Adesso che abbiamo raggiunto un colorito dorato da fare invidia alle cover girls dell’estate, non vogliamo più che lasci la nostra pelle. La tintarella (non eccessiva, però), si sa, regala subito quell’aspetto sano e glow che ci fa indossare abitini svolazzanti ed evitare sessioni di base makeup inutili. Come mantenere l’abbronzatura perfetta? Ecco qualche trucco da mettere in pratica per ritornare al lavoro a settembre ancora raggiante: dalla preparazione della pelle prima di partire, ai rimedi una volta rientrate in ufficio. Una beauty rutine pro tintarella da osservare anche in autunno, quando si potranno sfruttare piacevoli giornate di sole.

Sotto la doccia

Primo step fondamentale per mantenere l’abbronzatura perfetta: imparare i trucchetti sotto la doccia. Innanzitutto meglio evitare il bagno rilassante a mollo nella nasca da bagno, e preferire il getto energico e rinvigorente della doccia. I prodotti per la detersione, poi, vanno scelti leggendo attentamente le etichette, senza lasciarsi abbindolare da fantomatici slogan sulle confezioni. Lasciate sugli scaffali saponi e bagnoschiuma classici, che possono rivelarsi troppo aggressivi. Si riconoscono facilmente perché quando andiamo a frizionarli sulla pelle, sia con le mani o peggio ancora con la schiuma, noteremo la formazione di molte bolle e parecchia schiuma, segnale che non abbiamo applicato un prodotto delicate. Il sapone scioglie i lipidi della pelle, ossia quella pellicola sottile di sebo che la pelle produce per mantenere le cellule compatte. Meglio dunque scegliere detergenti delicati oppure oleosi che aiutano la pelle a restare idratata a lungo.

Anche la temperatura dell’acqua è fondamentale per avere la pelle abbronzata più a lungo. Evitare lunghi bagni con acqua calda. Restare per molto tempo immersi nell’acqua calda, infatti, causa disidratazione. La pelle così facendo tenderà a seccare. Meglio fare docce fresche ed energizzanti, anche più di una al giorno se le temperature sono molto calde e abbiamo necessità di liberare la pelle da sale e/o sudore. L’acqua, se fresca, aiuta a migliorare la circolazione e a mantenere la pelle più compatta.

Idrata la pelle

Quando ci esponiamo al sole, tassativamente dopo aver applicato crema con filtro protettivo in base al fototipo di ognuna, su tutto il corpo e sul viso, dobbiamo idratare la pelle. Per mantenere l’abbronzatura perfetta vengono in aiuto i fosfolipidi e la glucosamina, i primi sono utili per rinforzare le membrane delle cellule e la seconda è uno zucchero utilizzato dalla pelle per produrre acido ialuronico. Cercate nell’inci delle creme doposole questi due ingredienti essenziali, ma anche vitamina C e vitamina E.

Scrub e cerette, prima della tintarella

Esfoliazione e depilazione andranno scritti sui post-it delle “cose da fare prima della partenza”. Non solo per gusto estetico, ma anche per potenziare la tintarella. Lo scrub, è preparatorio: nei mesi estivi i pori della pelle hanno bisogno di ossigenarsi da smog, impurità (e mascherine, considerato il dispositivo di protezione che ci fa compagnia da diverso tempo). Prima di applicare sulla pelle di viso e corpo, oli e creme solari, è necessario esfoliare, ed eliminare impurità e cellule morte. Facendo questo passaggio, renderai la pelle più propensa ad assorbire tutti i prodotti che andrai a stendere e riuscirai a mantenere l’abbronzatura perfetta. Lo scrub perfetto per l’estate è a base oleose, con olio di argan o jojoba, e cristalli di sale marino, che idrata e leviga la pelle, rendendola anche più luminosa favorendo il rinnovamento cellulare.

Detersione del viso

La detersione è un passaggio essenziale a cui prestare molta attenzione per mantenere l’abbronzatura perfetta. Oltre a evitare di usare acqua troppo calda, e quindi lavare e massaggiare il viso con acqua tiepida, meglio ancora se fredda, è importante scegliere un detergente viso delicato, ricco di ingredienti emollienti e lenitivi. Evitate i prodotti schiumogeni, e preferite gel detergenti e acqua micellare: fanno poca schiuma e idratano. Prediligete prodotti che non contengano sapone, ma solo saponine vegetali, così non irriterete la pelle, andrete a regolare la secrezione sebacea e a restringere i pori. Il viso risulterà idratato e super luminoso, senza che ci sia nemmeno il bisogno di utilizzare fondotinta o terre bronzing.

Acceleratore di abbronzatura

La miglior strategia per mantenere la pelle abbronzata a lungo è: esfoliare, idratare e intensificare con un piccolo aiuto cosmetico. Un acceleratore di abbronzatura, infatti, può preservare il colorito ottenuto in vacanza. Spesso questi prodotti contengono complessi vegetali dal potere antiossidante, e quindi contrastano l’invecchiamento cutaneo, e stimolano allo stesso tempo la produzione di melanina, intensificando e prolungando l’abbronzatura in modo uniforme e naturale.

Lontane dall’aria condizionata

La parola d’ordine è: resistere. Quando si può, ovviamente. Se al rientro dalla vacanza volete mantenere l’abbronzatura perfetta ma le temperature sono ancora roventi, provate a restare lontane dall’aria condizionata, nemica della tintarella. Il condizionatore, infatti, asciuga e deumidifica l’aria, andando di fatto a seccare la pelle, che potrebbe desquamarsi. Se in ufficio non la si può proprio spegnere, applicate una dose generosa di crema idratante.

donna che combatte il caldo ventilatore

Come evitare di abbronzarsi a macchie

Per il primo sole c’è il rischio di abbronzarsi a macchie. Come evitare questo fastidioso inestetismo? Prima di esporvi al sole, sarebbe bene fare uno scrub: in questo modo si tolgono tutte le cellule morte e le macchie che già in precedenza la nostra pelle presenta. Importantissimo poi applicare sempre la protezione solare e in maniera uniforme: questo evita che in alcune zone ci si abbronzi e in altre, al contrario, ci si scotti. Se avete già alcune macchie solari, potete provare a schiarirle con appositi prodotti in commercio, come creme e gel schiarenti. Infine, evitate di mettervi al sole dopo aver fatto la ceretta: questa tipologia di trattamento irrita la pelle e se ci si espone nelle prime 24 ore dopo la ceretta si rischia di abbronzarsi a macchie. 

Come rendere l’abbronzatura uniforme

Rendere l’abbronzatura uniforme è il sogno di tutte le persone che amano esporsi al sole. Ma non è sempre semplice. Effettuare degli scrub o gommage nei giorni antecedenti all’esposizione può essere un valido aiuto, perché si eliminano le cellule morte: la pelle rinnovata appare più luminosa. Esistono poi degli integratori specifici: alcuni stimolano la produzione di melanina, la sostanza che dona colore alla pelle, altri invece contengono carotene e sono perfetti per chi desidera un’abbronzatura non solo più uniforme, ma anche più intensa. Ricordatevi poi di idratare sempre la pelle, anche per evitare che la pelle si spelli e che quindi l’abbronzatura venga rovinata. 

Come tenere l’abbronzatura tutto l’anno

Mantenere la tintarella dopo l’estate non è semplice, soprattutto per chi ha la carnagione chiara. Ma comunque non è impossibile. Certo, ci sono delle accortezze che dovrete seguire. Partiamo innanzitutto dalla dieta: prediligete cibi ricchi di vitamina C e betacarotene, che aiutano nella stimolazione della melanina. Fate attenzione a non usare prodotti per la pelle troppo aggressivi: vanno bene saponi e detergenti delicati; sempre a questo proposito, scegliete prodotti idratanti viso e corpo studiati appositamente per mantenere l’abbronzatura. Infine, no all’acqua bollente: ai bagni caldi preferite docce fredde. Ricordate che bastano 20 minuti di esposizione al sole ogni giorno per mantenere attive le cellule che producono la melanina.