relazione sana o tossica

Stai vivendo una relazione sana o tossica? Ecco quali sono le differenze

Capire se la propria relazione è sana e felice è abbastanza immediato, ma le cose si complicano quando arriva il momento di stabilirne l’eventuale “tossicità”: ecco i campanelli d'allarme da non trascurare

Affinità di coppia: come capire se una relazione è sana o tossica

Che una relazione di coppia sia sana, equilibrata e felice spesso è un dato di fatto che non lascia spazio a grandi dubbi: lo puoi percepire dal tuo stato d’animo, dal modo in cui ne parli con amici e familiari, dalla serenità con cui affronti la quotidianità insieme al tuo compagno.

Il discorso si complica e si fa più “torbido” quando si tratta di capire se il tuo rapporto è “tossico”, e dunque irrimediabilmente nocivo, tanto per te quanto per il tuo partner. 

Come stabilire che un amore funziona per davvero? Quali sono i fattori che rivelano l'affinità di una coppia?

Ecco allora sette punti chiave che ti aiuteranno a comprendere se la tua storia è “in buona salute”, e cosa fare nell’eventualità in cui non lo sia.

Come si gestiscono gli errori commessi

In una relazione sana: riesci a chiedere scusa – e a ottenere comprensione dall’altra parte – quando, ad esempio, cancelli un appuntamento romantico a causa dell’ennesimo impegno lavorativo, o quando ti dimentichi semplicemente di portare fuori la spazzatura per l'ennesima volta.

In una relazione tossica: preferiresti trasferirti in Siberia anziché dire “mi dispiace”. Ognuno commette degli errori nel proprio rapporto, ma la cosa più importante è essere in grado di ammettere lo sbaglio. Alcune persone hanno difficoltà a scusarsi, perché questo implicherebbe una vulnerabilità che le farebbe sentire “imperfette” e disposte a tutto pur di evitare tale momento: si auto-convincono così che non sia successo nulla di male e fanno finta che lo “sgarbo” non abbia avuto luogo.

In un rapporto sano, invece, sei capace di aprirti, riconoscere i tuoi errori e avere fiducia nel fatto che il tuo partner – nonostante ciò – ti ami ancora.

Come si fanno notare le cose al partner

In una relazione sana: tu e il tuo partner riuscite a dirvi l’un l’altro tutte le cose che amate del vostro rapporto, a volte con qualche rimostranza o richiesta per cambiare una situazione che non vi rende completamente soddisfatti o convinti (il che è del tutto normale!).

In una relazione tossica: siete entrambi più concentrati nel dar voce alle vostre frustrazioni e al vostro status quo generale anziché nel parlare di ciò che l’uno fa per l’altra (e viceversa) per essere felici. In questo tipo di relazione si parla esclusivamente di ciò che ha creato una delusione da ambo le parti, e la si evidenzia in una maniera iper-critica e accusatoria.

Se il tuo rapporto è equilibrato, la coppia riconosce e trasmette vicendevolmente le parole che vengono dette e i gesti che si fanno per dimostrare il proprio amore.

Quante volte adottate la “tecnica del silenzio”

In una relazione sana: anche quando uno di voi è arrabbiato con l'altro, riuscite a pensare ai rispettivi sentimenti e vi preoccupate di non causare nessun dolore non necessario ignorandovi a vicenda.

In una relazione tossica: il partner viene metaforicamente “congelato” dopo ogni litigio. Oltre a essere una “tattica” che sarebbe meglio lasciare ai liceali, il silenzio forzato diventa una sorta di manipolazione emotiva: sparire o trincerarsi dietro il silenzio stampa dopo un litigio è infatti un modo per creare volutamente instabilità nel rapporto.

Se la tua relazione è equilibrata, eviti di infliggere questo tipo di dolorosa insicurezza al partner, anche se vorresti agire con il pugno di ferro per affrontare la questione causa di discussione.

Quanto siete affidabili

In una relazione sana quando il tuo partner dice che farà qualcosa, sai benissimo che sarà così.

In una relazione tossica non hai mai la certezza che il tuo partner si atterrà alle promesse fatte, o se le sue sono tutte parole.

Nei rapporti sani ed equilibrati, si dispone di una base di fiducia, stabilità e sicurezza che permette alla storia di procedere in modo fluido, mentre in quelli tossici è sempre presente un livello molto alto di ansia, perché non sai mai fino in fondo se il tuo partner sarà presente sia emotivamente che fisicamente.

Quanti piccoli litigi si trasformano in grandi discussioni

In una relazione sana: è possibile accettare le reciproche divergenze senza che ciò si debba trasformare in una questione di stato. Un piccolo litigio può essere costruttivo se fatto in modo intelligente

In una relazione tossica: una piccola differenza di opinione si ingigantisce, diventando oggetto di una lotta senza precedenti. Per alcune persone può essere difficile ammettere che avere pareri discordi non significa necessariamente dividere il mondo in due fazioni, i “giusti” e gli “sbagliati”: la tendenza dei piccoli problemi a scaturire in maniera incontrollata è anche radicata nel fatto che l’amarezza emotiva costituisce il marchio di fabbrica dei rapporti tossici. Alti livelli di risentimento e di critica nei confronti del tuo partner possono infatti spingerti a gonfiare esageratamente (e pericolosamente) insignificanti disaccordi.

Quanto siete dipendenti l’uno dall’altra

In una relazione sana: riesci a vedere regolarmente le tue amicizie da sola, e allo stesso tempo il tuo partner ha le sue passioni e i suoi impegni, indipendenti da te.

In una relazione tossica: siete l’incarnazione umana del velcro, e non potete sopportare di essere messi in disparte. La co-dipendenza potrebbe apparire lusinghiera, come un segno che le cose filano così lisce che sia tu che il tuo partner detestate stare lontani l’uno dall’altra. In realtà, la necessità di essere sempre insieme si basa su una forma abbastanza radicata di insicurezza, e può accadere sia perché si ha paura di rimanere da soli, sia perché si vuole esercitare una forma malsana di controllo.

Leggi anche Dipendenza affettiva: i passi da fare per uscirne sono questi

Se il tuo rapporto è sano, riuscite entrambi a coltivare i vostri hobby, amicizie e interessi senza che ciò diventi un ostacolo al vostro rapporto, ma – al contrario – un’attitudine in grado di migliorarlo.

Perché le coppie felici non si sentono costrette a condividere tutto

VEDI ANCHE

Perché le coppie felici non si sentono costrette a condividere tutto

Quanto siete a vostro agio nel rapporto

In una relazione sana: entrambi avete la sensazione che potete discutere di qualsiasi cosa, compresi anche argomenti tabù come i rispettivi ex.

In una relazione tossica: ti ritrovi a dover nascondere eventi apparentemente innocui al partner, come ad esempio il fatto di aver incontrato un tuo amico che non rientra tra le sue immediate simpatie. Quando il tuo partner reagisce in maniera eccessiva ed esagerata di fronte alle cose che non dovrebbero di fatto costituire un problema, inizi di riflesso a “camminare sulle uova” e a utilizzare una premura che – all’interno di una relazione – rischia di diventare malsana.

Riuscire a essere aperta e non intimorita di fronte al tuo compagno è invece la dimostrazione lampante che il tuo rapporto è sano ed equilibrato, e non ha bisogno di “schemi” per proseguire senza intoppi.

Potrebbe interessarti anche Quanto (e cosa) è giusto cambiare per amore?

Riproduzione riservata