Stop alla ritenzione idrica 

Bere molta acqua lontano dai pasti e limitare l'uso di sale a tavola: queste due semplici regole aiutano a contrastare la ritenzione idrica. Consigli utili e di facile applicazione.

di Alessandra Montelli
Credits: 

Photoshot

 

E' noto il ruolo dell'acqua contro gonfiore e ritenzione idrica.
L'acqua depura il fegato aiutandolo nella sua azione di disintossiazione dalle tossine;.porta ossigeno all'organismo, favorisce il drenaggio dei liquidi e l'eliminazione delle tossine.
Si suggerisce di bere 1,5 litri d'acqua al giorno, che corrispondono a 8-10 bicchieri, lontano dai pasti, per non diluire i succhi gastrici.
Meglio sceglierla povera di sodio, per evitare che questo trattenga i liquidi nei tessuti.

Altra parola chiave in tema di ritenzione idrica è il sale. Questa volta però figura come nemico.
E' dimostrato che chi ama mangiare salato tende progressivamente ad aumentare le dosi di sale con cui condisce i cibi.

Ma se il nostro obiettivo è contrastare la ritenzione idrica è limitare gradualmente l'assunzione di sale allo stretto indispensabile. La dose di sale necessaria al nostro è di 3 mg al giorno di sale:   fabbisogno che si raggiunge facilmente con gli alimenti previsti da una   dieta  corretta. Ecco perchè eccedere con il sale non è necessario.
Un trucco furbo per abituare il palato ai sapori meno saluti è condire i cibi con spezie e aromi come basilico, rosmarino, salvia e peperoncino, e altro ancora.
Rinunciare all'eccesso di sale, così come bere acqua durante il giorno, è solo questione di abitutine. Una volta eliminato il sale, si ricomincia a gustare il sapore "vero" dei cibi, e ci si ringrazia per aver cambiato rotta, poichè il senso di gonfiore diminuisce.

Ecco una serie di consigli utili contro la ritenzione idrica

- Preferisci l'acqua naturale a quella gassata
- Scegli acque oligominerali, ossia acque a basso contenuto di sodio (meno di 20 milligrammi a litro)
- Concediti una giornata in un centro termale che effettua cure specifiche in cui si somministrano acque termali come bevande per favorire la depurazione
- Evita sughi già pronti, dadi e salse che contengono sale in abbondanza
- Sostituisci il sale comune con un sale marino grezzo perchè senza additivi e senza antiagglomeranti.

Come capire quando un cibo contiene troppo sale

Nelle etichette dei cibi in scatola il sale è segnato con diversi nomi: Na, bicarbonato di sodio, cloruro di sodio, fosfato monosodico, glutammato di sodio. Il nome cambia ma l'effetto è lo stesso.

© Riproduzione riservata
Pubblica un commento
salute/ritenzione-idrica-stop$$$Stop alla ritenzione idrica
Mi Piace
Tweet