Single e felici: decalogo per vivere bene con te stessa

La nostra mentor Giulia Marchesi ci spiega perché si può (e si deve) essere felici pur essendo single

Numerosi sondaggi dicono che le persone single siano felici. Vi state chiedendo come sia possibile, soprattutto se non siete più giovanissime?

Beh, banalmente avete a disposizione un letto tutto per voi, nessuno vi occupa il bagno o lo lascia nel caos, trovate sempre la vostra tazza preferita per la colazione, nessuno vi finisce il latte e non ci sono discussioni su come si sprema il dentifricio...

Scherzi a parte (ma neppure troppo!), avere qualcuno/a a fianco può rendere la vita più ricca, ma per trovare la persona che possa davvero aggiungere qualcosa al proprio cammino, è necessario imparare a stare bene con se stesse senza l’obbligo di avere qualcuno/a al proprio fianco per esserlo. Vediamo come.

Single è bello! 10 motivi per essere felici di esser single

VEDI ANCHE

Single è bello! 10 motivi per essere felici di esser single

1. Scopri chi sei

Inizia ad approfittare del tempo che hai per conoscerti meglio: capire cosa ti piace e cosa no, quali sono i tuoi gusti, quali le tue aspirazioni e le aspettative per la tua vita, sia lavorativa che sentimentale che sociale; riscopri i tuoi valori, valuta se sono cambiati nel tempo o se sono rimasti immutati; rifletti sul passato e indaga se ci sono aspetti di te che potresti migliorare e scopri come farlo; mettiti alla prova nei varicampi della tua vita e rivoluzionali se necessario. Impara ad osservarti dall’esterno.

2. Fatti delle domande

Non smettere mai di imparare e scoprire, sii curiosa per aumentare la tua capacità di comprensione, verso di te ma anche verso le altre persone. Non dare mai nulla per scontato, confrontati, metti in dubbio, sviluppa la tua capacità di riflessione su ciò che ti accade attorno.

Apri le porte alla crescita e al cambiamento: ma puoi farlo solo se sei tu per prima ad aprirti la possibilità di metterti in gioco e ribaltare le credenze magari errate che possedevi.

Niente è statico nella vita, ma il movimento parte da te, se ti dai l’opportunità di trasformarti.

3. Dedicati a te stessa

Hai la possibilità di trascorrere il tempo come desideri, sviluppando nuovi interessi, provando nuove esperienze e sperimentando hobby insoliti, senza limiti di spazio e di orari: puoi organizzare come meglio credi le tue giornate e i tuoi weekend, senza dipendere da ciò che una relazione a due per forza richiede.

Liberati dalle cose che non ti piacciono e fai spazio ad interessi che possano farti crescere e possano stimolarti.

4. Lavora sulla tua autostima

Rafforza la confidenza che hai con te stessa, riconosci i tuoi punti di forza, incrementali ed affidati ad essi per raggiungere i tuoi obiettivi ed affrontare le sfide.

Non confrontarti con gli altri, perché tu non sei gli altri, ma sei unica: sii la versione migliore di te stessa affinando le tue abilità e ricordandoti le cose che hai ottenuto nella vita. Se in passato sei riuscita in qualcosa , significa che possiedi le capacità per riuscirci ancora!

Accettati con pregi e difetti, ricordandoti che la perfezione non esiste: puoi solo lavorare per diventare ciò che desideri. Più imparerai a muoverti nella vita con fiducia nelle tue capacità, più l’autostima ne trarrà beneficio.

Perché è importante avere una buona autostima

VEDI ANCHE

Perché è importante avere una buona autostima

5. Rafforza le amicizie

Coltiva i rapporti con le persone a te care, dedicando loro più tempo. Coinvolgile nella tua vita, fai in modo che siano il tuo cuscinetto protettivo per i momenti bui e i tuoi più grandi sostenitori per i momenti felici.

Sei libera nell’uscire, senza essere legata ad un/una partner che attende a casa: approfittane, divertimento, risate e spensieratezza non sono mai abbastanza!

La felicità è un viaggio con le proprie amiche. A tutte le età!

VEDI ANCHE

La felicità è un viaggio con le proprie amiche. A tutte le età!

6. Organizza nuovi incontri

Mettiti alla prova, anche sentimentalmente, accettando inviti ad uscire da qualcuno/a a cui piaci. Ti darà modo di sviluppare la tua rete di contatti ma anche di capire meglio che cosa ti piace nelle persone e cosa proprio no, quali sono per te le cose essenziali che dovrebbe possedere un/una partner e cosa invece preferiresti non avesse.

Allena la tua dialettica e la tua capacità di aprirti all’altra persona. Raccontare di sé non è facile, si rischia di sbrodolare con storie noiose o aneddoti imbarazzanti, perché ahimè spesso la tensione gioca brutti scherzi. Parlare di sé invece è un aspetto importante e in questo modo avrai la possibilità di imparare a farlo in modo efficace (cosa che non ti tornerà utile solo negli appuntamenti a due ma anche per un colloquio di lavoro!)

Tutti gli errori da non commettere al primo appuntamento

VEDI ANCHE

Tutti gli errori da non commettere al primo appuntamento

7. Sogna

Non smettere mai di sognare: coltiva i tuoi desideri e trova il modo di realizzarli. Non accettare una vita che non ti soddisfa, un lavoro che non ti piace, una casa che non senti tua, un posto che non ti accoglie.

Cambiare è sempre possibile: apri quel cassetto tenuto chiuso per troppo tempo e scopri cosa realmente vorresti per te stessa.

8. Stabilisci degli obiettivi

Fermati e osserva la tua vita: c ’è qualcosa che non ti soddisfa o che semplicemente vorresti funzionasse meglio? Hai voglia di cambiare qualcosa e migliorarti? Bene, prendi carta e penna e scrivi le aree in cui vorresti fare degli step di crescita e per ogni area indica qual è la metà che vuoi raggiungere. Poi datti degli obiettivi per raggiungerla: mete alte ma non irraggiungibili mi raccomando!

Per ogni proposito stabilisci dei sotto-obiettivi più piccoli, dandoti delle scadenze per raggiungerli. In questo modo potrai verificare lungo il percorso se erano troppo irrealistici e se devi modificare qualcosa nelle azioni che hai programmato per raggiungerli.

10 obiettivi da raggiungere prima dei 30 anni per stare bene tutta la vita

VEDI ANCHE

10 obiettivi da raggiungere prima dei 30 anni per stare bene tutta la vita

9. Fai attenzione alle piccole cose

Molto spesso si è così incastrati nella frenesia della vita quotidiana che ci si scorda delle cose belle che si hanno. E allora, fermati ogni tanto e apprezza ciò che possiedi e vedi attorno a te: che sia un bel tramonto, un sorriso di un estraneo, una pausa con un’amica, una buona cena cucinata con calma, un film visto per caso, una musica sentita in metropolitana, il profumo dell’erba appena tagliata, la casa che hai arredato con cura...

Siamo circondati da così tanta meraviglia che a volte la diamo per scontata o ce ne dimentichiamo: prenditi invece dei momenti per provare gratitudine, anche e soprattutto nelle giornate buie.

10. Accetta le giornate NO

Nella vita esistono giornate storte, non per forza legate a qualche avvenimento significativo per voi. Impara ad accettarle e a conviverci, perché anche quelle giornate passano.

Non costringerti a sorridere per forza o essere sempre felice, non farebbe altro che aumentare la tua frustrazione ed insofferenza.

Prendi queste giornate per quelle che sono e approfittane per prenderti cura di te: una coccola all’aspetto fisico può migliorare l’umore, così come un incontro con le persone a cui si vogliono bene.

Prendersi cura di sé rafforza l’autostima, aiuta a sentirsi libere e a volersi più bene

VEDI ANCHE

Prendersi cura di sé rafforza l’autostima, aiuta a sentirsi libere e a volersi più bene

E infine, fuori da questo piccolo decalogo: puoi trovare uno spazio da un professionista (uno/a psicologo/a o uno/a psicologo/a psicoterapeuta) all’interno del quale prenderti cura della tua storia e del tuo benessere: perché sì, a volte da sole si fa fatica e chiedere aiuto è il primo modo per stare bene.

Giulia Marchesi
Giulia Marchesi
Psicologa - se4sexeducation

Psicologa iscritta all’Albo, appassionata di relazioni, benessere e sessualità, motivi che l’hanno spinta a diventare Sessuologa, Consulente di coppia e Esperta in Educazione Sessuale. Professioni che svolge a Dolo, provincia veneziana dove si è appena trasferita, dopo una vita vissuta a Verona.

Ama viaggiare e lo fa anche per lavoro, organizzando corsi di educazione sessuale sparsi per l’Italia.

Proprio dell’educazione sessuale ha fatto una missione, che porta avanti attraverso la divulgazione sui social e la recente pubblicazione della sua prima guida rivolta ai genitori “Vorrei spiegare il sesso ai miei figli” sulla piattaforma Discorsi Online.

Riproduzione riservata