Regole per uso corretto cellulare: elettrosmog

ELETTROSMOG E CELLULARE

Come si usa il cellulare? Per le chiamate è preferibile l'auricolare: cerca di evitare telefonate interminabili. L’Agenzia  internazionale per la ricerca sul cancro ha inserito cellulari e campi  elettromagnetici a radiofrequenza, wireless, nella classe di cancerogenicità  2B, ovvero fra le cause possibili: oggi non sappiamo se essi possano realmente provocare danni, tuttavia è bene utilizzare qualche  precauzione. Il potere del cellulare negli ultimi anni è cresciuto a  dismisura: tendiamo a utilizzarlo anche quando non ne avremmo affatto bisogno. Inizia a fruirne in modo più critico: spegni il cellulare quando non ti serve... e goditi il mondo, un  paesaggio o le chiacchiere con un'amica senza interromperti. Ne trarranno beneficio anche stress e concentrazione.

5 consigli per difendersi dalle onde elettromagnetiche

Come proteggersi dall'elettrosmog

AMORE PER L'ECOLOGIA

Comportarsi in modo intelligente con l'ambiente fa bene al futuro della Terra, ma anche al tuo benessere.

Sai che gli ingredienti della dispensa sono ottimi per le pulizie?

Limone: tutti gli utilizzi che non sapevi, dalla bellezza alla casa.

Le strategie utili per avere una casa in ordine velocemente.

Scopri come usare l'aceto e crea uno spray multiuso fai da te per le pulizie di casa.

Arredare casa: cristalloterapia

BENEFICI DELLA CRISTALLOTERAPIA

Il nostro pianeta è, in effetti, un immenso campo magnetico, tuttavia  l'inquinamento elettromagnetico derivante dai campi elettrici dei  dispositivi può essere nocivo per la salute e andrebbe limitato grazie a  piccoli accorgimenti da introdurre nella vita di tutti i giorni. Sai  che secondo la cristalloterapia minerali quale la grafite e pietre come  quarzi, malachite, ametista e tormaline proteggono dalle radiazioni e  purificano gli ambienti? Certamente le pietre, materiali antichi la cui  esistenza si intreccia alla nascita della Terra, costituiscono un  argomento affascinante quanto venato di mistero: secondo il Feng Shui per il benessere degli abitanti di casa è  ottimo posizionare dei  cristalli di rocca vicino al letto e sopra i cavi del computer.  L'ametista è splendida anche per le sfumature cromatiche, deliziosa da  posizionare sul comodino o una mensola.

Elettrodomestici: buone abitudini

SEMPLICI ACCORGIMENTI

Può essere molto utile una prolunga multipresa con cui collegare le  prese di computer e lampade: prima di andare a dormire con un semplice click potrai staccarle tutte e riaccenderle il giorno dopo. Se puoi spegni il cellulare durante la notte, evita di tenerlo di fianco a te o,  peggio, sotto il cuscino. Inotre, sarebbe bene evitare di tenere acceso  il televisore quando non stiamo guardando alcun programma: secondo  diversi studi non solo lo schermo ma anche la parte posteriore può  generare onde in grado di influenzare l'equilibrio l'organismo umano.  Posiziona il modem lontano dalla camera da letto e impara a spegnerlo  quando non ti serve.

Cactus in casa

BENESSERE CON LE PIANTE

Conosci il cereus peruvianus? Si tratta di una varietà di cactus,  originaria del  Sudamerica. Attualmente non si conosce con esattezza il legame fra  queste piante e le onde elettromagnetiche, tuttavia sono in corso  diversi studi: sembra che i cactus siano efficaci nel contrastare  le radiazioni elettromagnetiche. Dagli studi è emerso un effetto  benefico sull'emicrania per chi trascorre lunghe ore davanti a  uno schermo. Secondo uno studio statunitense anche anthurium, croton, spathiphyllum,  felce, ficus benjamin, sanseveria e filodendro aiuterebbero a purificare gli  ambienti: non dimenticare di rendere la casa più verde, farà bene alla salute ma anche all'umore.

Elettrosmog: strategie

ATTENZIONE QUOTIDIANA

Forno microonde, apparecchi elettrici e robot, televisore e radio: la  cucina e il salotto possono costituire un covo di elettrosmog.  Un'esposizione prolungata a campi elettromagnetici a bassa frequenza  emessi da apparecchi elettrici funzionanti a 50 Hertz / Hz sembra  avere conseguenze negative su insonnia, irritabilità e celefalea,  problematica di cui sembra soffrire un numero sempre maggiore di  persone: secondo una ricerca effettuata presso l'Università dello Utah  il  cervello di un bambino di 5 anni sarebbe in grado di assorbire una  quantità  di radiazioni 4 volte maggiore rispetto al cervello di un adulto, mentre  il fluido oculare oltre 10 volte maggiore rispetto all'occhio di un  adulto. In camera evita o riduci l'uso di termocoperte, radiosveglie  elettriche o televisori: onde elettromagnetiche a parte, la  televisione in camera è una pessima abitudine e aumenta la tendenza,  pericolosa per adulti e bambini, di rimanere svegli fino a tardi con il rischio di insonnia e difficoltà a concentrarsi. Il  baby-phone? Collocalo ad almeno 50 cm dalla testa del tuo bambino.

Riproduzione riservata