Chi zappa vive meglio 

Che si tratti di un piccolo orto cittadino o un intero campo, coltivare la terra fa bene alla salute

di Neva Ganzerla  - 26 Novembre 2010
Credits: 

Fotolia

 

Uno studio olandese presentato a Palermo in occasione dell'Assemblea Generale elettiva della Federpensionati Coldiretti, afferma che coltivare la terra sia un toccasana per la salute, soprattutto degli anziani.
 
La conferma scientifica dei benefici del lavoro in campagna non è solo certificata da questa ricerca, ma è riscontrabile nel dinamismo che gli anziani coltivatori continuano a dimostrare nonostante l'età avanzata.
 
La ricerca, condotta dall'Università di Wageningen da un gruppo di ricercatori guidati da Agnes van den Berg, ha dimostrato che zappare e prendersi cura di un orto con frutta e verdura fa bene alla salute delle persone anziane over 60 perché favorisce uno stile di vita attivo che combatte l'invecchiamento.
 
A fare la differenza tra quest'attività e gli altri lavori "di fatica", è il contatto con la natura e la possibilità di vedere crescere un prodotto di cui ci si è preso cura per molti mesi.
Secondo la ricerca, grazie a queste due caratteristiche del lavoro agricolo, gli anziani agricoltori mantengono il corpo tonico e sano e presentano livelli di stress più bassi della media.
 
Più in generale, anche lo stile di vita delle campagne migliora lo stato fisico e mentale: nelle campagne si sente meno il peso dell'età perché ci si mantiene impegnati sia nei campi che nelle attività sociali o curando specifici interessi facilitati dalla vita all'aria aperta e dalla semplicità di stabilire rapporti umani tipica dei piccoli centri.
   
Un beneficio di cui può godere anche ci vive in città, dove si moltiplicano gli orti urbani privati o pubblici.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/agricoltura-campagna-ortaggi-coltivare-orto-stress$$$Chi zappa vive meglio
Mi Piace
Tweet