il benessere infuso

Chi l’ha detto che le tisane, tipici rimedi della nonna, sono da mettere in soffitta, visto il proliferare di più comode compresse, gocce e così via? «In realtà queste preparazioni hanno vantaggi che nessuna formula moderna può vantare» dice Gabriele Peroni, farmacista ed erborista autore de Il libro delle tisane (Nuova Ipsa editore).

«I principi attivi, estratti dall’acqua calda, vengono assimilati più facilmente dall’organismo. È vero che sono meno concentrati di quelli delle pillole, ma in compenso sono presenti in quantità maggiore. Così svolgono un’azione dolce e completa. Senza dare effetti collaterali».

Una tisana profumata e calda, poi, ti dà il piacere incomparabile di un rito per il tuo benessere. Che volere di più?

Tisane alle erbe per un benessere naturale

Basta tenere fra le mani una tazza calda per sentirsi subito meglio. Se in più scegli le erbe giuste, la tisana si trasformerà in una vera medicina

Sai la differenza fra infuso, decotto o macerato? Consigli per preparare la tisana perfetta.

Anche il tè ci regala benefici naturali, scopri le diverse proprietà

Zenzero contro il raffreddore

«Questa radice piccante, ricca di gingerolo antinfiammatorio, è un toccasana per i disturbi da raffreddamento. Secondo la medicina cinese riscalda e fa circolare l’energia in tutto il corpo» spiega Iommelli.

«È utile soprattutto quando raffreddore e naso chiuso sono accompagnati da mal di testa e dolori alle articolazioni».

Fai così  In una tazza di acqua fredda metti a bollire tre o quattro fettine di zenzero fresco per una decina di minuti. Poi filtra e bevine tre tazze al giorno. Al posto della radice puoi usare la polvere, un pizzico per tazza.

Rosa canina per prevenire l'influenza

Con gli ultimi colpi di coda dell’inverno tornano infezioni virali e bronchiti. Mettiti subito al riparo con questa buonissima tisana, a base di bacche di rosa canina e karkadè.

«Sono entrambe piante con un alto contenuto di antiossidanti come flavonoidi e antocianine, in più la rosa canina è molto ricca di vitamina C. Tutte insieme queste sostanze potenziano le difese e agiscono come antinfiammatori naturali» dice Ottavio Iommelli, medico fitoterapeuta.

Fai così  In una tazza metti un cucchiaino di rosa canina e uno abbondante di fiori di karkadè. Copri di acqua bollente e lascia l’infuso a riposare per 5, 7 minuti. Filtra e, se vuoi, aggiungi un cucchiaino di miele e succo di limone. Bevine tre tazze al giorno.

La bardana disintossica e depura

Si avvicina la primavera e tu hai voglia di liberarti di tutte le tossine della stagione fredda, che ingrigiscono la pelle e intasano il fegato, rendendoti più nervosa.

«Le piante ideali» spiega Gabriele Peroni, farmacista ed erborista «sono quelle che agiscono in modo mirato sui vari organi responsabili della depurazione dell’organismo: come la pelle (bardana e betulla), il fegato (boldo e carciofo), le vie urinarie (equiseto e uva ursina)».

Fai così  Vai in erboristeria e fatti preparare un mix composto da queste sei piante (20 grammi ciascuna). Poi prendi un cucchiaino della miscela, mettilo in una tazza e copri con acqua bollente. Lascia in infusione per 10 minuti, filtra e bevine tre tazze al giorno dopo i pasti. Se puoi, non dolcificarla: amara è più efficace!

Betulla per combattere la cellulite

Con il suo tronco flessuoso è considerata la pianta della giovinezza, ideale per le cure drenanti e antiage di primavera.

«Le sostanze contenute nelle foglie (saponine e glucosidi flavonici) smuovono i depositi di liquidi e grassi, sgonfiano le gambe e ringiovaniscono le arterie» spiega Iommelli. «Per un effetto più profondo, alla betulla si possono aggiungere altre tre piante in parti uguali: tarassaco, fumaria e curcuma».

Fai così   Ordina la miscela in erboristeria poi mettine un cucchiaino nella tazza e riempi con acqua bollente. Lascia in infusione 10 minuti e bevine tre grandi tazze lontano dai pasti.

L'angelica allenta lo stress

La tensione ti “annoda” lo stomaco e non digerisci più niente? È un problema tipicamente femminile, ma c’è un insieme di piante che può darti una mano, combattendo anche nausea e malesseri.

«Si tratta di una tisana composta da angelica e melissa, due piante protagoniste dell’antica ricetta dell’acqua di melissa dei frati carmelitani, toccasana per tutti i disturbi della digestione. In più contiene lavanda, finocchio, tiglio e verbena odorosa, erbe con proprietà antispastiche e rilassanti» spiega Peroni.

Fai così  In erboristeria chiedi la miscela con le sei piante (25 grammi ciascuna), poi prepara l’infuso con un cucchiaino di erbe per tazza e acqua bollente. Filtra e bevilo ben caldo dopo i pasti a piccoli sorsi.

Il rosmarino regala buonumore e ti dà la carica

Hai fatto troppe influenze e sei uno straccio? Sei depressa e fai fatica a concentrarti? Ecco una tisana dall’effetto tiramisù assicurato.

«Alle proprietà tonificanti del rosmarino, ricco di antiossidanti, si aggiungono quelle rivitalizzanti di damiana e semi di cola, nonché dell’eleuterococco o ginseng siberiano, ottimo per recuperare energia e buonumore» dice Peroni.

Fai così  Della miscela, composta da 20 grammi ciascuna di queste quattro piante, metti in infusione un cucchiaino per tazza. Fai riposare 10 minuti, filtra e bevine tre tazze al giorno lontano dai pasti.

Meliloto per conciliare il sonno

Problemi ad addormentarti? Nessuna pianta può avere gli effetti immediati dei sonniferi, ma alcune conciliano il sonno, senza avere gli svantaggi di questi medicinali.
«Il meliloto, per esempio, un rimedio dell’antica tradizione erboristica, agisce grazie al suo contenuto di cumarine e bioflavonoidi» spiega Peroni. «È un leggero sedativo del sistema nervoso centrale e, in più, favorisce la digestione e allevia il mal di testa da stress».

Fai così  Prepara un infuso con un paio di cucchiai di meliloto in un litro d’acqua bollente, per 10 minuti. Filtra e prendilo anche a cucchiai durante il giorno, dopo i pasti per favorire il relax. La sera invece regalati una tisana calda dal gradevole profumo di miele, caratteristica che dà il nome alla pianta

Biancospino per calmare le tensioni

Se sei il tipo che reagisce allo stress con ansia e tachicardia il mondo delle erbe ti può aiutare.

«Del biancospino sono riconosciute scientificamente le proprietà di regolazione del ritmo cardiaco, dovute a sostanze come le procianidine» spiega Peroni. Per completare la sua azione sul sistema nervoso puoi aggiungere altre tre erbe rilassanti: melissa, passiflora e tiglio.

Fai così  In erboristeria fatti preparare il mix, poi metti un cucchiaino di tisana per tazza di acqua calda e lascia in infusione 10 minuti. Filtra e bevine tre tazze al giorno.

Riproduzione riservata