Vasi rotti

5 modi carinissimi per riciclare i vasi rotti creando qualcosa di nuovo

Riciclare i vasi rotti è una buona abitudine che fa bene al Pianeta e al portafoglio. Ecco qualche spunto creativo alla portata di tutti

Sei un’appassionata di piantine e fiori e magari hai predisposto un piccolo orto in terrazza o in giardino? Allora sarai sicuramente circondata anche da tanti vasi e vasetti. Quando non li utilizzi più non buttarli, nemmeno se sono in mille cocci, altrimenti genererai una mole inutile di rifiuti. Probabilmente non ci hai mai pensato prima, ma ci sono tanti modi carini e originali per riciclare i vasi rotti

Non preoccuparti: anche se la tua manualità non è certo da guinness dei primati e non sei particolarmente abile con il bricolage puoi realizzare tante cose graziose e interessanti. Ecco qualche idea da copiare.  

Perché farlo 

Fare la raccolta differenziata è fondamentale, ma non è più sufficiente. Per salvaguardare l’ambiente e il Pianeta è importante anche ridurre la quota di rifiuti. In che modo? Innanzitutto imparando a dare nuova vita agli oggetti che non si usano più, che hanno smesso di funzionare o che si sono rotti. 

Anche riciclare i vasi rotti fa parte delle buone abitudini green che tutti dovrebbero iniziare ad adottare. Bastano solo un po’ di fantasia, buona volontà e piccoli materiali per creare manufatti di cui andare fieri. È anche un modo per risparmiare. 

Crea dei piccoli giardini fatati 

Una delle idee più semplici e anche apprezzate per riciclare i vasi rotti? Utilizzarli per creare dei piccoli giardini fatati da sistemare poi in giardino, in un’aiuola o in vaso più grande. 

Il procedimento è abbastanza elementare: devi semplicemente disporre i vari cocci su più livelli, aiutandoti con del terriccio e creando varie zone, che andrai a decorare poi con fiori e piantine. Sbizzarrisciti come meglio credi: puoi limitarti a costruire un piccolo giardino con qualche pezzo o creare un’opera più complessa, magari anche con delle scalette e porticine delle fate

Un’idea ancora più semplice è appoggiare il vaso rotto sul giardino, come se fosse appena caduto, con la terra un po’ rovesciata. Piantando qualche fiore in corrispondenza della sua apertura otterrai una composizione davvero scenografica, che è molto in voga in questo momento. 

Usali per coltivare piante grasse 

Hai presente le classiche anfore in terracotta piene di piantine grasse che hanno ammaliato intere generazioni? Ecco, forse è arrivato il momento di sostituirle con soluzioni più “sfiziose”. Potresti allora utilizzare i tuoi cocci per creare oggetti simili, ma in versione più moderna. 

Non è affatto difficile: prova ad assemblare i vari cocci seguendo l’ispirazione del momento. L’obiettivo è creare un contenitore dall’aspetto piacevole e accattivante, da sistemare poi in un punto strategico del terrazzo o del giardino. 

Non preoccuparti: le piante grasse hanno la capacità di crescere praticamente ovunque. Grazie alla loro resistenza sono perfette anche per essere coltivate in questi oggetti- scultura fai da te molto scenografici. 

Impiegali per il pacciame 

Riciclare i vasi rotti non significa necessariamente creare delle opere d’arte. I cocci possono essere riutilizzati anche in maniera più pratica e tangibile. In che modo? Per creare del pacciame.

Insieme a foglie secche, corteccia, erba secca, paglia e rametti, i cocci sono perfetti per tutelare e concimare il terreno. Distribuiscili sull’area che vuoi proteggere, che così non sarà più esposta in maniera diretta a intemperie e sole e inaridirà meno facilmente. 

I cocci aiutano a formare il pacciame e a mantenere l’umidità del suolo, per cui aiutano a difenderlo, evitano la crescita delle erbacce e tengono lontani gli insetti nocivi. 

Trasformali in sculture e soprammobili 

Colori, tempere, spago, colla, carta colorata e tanta fantasia possono aiutarti a trasformare i vasi rotti in simpatiche sculture o nuovi oggetti.

Per esempio, puoi costruire dei personaggi o delle forme astratte da usare poi come soprammobili per dare un tocco in più a un mobile o addirittura a una stanza. Oppure per arredare giardino o terrazza.

Un’altra idea? Fai diventare i tuoi vecchi vasi dei simpatici contenitori: per esempio, dei cestini per l'immondizia, dei porta penne o, ancora, dei porta caramelle. Se hai a disposizione pure bancali e pallet potresti osare anche con dei giardini verticali.

Portali in tavola

Chi l'ha detto che i vasi rotti non possano essere usati in cucina? In realtà, si prestano a mille utilizzi, anche a tavola. In questi casi, però, ovviamente dovrai pulirli con grande attenzione e magari foderarli con carta.

Unendo i cocci con della colla e poi ricoprendoli con dello spago puoi creare dei simpatici cestini per il pane. Il tocco in più potrebbe essere dato da nastrini e stoffe da mettere in qualche punto come abbellimento.

Addirittura puoi impiegare i tuoi vasi come base per costruire delle ciotole originali e simpatiche, in cui servire le patatine o l'insalata.

Come riciclare i vasi rotti in poche mosse

Non brilli in creatività e manualità? Ecco qualche idea davvero basic, alla portata di tutti, di riciclo creativo.

  • Usa i vasi rotti per creare dei porta candela, anche "al naturale".
  • Scrivi sui cocci i nomi delle piante aromatiche che vuoi mettere in giardino. Ti basta un pennarello indelebile.
  • Impiega i resti dei tuoi vasi come barriera difensiva da disporre attorno alle piante infestanti e invasive, per evitare che inglobino tutto ciò che sta attorno a loro.
Le idee più creative per riciclare pallet e bancali

VEDI ANCHE

Le idee più creative per riciclare pallet e bancali

5 modi super intelligenti per riciclare i cartoni delle uova

VEDI ANCHE

5 modi super intelligenti per riciclare i cartoni delle uova

Riproduzione riservata