Alcol etilico per le pulizie? Tutte le dritte che non conoscevi per usarlo

I rimedi tradizionali ci vengono sempre incontro: usare l'alcol etilico per pulire è un'ottima strategia per una casa a prova di igiene senza stress.

Come usare l'alcol per le pulizie

In tempi in cui l'igiene e l'importanza di disinfettare oggetti e ambienti è particolarmente fondamentale tutti stiamo riscoprendo un prodotto che fino a qualche tempo fa ci sembrava sorpassato: l'acol etilico.

Spesso snobbato in favore di detersivi vari, in realtà l'alcol è un'ottima soluzione per le pulizie veloci di routine. E' un ottimo detergente perchè scioglie lo sporco, è un disinfettante in grado di distruggere i virus e i batteri presenti sulle superfici.

L'alcol etilico denaturato, di colore rosa, costa pochissimo e può essere utilizzato dalla cucina al bagno. Sfruttato anche nelle strutture mediche, è un agente pulente molto efficace su piastrelle, fornelli, vetro e superfici. Quando pulisci ricorda di utilizzare i guanti e usa quantità ridotte. Ed eccoora  qualche dritta su come utilizzarlo per le pulizie domestiche stanza per stanza.

Per la pulizia giornaliera del bagno

In bagno l'igiene è fondamentale, ma anche il colpo d'occhio ha la sua importanza. Con la spugna lava il lavandino in modo da rimuovere ogni traccia di sporco e di calcare, poi strofina rubinetti e ceramiche con un panno inumidito con alcol. Dedica una spugna differente alla pulizia del water, passando sedile e tavoletta su ogni lato.

Se desideri un profumo intenso e fresco, versa all'interno del water qualche goccia di tea tree oil, disinfettante e antibatterico, oppure olio essenziale di pompelmo, geranio, limone.

Per le pulizie veloci della cucina

La cucina di solito costituisce il locale più utilizzato della casa, per questo ha bisogno di pulizie più frequenti e rapide. Bagna un panno con un po' di alcol e passa sulla superficie del piano di lavoro. Cucinando è facile lasciare impronte e tracce sugli armadietti, ma basta strofinare un panno sulle ante per togliere le macchie e ritrovare la brillantezza. Usa l'alcol anche sul piano cottura perchè sgrassa e rimuove l'unto. Stesso discorso per il tavolo su cui mangi: appena finito il pasto toglie eventuali molliche e resti di cibo, e poi passa una pezza bagnata con dell'alcol.

In questo modo avrai pulito molto velocemente gli spazi, evitando gli accumuli e senza perdere tempo. Grazie alla sua versatilità e l'odore intenso, l'alcool aiuta l'igiene e, specialmente durante i mesi caldi, contribuisce al pulito allontanando insetti e formiche.

Per pulire i pavimenti

Fatta eccezione per cotto e parquet, l'alcol si dimostra utile anche per lavare i pavimenti. Durante la settimana non sempre c'è tempo per lavare con acqua e sapone, tuttavia nelle stanze più frequentate, come bagno, cucina e corridoio, può essere utile passare un panno inumidito con alcol. L'alcool toglierà macchie e schizzi d'acqua dalle piastrelle, mantenendo brillante il pavimento.

Ricorda poi che quando si entra in casa è buona norma togliere le scarpe e indossare un paio di ciabatte. Dopo i pasti usa una scopa o una veloce passata di aspirapolvere per raccogliere le briciole. In questo modo mantenere la casa pulita sarà più facile e veloce.

Per pulire vetri e specchi

Vetri e specchi puliti con carta di giornale e alcol: è un vecchio rimedio della nonna ancora valido. Evita di buttare i quotidiani: tenere qualche vecchia copia può essere utile. L'alcol rende brillanti le superfici. Applicalo sui vetri delle finestre o gli specchi e poi accartoccia il quotidiano per pulire. In un attimo torneranno a risplendere, senza aloni e asciugandosi rapidamente.

Altri usi 

  • Rimuove le macchie di inchiostro (penne e pennarelli indelebili) da varie superfici tra cui tessuti, vetri, PVC (materiale plastico)
  • Elimina residui di colla su varie superfici

Dove non usare l'alcol

E' molto importante avere degli accorgimenti per l'utilizzo dell'alcol nelle faccende domestiche. Anche se è utile sulla maggior parte delle superfici l'alcol va però evitato nello svolgimento di precise faccende, ed ecco quali:

  • Non va usato per pulire il frigorifero
  • Non va usato su superfici che sono a contatto con il cibo
  • Non va usato per la pulizia naturale del legno
Riproduzione riservata