Tè: quale scegliere per la tua salute e la tua bellezza

Bianco, nero, rosso e verde: ad ogni colore di tè le sue proprietà

  • 12 02 2014

Il tè non è una semplice bevanda ma è anche una vera e propria medicina naturale. Infatti, proprietà uniche e riconosciute ne fanno un elisir di giovinezza e lunga vita

Tè: quale scegliere per la salute e la bellezza

Davanti a un invito per il, si pregustano dolcetti, chiacchiere e relax con le amiche. Ma il tè è molto di più. Le sue proprietà, infatti, sono universalmente riconosciute da tempo immemore e mai come ora sono osannate anche dalla comunità scientifica come uniche e preziose.

Le tipologie di tè sono numerose, così come i metodi di preparazione mutano a seconda delle differenti tradizioni, delle abitudini e delle preferenze soggettive.

Un punto in comune tra tutte le varietà di tè, però, esiste ed è: benessere. Ogni tipo di tè, infatti, è un’infusione di polifenoli, tannini, bioflavonoidi e catechine: sostanze antiossidanti, antibatteriche, antitumorali, bruciagrassi e stimolanti del metabolismo.

Tè: scopriamo alcune pregiate varietà che hanno proprietà curative

VEDI ANCHE

Tè: scopriamo alcune pregiate varietà che hanno proprietà curative

Tè nero

Si tratta della varietà di tè più classica, la prima con cui solitamente si fa conoscenza.

Ottimo per la prima colazione, il tè nero presenta una discreta quantità di teina ed è dunque attivo nel risvegliare la lucidità mentale al mattino e donare una buona dose di energia.

Contiene naturalmente anche caffeina, ma in quantità dimezzata rispetto a una tazza di caffè. E' un ottimo stimolante per cervello e corpo, riuscendo a non eccitare eccessivamente il sistema nervoso.

 Anche nella sua versione nera, il tè contiene una miniera di flavonoidi, antiossidanti che espletano sia una funzione anti-carie e disinfettante del cavo orale sia un’azione potente contro i radicali liberi.

Infine, si attribuiscono al tè nero la capacità di proteggere cuore e coronarie, grazie alla sua azione vasodilatatrice, e persino rilevanza nel prevenire malattie neurodegenerative come il Morbo di Alzheimer.

Tè verde

Verde, ecco il tè di cui si sente continuamente parlare e in merito a qualsiasi argomento. Effettivamente, le proprietà di questa varietà di tè sono talmente numerose da poter considerare il tè verde una vera e propria medicina naturale.

Consumato in gran quantità in Giappone e in Cina, il tè verde contiene meno caffeina rispetto alla varietà nera e al caffè.  Ma la sua più grande risorsa è nell’altissimo contenuto di catechine, polifenoli e bioflavonidi. Queste sostanze antiossidanti agiscono da protettori contro batteri, virus e radicali liberi.

Tre tazze di tè verde al giorno, infatti, sono considerate dalla comunità scientifica una forma di prevenzione naturale contro carie, malattie degenerative e persino alcune tipologie di tumori.

Le catechine del tè verde hanno proprio un ruolo attivo nella prevenzione delle neoplasie che colpiscono bocca, stomaco, pelle, utero e ghiandole mammarie.  Inoltre, il tè verde è un aiuto contro l’obesità e l’accumulo di colesterolo cattivo nel sangue: le sue preziose foglie sciolgono i grassi in eccesso, favorendo una corretta risposta metabolica nonché una stimolazione del microcircolo.

Recenti ricerche ne hanno, inoltre, dimostrato la capacità di abbassare notevolmente la glicemia e di aiutare, quindi, anche chi soffre di diabete o è predisposto a sviluppare questa patologia.  

Portentoso anche contro cellulite e ritenzione idrica, il tè verde vanta proprietà diuretiche e detossinanti.

Infine, rende la pelle luminosa e favorisce persino il conseguimento di una magnifica abbronzatura (grazie ai suoi antiossidanti). 

Per assimilarne tutte le proprietà salutari, il tè verde va consumato nella quantità di almeno tre tazze al giorno, non zuccherato e senza latte. Quest’ultimo, infatti, diminuisce la potenza delle catechine. Benefici moltiplicati, invece, se viene aggiunto limone in succo o, meglio ancora, in scorza: la vitamina C, potenzia l’azione degli antiossidanti.

Tè rosso

Ancora poco conosciuto in Italia, il tè rosso (rooibos) è una varietà africana dalle qualità incredibili e benefiche anche per i bambini. Il colore del rooibos è una tonalità ambrata e il sapore è naturalmente dolce e gradevole, risulta dunque più semplice consumare il tè rosso senza zucchero, rispetto ad altre varietà di tè dal sapore più amaro e pungente.

I tannini, la teina e la caffeina contenuti nel tè rosso sono pressoché irrilevanti e, per questo motivo, il rooibos si definisce una tipologia di tè adattogena. Cosa significa? Vuol dire che il tè rosso si adatta alle diverse necessità dell’organismo ovvero se consumato al mattino dona energia ma sorseggiarlo alla sera non toglie il sonno, favorendo invece il relax.

Le sostanze benefiche del tè rosso sono soprattutto i minerali in esso contenuti: magnesio, fosforo, ferro, zinco e calcio sono presenti nel rooibos in quantità notevole. Grazie anche alla vitamina C, il tè rosso è uno stimolante del sistema immunitario, fortificando ossa e denti.

Infine, una tazza di tè rosso facilita la digestione e diminuisce la nausea in caso di dispepsia o affezione virale. Il rooibos si può consumare sia caldo sia freddo, con ghiaccio. In quest’ultima versione, diventa una bevanda perfetta in estate e per tutta la famiglia.  

Tè bianco

Varietà pregiata e apprezzata dagli estimatori, il tè bianco ha un gusto molto delicato e contiene poca teina. La quantità di catechine e antiossidanti è discreta, così come la quantità di fluoro presente. Anche questo tè è, quindi, protettivo del cavo orale e dei denti oltre a funzionare come anti-radicali liberi.

Considerato nel mondo un elisir di bellezza per la pelle e un antidoto alla rughe, il tè bianco va consumato tassativamente da solo e, preferibilmente, come break a metà mattina o a metà pomeriggio. Anche il tè bianco non andrebbe zuccherato né addizionato di latte.

potrebbe interessarti anche Alla scoperta del Tè Matcha: come si prepara e perché fa bene

Riproduzione riservata