Star bene nell’acqua

Credits: Onze
1 17

Pranayama
Il primo passo per prendere confidenza con l’acqua è imparare a rilassarsi e respirare. Anche grandi atleti, come il campione di immersioni Umberto Pelizzari, si allenano con gli esercizi base di respirazione per poi passare all’apnea. «Molti, quando entrano in acqua, istintivamente trattengono il respiro» dice Lorenzo Manfredini, psicoterapeuta esperto di training mentale e apnea. Per evitare che alla tensione segua l’ansia, puoi fare la respirazione pranayama. Così il torace diventa elastico, accoglie più aria e il senso di disagio passa.
L’esercizio: in piedi, con l’acqua che ti arriva al petto, allarga le gambe e piegale leggermente in modo da essere in equilibrio. Chiudi gli occhi e appoggia la mano sinistra sulla pancia. Ti aiuterà a sentire il movimento e a rilassarti. Prendi aria gonfiando l’addome, poi continua l’inspirazione allargando la cassa toracica. Fai arrivare l’aria fino in alto. Espira dalla bocca svuotando prima la parte alta poi a scendere verso la pancia. Ripeti 10 volte.
Per continuare: www.apneaconsapevole.com segnala i corsi dello psicologo Lorenzo Manfredini (tel. 0532211947) per vincere la paura dell’acqua. Se vuoi perfezionarti nell’apnea, leggi Il respiro nell’apnea di Pelizzari, Landoni e Seddone (Mursia, 34 euro con Dvd) o vai su www.apnea-academy.it.

Così si vince la paura
Persino la grande campionessa Federica Pellegrini ha paura dell’acqua profonda: in un’intervista ha confessato che non vedere il fondo le mette ansia.
A temere questa esperienza sono in molti. I motivi? Incidenti, sofferenze emotive o un conflitto con la propria madre. «Sono tutti fattori che aumentano la tensione muscolare e ostacolano il galleggiamento» spiega Rossella Pisano, allenatrice di nuoto e autrice di Acquaticità (Sperling & Kupfer, 17,82 euro). «Per sbloccarsi bisogna imparare a lasciarsi andare a piccoli passi, lavorando sulla fiducia nelle proprie qualità e nell’elemento acqua. Quando la mente (le nostre idee), il corpo (le sensazioni) e le emozioni sono in sintonia, allora si comincia a vincere la paura.

/5

Basta una doccia per sentirsi subito meglio. Perché l’elemento principe dell’estate regala, è il caso di dirlo, vere gocce di benessere. Approfitta del caldo, quindi, per immergerti tra le onde del mare, di una piscina o delle terme. Per liberare la mente dalle tensioni e dare tono ai muscoli. Gli esercizi giusti (funzionano anche se non sai nuotare!) li trovi tutti qui

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te