• Home -
  • Salute-
  • Latte vegetale: come scegliere quello giusto

Latte vegetale: come scegliere quello giusto 

Intolleranti alle intolleranze? Il latte vegetale, è la risposta!

di Federica Brugaletta

Ad eccezion fatta per il latte materno, nessun altro tipo di latte animale o vegetale che sia, è indispensabile all’uomo. Tutti i suoi nutrienti infatti, possono essere benissimo reperiti per mezzo di altri alimenti che lo sostituiscano. Il latte, è tuttavia uno degli alimenti protagonisti delle nostre tavole, per una golosa colazione o per una cena rapida e calda. Da quando il problema dell’intolleranza al lattosio è stato reso noto e studiato dai progressi della scienza e della clinica, si è cercato di trovare delle alternative al più comune latte vaccino fonte oltre che di calcio, anche di lattosio e caseine, sfruttando i prodotti delle piante. Sugli scaffali dei supermercati, dopo la comparsa del latte di soia (ignorato per anni, se non quasi demonizzato) e riso, si sono timidamente  fatti spazio anche derivati di Kamut, nocciola, avena e mandorla. qualsivoglia sia il prodotto su cui ricade la nostra scelta, è sempre consigliabile consumare alimenti possibilmente biologici, ma soprattutto “al naturale”, ovvero senza l’aggiunta di sostanze aromatizzanti, emulsionanti, dolcificanti et similia. Inoltre è bene sapere, per chi non lo sapesse già, che tutti i tipi di latte vegetale possono essere facilmente preparati in caso. Colesterolo, lattosio e caseina, sono le tre componenti di cui (fortunatamente) tutti i prodotti vegetali sono privi. Riguardo la scelta, a farvi da primo consigliere sarà il palato.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/come-scegliere-latte-vegetale$$$Latte vegetale: come scegliere quello giusto
Mi Piace
Tweet