La modella Sara Sampaio denuncia la rivista Lui: “Costretta a posare nuda”

Credits: Instagram
/5
di

Alessia Sironi

L'angelo di Victoria's Secret Sara Sampaio ha pubblicato un post su Instagram denunciando il fatto di "essere stata costretta a posare nuda". Ma i commenti non sono proprio tutti così teneri

Credits: Instagram

Il numero di ottobre del magazine francese Lui dedicato al pubblico maschile ha riscosso grande successo grazie al topless dell'angelo di Victoria's Secret Sara Sampaio. Ma la modella portoghese ha pubblicato un post su Instagram denunciando il fatto di "essere stata costretta a posare nuda".

"Il fatto che io abbia posato nuda in passato non dà il permesso a nessuno di pensare che lo farò ancora in qualsiasi altra circostanza. Ho accettato di scattare foto e posare sulla copertina del numero autunnale della rivista Lui, a patto che non fosse pubblicata alcuna immagine senza veli. Purtroppo, durante tutto lo shooting fotografico, sono stata messa aggressivamente sotto pressione, ho dovuto costantemente difendermi e ripetere la mia richiesta che non fossero scattate immagini senza veli, cercando di coprirmi il più possibile", scrive Sara Sampaio.

Non tutti però hanno avuto parole di conforto e apprezzamento per la top che viene invece molto criticata: i commenti non sono certo teneri. "Posti sempre foto mezza nuda e ora che ti pagano ti lamenti pure", scrive un follwer, "Hai preso parecchi soldi per questo", lamenta un altro, "Basta con queste ipocrisie, siete voi che amate mettervi in mostra e poi gridate 'al lupo' quando vi fa comodo", commenta un hater.

La modella si giustifica spiegando: "La rivista mi ha mentito e ha persino pubblicato in copertina una mia immagine in topless. Si tratta di una violazione chiara dei nostri accordi".

E a quanto pare la Sampaio non si fermerà alla denuncia verbale perché si è sentita poco rispettata come professionista e come donna: "Voglio fare quello che posso per impedire che accada di nuovo a me e ad altre modelle. Purtroppo non è un incidente isolato e non sono la sola vittima di un episodio simile. Le modelle devono continuare a condividere le loro esperienze. Le molestie e gli abusi, che sono sistematici nell'industria della moda, un bel giorno saranno tutti svelati".

  • 1 10
    Credits: Instagram
  • 2 10
    Credits: Instagram
  • 3 10
    Credits: Instagram
  • 4 10
    Credits: Instagram
  • 5 10
    Credits: Instagram
  • 6 10
    Credits: Instagram
  • 7 10
    Credits: Instagram
  • 8 10
    Credits: Instagram
  • 9 10
    Credits: Instagram
  • 10 10
    Credits: Instagram
Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te