igienizzare e mantenere pulita la lavatrice

Igienizza e mantieni pulita la lavatrice in questo modo: è economico ed ecologico

La lavatrice ha bisogno di un po' di cure per rimanere efficiente a lungo. Scopri come mantenerla pulita e igienizzata in modo tutto naturale

6 segreti per igienizzare e mantenere pulita la lavatrice

Per avere un bucato profumato e pulito è indispensabile che anche la lavatrice lo sia. Residui di acqua, sporco, sapone, calcare e muffa tendono infatti ad accumularsi all'interno del cestello, sulle guarnizioni, nel filtro e perfino nello scarico rendendo il tuo elettrodomestico meno efficiente.

Per usare la lavatrice in modo sostenibile è necessario che essa sia ben funzionante. Solo in questo modo sarà possibile consumare meno energia e avere un bucato perfetto.

Ma non allarmarti, per mantenere la lavatrice pulita e garantirle una vita lunga e funzionale è sufficiente qualche semplice rimedio tutto naturale, decisamente economico e sicuro per l'ambiente.

Trovi tutto quello che ti serve nella dispensa della tua casa. Si tratta di trucchi ecologici a costo zero che migliorano i lavaggi preservando la tua lavatrice. Pronta a cominciare?

Bucato sostenibile: 5 strategie infallibili da conoscere

VEDI ANCHE

Bucato sostenibile: 5 strategie infallibili da conoscere

Come pulire una lavatrice con carica dall'alto

Se hai una lavatrice con carica dall'alto, per disinfettarla aziona un  ciclo di lavaggio a vuoto. Quando l’acqua avrà riempito il cestello,  interrompi il lavaggio e aggiungi mezza bottiglia di aceto oppure 150  grammi di acido citrico da sciogliere in un litro circa d'acqua. Puoi  attendere 40 minuti circa prima di azionare di nuovo e terminare il  programma di lavaggio.

Come pulire il cestello

Per mantenere il cestello pulito e igienizzato è sufficiente programmare con cadenza mensile un lavaggio con acqua e 1 kg di sale grosso e aziona un lavaggio a vuoto, anche a basse temperature. Se vuoi eliminare il rischio di batteri puoi sostituire al sale due litri di aceto di vino bianco (o di mele) da versare direttamente nel cestello. L'odore di aceto svanirà automaticamente durante il lavaggio e il tuo cestello sarà pulito e splendente come non mai.

L'aceto è molto efficace per le pulizie di casa. E' uno sgrassante naturale, è ottimo per disinfettare e pulire superfici incrostate.

Se vuoi disinfettare senza  utilizzare la candeggina, prova con l'acqua ossigenata a 40 volumi: puoi  aggiungerne un cucchiaio, pari a 25 grammi circa, nella vaschetta del  detersivo. Tuttavia fai attenzione a evitare, subito dopo, i lavaggi con  capi di seta e lana.

Ogni  volta che fai il bucato insieme al detersivo aggiungi mezzo bicchiere di bicarbonato, ottimo per igienizzare e utile per eliminare dai tessuti l'odore di sudore.

Come pulire l'oblò

Per pulire l'oblò, in particolare le guarnizioni interne in gomma in cui tende ad accumularsi sapone e sporco, puoi utilizzare una pasta al bicarbonato, da passare direttamente con uno spazzolino da denti. Per la fabbricazione della pasta ti basta aggiungere qualche goccia di acqua a mezzo bicchiere di bicarbonato, mescolando fino ad ottenere un composto cremoso e omogeneo.

Dopo ogni lavaggio lascia aperto lo sportello della lavatrice, di modo  che l'interno possa asciugarsi evitando ristagni d'acqua. Inoltre, il  ricircolo d'aria eviterà la formazione di muffe e cattivi odori.

Come pulire il filtro

Con l'uso e il tempo il filtro della lavatrice può essere ostruito dalla sporcizia. Per mantenerla efficiente è necessario pulirlo ogni sei mesi. Rimuovilo facendo attenzione: posiziona degli stracci sul pavimento in modo da assorbire eventuali fuoriuscite di acqua. Una volta rimosso, puliscilo con uno spazzolino e del bicarbonato sotto l'acqua a corrente. Se si sono formate incrostazioni di calcare lascialo a mollo in acqua e aceto bianco per un paio di ore prima di procedere con la pulizia.

Come pulire vaschetta e guarnizioni

La vaschetta del detersivo è una delle parti della lavatrice in cui più facilmente si accumulano residui di detersivo, acqua e sporco. Anche in questo caso puoi utilizzare l'aceto, ma se non sono presenti incrostazioni è sufficiente una bella sciacquata sotto l'acqua corrente, utilizzando uno scovolino con cui pulire eventuali residui di sporco.

Per prevenire cattivi odori e sporcizia passa una  spugna imbevuta d'aceto fra la gomma delle guarnizioni.

Disinfettare e igienizzare: pulizie di routine

  • Ogni settimana, durante le pulizie di casa, passa una spugna con acqua e aceto oppure uno straccio inumidito con sapone liquido o alcol sulla lavatrice.
  • Una volta al mese programma un lavaggio a vuoto, utilizzando un bicchiere di aceto di mele da versare nella vaschetta del detersivo e  mezzo bicchiere all'interno del cestello.
  • Se abiti in aree in cui  l'acqua ha bassa densità di calcare, puoi effettuare un lavaggio a vuoto a  90° senza alcuna aggiunta di ulteriori liquidi.
  • Per igienizzare una  lavatrice in maniera più approfondita puoi scegliere un lavaggio a 40° con un bicchiere, circa 100 cc, di candeggina o 150 grammi di acido citrico nella vaschetta del detersivo.
  • Grazie al sale potrai  pulire in profondità guarnizioni e cestello.
  • Se il bicarbonato è  prezioso contro i cattivi odori, acido citrico o aceto possono essere  utili per combattere i residui di calcare.

Sai che l'aceto può  essere utilizzato al posto dell'ammorbidente? Non lascia odore e non  puzza: se desideri avere una profumazione specifica puoi utilizzare un  contenitore in cui mescolare acqua, aceto e un olio essenziale del tuo  aroma preferito, per esempio bergamotto, lavanda o Neroli.

Se vuoi fare un bucato all'insegna del green leggi anche Sai che puoi fare anche il bucato senza detersivo?

Riproduzione riservata