Compiti delle vacanze: sono davvero necessari? 

Oggetto di lunghi dibattiti e diatribe tra genitori e insegnanti: i compiti delle vacanze sono un argomento insidioso. Ci si chiede, infatti, se siano poi davvero così necessari

di Serena Allevi

I compiti delle vacanze sono un argomento così insidioso da scatenare polemiche infinite tra le famiglie ma anche tra genitori e docenti. C'è chi è favorevole perché pensa sia positivo che i figli si esercitino nei lunghi tre mesi di vacanza. E poi ci sono quei genitori assolutamente contrari e che si battono affinché vacanza sia davvero e totalmente vacanza. Addirittura si assiste a situazioni in cui i compiti delle vacanze vengono boicottati dagli stessi genitori, come famiglia singola o come gruppo classe. E gli insegnanti? Questi ultimi seguono vie spesso antitetiche: alcuni docenti non danno compiti e, anzi, invitano gli alunni a godersi l'estate e i suoi colori. Altri, invece, sommergono letteralmente i bambini e i ragazzi di letture, esercizi e consegne. Forse ciò su cui bisognerebbe concentrarsi è il tipo di compito delle vacanze assegnato, ovvero la qualità più che la quantità.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
mamme/scuola/compiti-vacanze-necessari$$$Compiti delle vacanze: sono davvero necessari?
Mi Piace
Tweet