cannucce di plastica

Cannucce di plastica: le alternative ecologiche che puoi usare subito

Le cannucce di plastica sono da un po' di tempo a questa parte al centro di grandi polemiche. In effetti, sono responsabili di contribuire all'inquinamento degli oceani. Per fortuna, esistono molte alternative ecologiche che potresti utilizzare al posto di quelle tradizionali.

Il problema delle cannucce di plastica

Sulle cannucce di plastica se ne dicono di tutti di tutti i colori, ma spesso non si conoscono i reali termini della questione. Non tutti sanno, infatti, che la produzione di cannucce di plastica non causa di per sé grandi danni all'ambiente. Per di più, il polipropilene, di cui sono fatte, è riciclabile al 100%, per cui sarebbero prodotti ecologici in teoria. Il problema, quindi, non sono le cannucce di plastica in quanto tali, ma il loro smaltimento. Lasciate nelle discariche o in natura, si rompono molto lentamente con l’esposizione solare, trasformandosi nelle famigerate microplastiche che inquinano in maniera grave gli oceani e che causano danni seri all’ecosistema marino (animali compresi).

Le alternative biologiche sono valide

Una volta chiarito il vero problema delle cannucce di plastica, puoi pensare a delle alternative ecologiche. Per fortuna, ormai esistono tanti tipi di cannucce realizzate con materiali alternativi che hanno minore impatto sull'ambiente, anche quando vengono abbandonate in natura, oppure talmente resistenti da durare per molti anni. Alcune cannucce ecologiche sono più costose, ma offrono molti vantaggi, a cominciare dal discorso di impatto ambientale e sostenibilità, come alternativa al problema delle microplastiche negli oceani.

Green life: la cucina diventa sostenibile con gli accessori ecologici

VEDI ANCHE

Green life: la cucina diventa sostenibile con gli accessori ecologici

Cannucce di carta

Tra le alternative più vecchie per le cannucce di plastica, ci sono quelle di carta. Il vantaggio delle cannucce di carta è che sono biodegradabili al 100%. Se adeguatamente compostate, infatti, le cannucce di carta si rompono in soli due mesi, lasciate in natura si rompono in sei mesi in acqua salata. C’è tuttavia ancora qualche perplessità nel loro smaltimento, perché i riciclatori di carta in genere non accettano residui di cibo. Nel complesso, le cannucce di carta sono perfette anche per l’uso per cocktail e drink, ma essendo in carta, non devono restare troppo immerse nel liquido.

Cannucce di bambù

Il bambù è un materiale praticamente perfetto per realizzare cannucce ecologiche. Prima di tutto, le cannucce di bambù sono completamente biodegradabili, composte di materiali davvero naturali e organici. Per di più, il bambù è un materiale resistente e impermeabile e le cannucce possono essere utilizzate e riutilizzate molte volte. Per finire, il bambù ha grandi proprietà antibatteriche, non va soggetto a muffa e non viene macchiato o scolorito molto facilmente dai prodotti alimentari. Quindi, un set di cannucce di bambù può essere davvero indispensabile da tenere in casa.

Cannucce di metallo

Tra le alternative ecologiche, le cannucce di metallo sono molto in voga. Certo, per produrle vengono utilizzate enormi quantità di energia, ma sono realizzate in acciaio inossidabile, perciò sono davvero molto resistenti, anche a lavaggi aggressivi e ripetuti e sono anche atossiche, prive di piombo e senza retrogusto metallico.

Cannucce di vetro

Anche il vetro è un buon materiale per cannucce ecologiche riutilizzabili, ma proprio come per quelle di metallo, il vantaggio c’è solo se vengono sfruttate per molto tempo, poiché viene usata una grande quantità di energia durante la loro produzione. Le cannucce di vetro sono realizzate in Pyrex o vetro simile, sono molto resistenti anche a innuverevoli utilizzi, Per di più, essendo trasparenti, mostrano sia il colore della bevanda, sia se sono state pulite in maniera adeguata.

Cannucce commestibili

L’alternativa più ecologica è quella che si mangia, non ti pare? Di cannucce commestibili, in effetti, ne stanno sviluppando di tanti tipi, tutte sono completamente biodegradabili. Due designer americane, Chelsea Briganti e Leigh Ann Tucker, hanno brevettato le cannucce di alghe. Provale tra tanti colori e gusti, alla vaniglia, alla menta, alla fragola e al caramello. Nel 2019, invece, durante il Wired Next Festival di Milano, era stata presentata la cannuccia aromatizzata: la usi per bere, poi la mastichi e la mangi senza problemi. Ne esistono due versioni una trasparente, dal sapore neutro, e una seconda, di vari colori, aromatizzata dolce, per esempio al gusto di fragola o caramello.

Compostare i rifiuti alimentari in casa: una piccola guida

VEDI ANCHE

Compostare i rifiuti alimentari in casa: una piccola guida

Dove trovi le cannucce ecologiche

Magari sei sempre attenta nel corretto smaltimento dei rifiuti, cannucce di plastica comprese. Tuttavia, puoi concretamente fare di pù rispetto ai problemi ecologici e scegliere tra le alternative ecologiche. Anni fa le cannucce ecologiche erano oggetti di nicchia, quasi misteriosi, ma ormainon è più così, tanto che puoi facilmente reperirle nei negozi tradizionali e online. Puoi provare le varie alternative e scegliere quelle che ti piacciono di più, partendo dal presupposto che comunque sono più costose di quelle di plastica.

Riproduzione riservata