchero che metti nel caffè, taglia i dolci e i soft drink. Se non ci riesci, cerca di fornire al tuo organismo una buona quota di vitamine B1. Te l’assicuri con i cereali integrali e le verdure a foglia verde. Puoi anche prendere un integratore a base di vitamine del complesso B. Non rischi sovradosaggi: essendo idrosolubili, l’eccesso viene eliminato dall’organismo.

Lo zucchero invecchia la pelle

Colpa della glicazione, una reazione chimica che induce gli zuccheri del sangue a legarsi alle proteine, formando sostanze indesiderate chiamate Age (Advanced glycosylated end products). «Queste alla lunga formano dei “ponti” fra le fibre di collagene e l’elastina. Risultato? Il derma, che è il tessuto di sostegno, diventa più fragile, la pelle perde tono e compaiono le rughe» spiega Pierpaolo Rovatti, chirurgo plastico a Verona.

Fai così

Scegli frutta poco dolce, ma ricca di antiossidanti come mirtilli, lamponi, more, ribes, agrumi e kiwi. E, quando puoi, porta in tavola spezie ed erbe aromatiche: curcuma, origano, cannella, chiodi di garofano, rosmarino, timo e zenzero, contrastano il legame zuccheri-proteine.

Lo zucchero ti fa venire il mal di testa

Succede se consumi spesso dolci ed è legato a un effetto “montagne russe” del metabolismo degli zuccheri. Il glucosio nel sangue arriva rapidamente a un picco che, altrettanto repentinamente, crolla. Tra le conseguenze, può verificarsi una dilatazione dei vasi sanguigni, che favorisce la cefalea.

Fai così  

Per dolcificare le bevande calde usa il succo d’agave che viene assorbito più lentamente dall’organismo rispetto allo zucchero bianco, al miele e al fruttosio. E, se possibile, scegli dolci con cereali integrali ricchi di fibre che modulano il passaggio degli zuccheri nel sangue.

Riproduzione riservata