Bucato igienizzato: come disinfettare i vestiti in lavatrice

Credits: Shutterstock

Scopri 6 metodi naturali per igienizzare il bucato in lavatrice

Spesso lavare i capi in lavatrice non è sufficiente per avere i panni completamente sicuri e igienizzati, soprattutto se si tratta di biancheria per neonati.

È infatti importante aggiungere al detersivo tradizionale un additivo che abbia funzione battericida, che dia una mano a disinfettare completamente e ad igienizzare gli indumenti, in modo da mantenere il bucato anche fresco e pulito e per garantire la salute di tutta la famiglia.

Spesso l’utilizzo di prodotti chimici può provocare allergie e dermatiti e, non essendo biodegradabili, causare anche inquinamento.

Non sempre è possibile usare la candeggina, soprattutto se si ha a che fare con tessuti delicati o colorati ma esistono altri prodotti, anche naturali, che possono essere utilizzati per ottenere lo stesso risultato e ripulire così i capi da germi e batteri garantendone l’igiene.

Ecco 6 modi per disinfettare e igienizzare il bucato.

1. Percarbonato di sodio

Il percarbonato di sodio è un ottimo sbiancante, totalmente naturale che ha anche potenti proprietà igienizzanti. Si presenta sotto forma granulare e agisce grazie alla presenza dell’ossigeno ed è in grado di eliminare anche le macchie più ostili.

Attenzione però che non è proprio indicato per capi delicati in lana, seta o pelle. Non inquina, non contiene enzimi, tensioattivi, candeggianti ottici e nemmeno fosforo né allergeni.

A differenza della candeggina che si fissa alle fibre e, grazie ai raggi UV, riflette un colore bianchissimo senza però eliminare effettivamente la macchia, il percarbonato di sodio non ha controindicazioni e l’ossigeno attivo a contatto con l’acqua elimina le macchie senza limitarsi a coprirle.

Può essere utilizzato sia per lavare i capi a mano sia in lavatrice ed è sufficiente aggiungerne un cucchiaio al normale detersivo. È un ottimo disinfettante, antimicotico e antibatterico ed è in grado anche di donare nuova vita agli indumenti ingrigiti e ingialliti.

2. Tea tree oil

L’olio essenziale di Tea Tree ha note proprietà antibatteriche, cicatrizzanti, antimicotiche e anti-odore. È un estratto delle foglie dell’albero di Melaleuca ed è un’ottima soluzione per igienizzare e profumare il bucato, essendo un potente disinfettante naturale.

Basta aggiungere 4-5 gocce al detersivo. Per avere un disinfettante fai-da-te, si può mettere un cucchiaio di olio tea tree in una bottiglia da un litro di alcol bianco per liquore, lasciare riposare una settimana in una bottiglia scura per poi utilizzarlo nel lavaggio, aggiungendo 1 o 2 cucchiai per ogni 5 chili di bucato.

3. Aceto

L’aceto è un buon disinfettante, oltre che sgrassante e deodorante. Indicato per togliere le macchie, anche le più ostinate, e fissare i colori al primo lavaggio. Basta mettere i capi in ammollo in una bacinella contenente acqua calda e mezza tazza di aceto bianco. Dopo una notte sarà sufficiente lavarli come di consueto.

L’aceto usato in fase di risciacquo, è anche un ottimo anticalcare che fa durare più a lungo la lavatrice o, usato al posto dell’ammorbidente, evita che detersivo e calcare “induriscano” le fibre dei tessuti lasciandoli morbidi al tatto.

Aggiungere mezza tazza di aceto direttamente quando si fa un lavaggio, aumenta il potere pulente del detersivo stesso, rendendo i colori più intensi e brillanti. Rimuove anche gli aloni dei deodoranti dagli indumenti ed elimina i cattivi odori, soprattutto quelli di cucina e di sigaretta. Inoltre, se si aggiunge l’aceto al normale ciclo di lavaggio, sarà in grado di ripulire i capi dai peli di animali.

4. Limone

Il limone è un ottimo alleato per disinfettare e profumare il bucato. Basta aggiungerne qualche goccia al detersivo a mano o in lavatrice.

Se si hanno capi di lana morbidi e delicati, è sufficiente lasciarli in ammollo per un giorno in una soluzione di acqua e succo di limone (2 limoni per ogni litro di acqua). Per ravvivare la seta, invece, basta insaponarla, sciacquarla e lasciarla a bagno per qualche ora in acqua e succo di limone.

5. Estratto di semi di pompelmo

Questa sostanza è un ottimo disinfettante naturale ed è sufficiente versarne 5-10 gocce in 4 litri di acqua, lasciando il bucato in ammollo per 15-30 minuti e, al termine, risciacquarlo con acqua calda. Lavarlo poi in lavatrice come di consueto. È raccomandabile non lasciare il bucato in ammollo nell’estratto di semi di pompelmo per più di un’ora.

6. Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è molto economico ed è anche un ottimo germicida, antibatterico, oltre che igienizzante e anti-odorante. Uno o due cucchiai di bicarbonato possono essere aggiunti nell’acqua dell’ammollo del bucato o direttamente nel cestello della lavatrice. L’importante è non mescolare mai aceto e bicarbonato perché si inattiverebbero a vicenda.

Riproduzione riservata