Schwazer, Quelli che camminano

Schwazer, Quelli che camminano

Nel libro "Quelli che camminano", Alex Schwazer, campione olimpico italiano dei 50 km di marcia, ci offre tanti consigli pratici su un'attività tanto naturale quanto benefica: camminare. In uscita a Settembre 2011 presso Mondadori.

Camminare secondo Schwazer

"Quelli che camminano" è un libro di agevole lettura in cui Alex Schwazer, campione olimpico italiano dei 50 km di marcia, ci offre consigli pratici su come camminare. L'obiettivo è quello di rendere quest'attività naturale il più proficua possibile, dal punto di vista della salute. Senza trascurare il lato divertente della marcia.

In uscita a Settembre 2011 presso Mondadori.

Puoi acquistare il libro online su Bol.it

Natura e sport, il connubio migliore

"Camminare sempre e in qualsiasi ambiente" - suggerisce Alex Schwazer in "Quelli che camminano", che passo dopo passo offre consigli per migliore il benessere quotidiano.

Camminare è un gesto spontaneo e naturale, anzi il più naturale che ci sia per l’uomo, è l’attività meno costosa, più semplice, ecologica e attenta all’ambiente
che ci circonda.

Per chi vuole abbandonare una vita sedentaria, prima di iniziare a correre, è meglio camminare, soprattutto quando si è in sovrappeso, perché fare un’attività
sportiva può comportare effetti traumatici agli arti inferiori, in particolare alle ginocchia. Dopo anni di inattività, ripartire spingendo al massimo è controproducente.

Puoi acquistare il libro online su Bol.it

camminare

In Italia ci sono milioni di persone che camminano. "Quelli che camminano" è un libro motivazionale in cui il campione olimpico italiano dei 50 km di marcia racconta come un’attività banale e quotidiana quale il camminare può trasformarsi in una efficace attività di benessere, modificando in meglio la qualità della vita. Oltre all’aspetto motivazionale, il libro è un manuale che affronta tutti i temi pratici connessi all’attività fisica (dalla scelta delle scarpe all’alimentazione).
Contiene anche un inserto fotografico che illustra una serie di esercizi utili.
Alex Schwazer è nato a Vipiteno il 26 dicembre 1984. Ha già vinto un oro olimpico, due bronzi mondiali e un argento europeo.

Puoi acquistare il libro online su Bol.it

Nordic walking

Originario della Finlandia, il nordic walking impegna sia gli arti inferiori, sia quelli superiori, coinvolgendo direttamente mani e braccia. Quando si pratica walking in gruppo, si tende a parlare e quindi a gesticolare, abbassando inconsapevolmente le braccia. Nel nordic questo non succede perché con i bastoncini si è costretti a usare mani e braccia. L’esercizio così diventa più completo.

Questo e molto altro su "Quelli che camminano"
Puoi acquistare il libro online su Bol.it

Per iniziare

"La tabella per iniziare" è un suggerimento pratico di "Quelli che camminano". Si tratta di un vero e proprio "formulario" in cui son segnati ritmi e tabelle di marcia per iniziare.

Bisogna avere la convinzione che per stare bene bisogna andare piano, che si consuma meno quando si va forte, e che comunque, più che alle calorie, è meglio pensare ai benefici che si ottengono camminando.
Dimagrire è un vantaggio, ma la vera convenienza è che il cuore è più allenato, arriva più sangue ai muscoli, si recupera prima, si dorme meglio, ci si ammala
di meno. Questo è importante per chi cammina, non tanto il consumo di calorie.
Puoi acquistare il libro online su Bol.it

Camminare libera la mente

Non solo il cuore, anche la mente trae beneficio dalla camminata quotidiana perché, camminando, il corpo produce le famose endorfine, che procurano una sensazione di euforia, e si ha voglia di ripeterla sempre più spesso e più a lungo. La felicità allontana lo stress, l’ansia, la preoccupazione. La mente ritorna serena.
Presente e futuro appaiono meno oscuri. Ragioniamo meglio, focalizziamo i problemi, spesso risolviamo le questioni più intricate. E alla sera dormiamo bene, riposiamo meglio.

Foto tratta da "Quelli che camminano", di Alex Schwazer
Puoi acquistare il libro su Bol.it

Camminare con il cane

Più che andare in palestra, camminare con il cane è un regalo all’amico a 4 zampe e a se stessi.
Se si accompagna il cane, l’andatura è di circa 4 km/h, perfetta per bruciare i grassi.
Gli amici degli amici ricordano, però, che una passeggiatacon il cane deve essere accompagnata da alcune regole, il cui rispetto è importante: gli orari di uscita devono essere sempre gli stessi; il cane va tenuto al guinzaglio, meglio se corto.

Foto tratta da "Quelli che camminano" di Alex Schwazer

Puoi acquistare il libro online su Bol.it

Power walking

Nasce negli Stati Uniti, sulle spiagge della California; è il sogno di molti, camminare su una distesa di sabbia, davanti al mare, respirando lo iodio, scaldandosi
ai raggi del sole. In breve tempo la disciplina ha conquistato l’interesse femminile.
Il power walking è una camminata che mira al potenziamento del fisico, soprattutto glutei e cosce, favorito sia dall’utilizzo di pesi applicati a polsi e caviglie
sia dell’attività sulla sabbia.
Foto tratta da "Quelli che camminano" di Alex Schwazer

Puoi acquistare il libro online su Bol.it

In palestra come a casa

In palestra è possibile camminare sul tapis roulant.
C’è chi ha spazio a disposizione e poco tempo per frequentare una palestra o camminare all’aria aperta, così sceglie di acquistare un tapis roulant da installare
in casa. Il costo è compensato dal vantaggio di allenare quotidianamente gambe, polpacci e glutei, con il conseguente miglioramento cardiovascolare. Inoltre,
la maggior parte dei tapis roulant dispone di un particolare sistema di chiusura che permette di ridurre di oltre un metro l’ingombro del tappeto, quando è a riposo.
Foto tratta da "Quelli che camminano" di Alex Schwazer
Puoi acquistare il libro online su Bol.it

Dimagrire camminando

La regola più semplice per dimagrire è dare importanza all’attività fisica. Più ci si muove, più aumenta il consumo calorico e si perde peso, a patto di seguire
anche una dieta appropriata. Potreste cominciare parcheggiando l’automobile lontano dal luogo di lavoro o da casa o scendendo dall’autobus almeno una fermata prima o facendo le scale a piedi.
Evitate di essere ossessionati dalla perdita di peso: se state a misurare sempre la distanza e a controllare il cronometro, le camminate possono diventare monotone, noiose, ansiogene. Invece godetevi l’ambiente e, se possibile, cambiate spesso percorso. La mente non si stancherà e anche a tavola non vi lascerete andare.
Foto tratta da "Quelli che camminano" di Alex Schwazer


Puoi acquistare il libro online su Bol.it

Passo dopo Passo

Il contapassi è un misuratore di passi. Una volta impostato, assegnando una lunghezza al nostro passo medio, la nostra età, il sesso, l’altezza e il peso, un meccanismo accerta il numero dei passi eseguiti, e calcola di conseguenza la distanza percorsa, il tempo impiegato e le calorie consumate.

Foto tratta da "Quelli che camminano" di Alex Schwazer

Puoi acquistare il libro online su Bol.it

Riproduzione riservata