Epidurale: vantaggi e rischi 

Epidurale sì o no? In cosa consiste la tecnica, quali sono i vantaggi dell'analgesia epidurale e gli eventuali rischi o effetti collaterali

di Serena Allevi
Credits: 

Shutterstock

 

L'epidurale in Italia è ancora oggetto di infiniti dibattiti: farla oppure no? Partorire con dolore o (in parte) senza? Questi quesiti si accompagnano alla paura di eventuali rischi e all'offerta ancora insufficiente di analgesia epidurale nei centri dedicati alla nascita.

In teoria, a oggi, l'epidurale durante il travaglio è stata inserita nei nuovi Lea (Livelli essenziali di assistenza) ma, in pratica, non tutte le donne riescono ad accedere all'analgesia perché non tutte le strutture garantiscono l'epidurale 24 ore su 24 (come invece dovrebbe avvenire per legge laddove avvengono almeno 1000 parti all'anno). Inoltre, l'epidurale dovrebbe essere gratuita ma, in alcune regioni ha invece ancora un costo (variabile, peraltro, da regione a regione).

Il primo mito da sfatare è che il parto sia "migliore" con annesso dolore ai massimi livelli. Premesso che l'epidurale purtroppo non toglie tutto il dolore di travaglio e fase espulsiva, il parto (quasi) indolore apporta numerosi benefici sia alla mamma, sia al bebé.

Cos'è l'epidurale

Innanzitutto, l'epidurale è una tecnica ritenuta molto sicura e che permette di ridurre notevolmente il dolore del travaglio. In sostanza, l'epidurale fa in modo che le contrazioni uterine siano percepite ma in modo non doloroso. L'epidurale è sicura per mamma e bambino, è flessibile perché si può "modulare" e rispetta perfettamente tutte le fasi previste dal travaglio.

L'analgesia epidurale consiste nel posizionamento di un piccolo catetere nello spazio epidurale, attraverso un ago speciale (ago di Tuohy). Il catetere, posizionato tra la terza e la quarta vertebra lombare, rilascia farmaci anestetici locali e oppioidi in grado di rendere le contrazioni non dolorose.

Tutta la procedura dura pochi minuti e viene eseguita con anestesia locale (a livello delle ultime due vertebre). Gli effetti dell'epidurale si fanno sentire in circa dieci minuti di tempo e permangono per tutta la durata del travaglio.

Anche con l'analgesia epidurale, la partoriente può camminare e partecipare attivamente al travaglio proprio perché comunque in grado di percepire le contrazioni.

Benefici per la mamma

L'analgesia epidurale apporta numerosi benefici sia alla mamma, sia al neonato. La mamma, prima di tutto, è sollevata dal dolore acuto delle contrazioni e, grazie a questo sollievo, riesce a respirare meglio e a gestire con più lucidità il travaglio.

Inoltre, l'analgesia epidurale si rivela ottimale soprattutto per le donne diabetiche, ipertese e fortemente soggette allo stress. Uno studio condotto dall'University of Pittsburgh Medical Centre ha dimostrato addirittura che le donne che soffrono meno durante il parto, hanno anche meno probabilità di incorrere nella depressione post-partum.

Benefici per il bambino

L'epidurale apporta notevoli benefici anche al bebé. Infatti, grazie a questa tecnica, si riduce la produzione degli ormoni dello stress e il bambino riceve una maggiore ossigenazione. In pratica, migliora l'afflusso di sangue ossigenato nell'utero placentare.

L'analgesia epidurale è particolarmente indicata per i parti gemellari ed è compatibile anche con il parto cesareo e il parto assistito.

Rischi dell'epidurale

La tecnica dell'epidurale è molto sicura ma, certamente, non si può definire totalmente priva di rischi. Gli effetti collaterali dell'analgesia epidurale possono essere cefalea e indolenzimento lombare. Ma si tratta di effetti collaterali non sempre presenti e risolvibili in qualche giorno.

Le complicanze gravi, molto rare fortunatamente, sono di tipo infettivo ed emorragico. La gestante è messa al corrente di questo tipo di rischi attraverso la somministrazione di un apposito modulo nel momento in cui l'epidurale viene preventivamente richiesta.

I casi in cui l'analgesia epidurale è controindicata sono quelli riguardanti presenza di malattie emorragiche, terapie anticoaugulanti in corso e precedenti interventi sulla colonna vertebrale.

 

© Riproduzione riservata
Twittalo come vuoi! Dillo @DonnaModerna
Pubblica un commento
mamme/Gravidanza/epidurale$$$Epidurale: vantaggi e rischi
Mi Piace
Tweet