Che differenza c’è tra https e http?

Credits: Shutterstock

Nell’era degli attacchi informatici, una “s” può fare la differenza. Il nostro esperto ci spiega perché

Nell’era degli attacchi informatici, una “s” può fare la differenza. Mi riferisco alla lettera finale di “https”, che appare davanti a molti indirizzi web, insieme al disegno di un lucchetto che si chiude. È il segnale che la connessione al sito che stiamo consultando è cifrata, quindi sicura, a differenza di quella con i siti contrassegnati solo con http.

Https è uno standard di crittografia che protegge l’utente, impedendo ai malintenzionati di accedere al router o al provider Internet e di intercettare le informazioni inviate a siti, compresi dati personali e credenziali di pagamento.

Google Chrome sarà il primo motore di ricerca a segnalare tutte le connessioni senza la “s” finale, a cominciare da dopo l’estate. È una mossa fondamentale perché tutti gli utenti, anche i meno esperti, abbiano la percezione immediata del rischio che stanno correndo.

Riproduzione riservata