Dieta Dash: in arrivo dagli USA 

Nata negli States per combattere la pressione alta, si è rivelata efficace per perdere peso. E' entrata a far parte delle diete più salutari, approvata dagli Organismi mondiali di settore.

 - 20 Settembre 2011
Credits: 

iStockPhoto

 

Secondo lo statunitense New & World Reports di giugno 2011 la migliore dieta al mondo (subito dopo è la Mediterranea) è la Dash. Il motivo per cui ha avuto un simile riconoscimento è che è una dieta sana, equilibrata e ha dimostrato di migliorare la salute di chi la segue.
Una premessa va fatta: non è per niente glamorous e non sbandiera risultati miracolosi. Di fatto è come una dieta dovrebbe essere: con risultati a medio e lungo termine e con un'alimentazione ben bilanciata. Non è quindi adatta a chi cerca ricette miracolose (per quello che durano) o alla moda, è invece perfetta per chi ha problemi di salute (approfondiamo di seguito) e per chi vuole perdere peso in modo sano.

La dieta Dash è particolarmente indicata per chi soffre di ipertensione o pre-ipertensione: prevede un ridotto consumo di sale ed è invece ricca di frutta e vegetali, latticini magri e cereali integrali. Contiene quindi alte quantità di fibre, pochi grassi, ed è ricca in potassio, magnesio e calcio

Numerose ricerche hanno evidenziato che aiuta a ridurre la pressione sanguina e il colesterolo ed è stato dimostrato che chi la segue ha meno rischio di ammalarsi di alcuni tumori e di diabete, di soffrire di problemi cardiaci e calcoli renali.
Negli Stati Uniti la Dash è sostenuta dai medici di famiglia, dal National Heart, Lung, and Blood Institute, e dalll'American Heart Association (AHA), più una serie di altre associazioni il cui obiettivo è il benessere e la salute della persona.

Come per molte diete, i suoi principi sono pubblicati in un testo, "The DASH Diet Action Plan", che illustra in modo molto semplice le soluzioni migliori per seguire facilmente la dieta. E' indicato un piano dei pasti per 28 giorni (con le diverse quantità a seconda del numero di calorie da consumare), ci sono ricette, consigli su come perdere peso, e molto utile, indicazioni su come riuscire a mangiare nei ristoranti e addirittura nei fast food rimanendo nei confini della dieta. Oltre a ciò, la guida della Dash dà indicazioni chiare e precise sul modo migliore di fare la spesa per rispettare la dieta e su come leggere le etichette dei cibi per sceglierli in modo informato e quindi al meglio.

In poche parole, la guida alla dieta DASH aiuta ciascuno a crearsi e seguire il proprio piano alimentare, personalizzato in base alle esigenze di ciascuno.  
Il dato interessante è che nonostante la perdita di peso non facesse parte degli obiettivi originali della Dash - lo era più gestire i problemi di salute di cui abbiamo parlato all'inizio - la dieta ha mostrato di essere molto efficace anche su questo fronte e a differenza di altre diete ad "effetto immediato", i risultati si vedono più nel medio-lungo periodo ma sono duraturi.
Un elemento molto importante della DASH è che disegna e insegna a preparare pasti che soddisfino anche il goloso, così da ridurre la fame tra un pasto e l'altro. La chiave sono pasti in cui abbondano le fibre, hanno una bassa densità calorica, sono equilibrati ed hanno porzioni adeguate.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
 
 
salute/dieta-dash$$$Dieta Dash: in arrivo dagli USA
Mi Piace
Tweet