gesti green in casa

Come avere casa sempre pulita inquinando il meno possibile

Alternative ai detersivi comuni e gesti quotidiani possono aiutare ad avere una casa pulita ma nel rispetto dell'ambiente. In più risparmi tempo e denaro

Gesti green in casa: consigli per vivere la casa in modo sostenibile

Si parla sempre più spesso di pulizie green, risparmio energetico e aria pulita tra le mura domestiche.

Ma ti sei mai chiesta perché imparare qualche gesto ecologico per la tua casa sia così importante?

Sono sconcertanti i dati forniti da uno studio Iaiaq finanziato dalla Ue: in Europa il 3% di tutte le malattie è imputabile all'inquinamento domestico! Tra le mura di casa sono numerose le sostanze che possono danneggiare la salute: muffe, acari e monossido di carbonio. Ma anche vernici, insetticidi, trattamenti e finiture per parquet e carta da parati, fumo di tabacco e detergenti per la pulizia della casa... insomma perché non intervenire almeno sui prodotti più inquinanti?

Bastano alcuni accorgimenti per fare della tua casa un luogo più ecologico e vivibile: ecco quindi dei consigli per sostituire i classici detersivi inquinanti con ingredienti naturali presenti in casa, o compiere piccoli ma importanti gesti quotidiani per fare del bene all'ambiente e alla tua salute.  All'inizio ti sembrerà difficile cambiare le abitudini ma poi ti accorgerai dei benefici, del denaro risparmiato e del tempo recuperato.

Cosa aspetti? Inizia subito da qui: 

Togli le scarpe quando entri in casa

Un gesto che sembra scontato ma che spesso ci dimentichiamo: anche solo aspettare pochi minuti prima di togliere le scarpe, passando magari dalla cucina, alla camera dove ci siamo dimenticati qualcosa, contribuisce a sporcare la casa (e quindi a usare detergenti inquinanti per eliminare lo sporco che portiamo dalla strada ai nostri pavimenti!). Insomma, le scarpe andrebbero proprio tolte sull'uscio di casa, organizzandosi con pantofole o contenitori proprio all'ingresso. E indossate appena prima di uscire.

Considera che solo attraverso le scarpe portiamo in casa centinaia di batteri raccolti "per strada", residui di pesticidi e sporco comune. Insomma, toglierle non ci costa nulla in termini di tempo e risparmia una notevole quantità di sporcizia ai nostri pavimenti. Inoltre le scarpe usurano pavimenti e tappeti molto più delle calze o delle pantofole morbide: un altro motivo per toglierle appena rientrati.

Lava i pavimenti con acqua molto calda

Niente detergenti inquinanti per i pavimenti! Se intanto abbiamo imparato a toglierci le scarpe abbiamo più che dimezzato lo sporco che si accumula in casa. Ricordati che se hai il parquet i normali detergenti specifici possono rovinarlo a lungo andare, creando una pellicola che opacizza il pavimento.

Meglio lavarlo con acqua molto calda e un po' di sapone neutro liquido di Marsiglia (proprio quello che usi per le mani!)... se provi questo metodo non tornerai più indietro!

E per gli altri tipi di pavimento? Acqua bollente e aceto con qualche goccia di olio essenziale di Tea Tree (disinfettante e antibatterico) è sufficiente per avere pavimenti splendenti e puliti in profondità... senza inquinare l'ambiente e l'aria di casa!

Utilizza l'aceto

Fai una buona scorta di aceto bianco: costa poco (puoi usare anche quello più economico) e pulisce alla perfezione! Procurati dei flaconi spray da riempire con l'aceto e il gioco è fatto! A cosa ti serve?

  • Sostituisce l'anticalcare se spruzzato sulle rubinetterie, sul lavello in acciaio inox e sui vetri della doccia.
  • Lo usi al posto dell'ammorbidente in lavatrice (in questo caso non serve il flacone spray).
  • Puoi sostituire il brillantante della lavastoviglie con l'aceto (non rimarrà nessun odore su piatti e bicchieri!).
  • Puoi usarlo in versione spray anche per i vetri.

Insomma... hai fatto il conto di quanti flaconi di detergenti hai risparmiato?

Asciuga le superfici dopo averle lavate

Un gesto davvero semplice come asciugare evita di pulire troppo spesso a causa dell'accumulo di calcare. Attrezzati con un panno da tenere vicino alla doccia e in cucina, così da non dimenticarti. Asciuga vetri e rubinetterie dopo aver fatto la doccia: così le superfici non si riempiranno velocemente di calcare e dovrai pulirle solo ogni tanto e con minor fatica.

Se in cucina hai il lavello in acciaio inox è bene asciugarlo dopo aver lavato i piatti, la verdura o altro che fa molti schizzi d'acqua. Un gesto che probabilmente le nostre mamme e nonne facevano in automatico e che se recuperato mantiene il lavello bello più a lungo senza usare spesso detergenti anticalcare.

Elimina i prodotti usa e getta

L'usa e getta (dai tovaglioli, alla carta casa ecc.) è un grande nemico dell'ambiente, oltre che del nostro portafoglio! Basta pensare a come pulivano casa le nostre mamme e nonne per capire che tanti accessori usa e getta per le pulizie sono davvero superflui. Certo, sono comodi da usare, ma con un po' di organizzazione ci si può abituare ai metodi di una volta senza perdere in praticità!

Ricicla tessuti da usare come panni elettrostatici

Usa vecchie tovaglie o lenzuola per fare degli strofinacci da usare in cucina o per pulire le superfici dei mobili e i vetri. I vecchi maglioni di lana? Grazie alla loro proprietà elettrostatica sono perfetti per lucidare i pavimenti e raccogliere ogni residuo di polvere o pelucchi! Ti basterà usare uno spazzolone e avvolgere intorno alla spazzola lo scampolo di lana. Quando hai finito sbattilo energicamente e ogni tanto lavalo in lavatrice.

Usa il bicarbonato

Il bicarbonato è un altro ingrediente economico e versatile che non può mancare in casa! Può pulire quasi ogni tipo di superficie lavabile in modo efficace o essere usato in lavatrice per potenziare l'effetto del detersivo (e quindi usarne meno). Combatte gli acari della polvere ed è un potente antiodore.

Evita gli sprechi alimentari

Infine un occhio alla spesa! Un gesto che fa davvero bene all'ambiente (e alle finanze) è evitare di buttare cibi scaduti e deteriorati. Ogni anno in Italia una famiglia butta 49 chili di cibo nella spazzatura con una perdita di 316 euro e ripercussioni pesanti sull'ambiente: non solo vanno a riempirsi inutilmente le discariche, ma anche tutta quell'energia che era servita per produrre quel cibo è finita direttamente nella spazzatura!

Insomma, investire 5/10 minuti di tempo alla settimana per organizzare il menu e la spesa evita gli sprechi ed è anche di aiuto per seguire un'alimentazione equilibrata!

Riproduzione riservata