autoabbronzante

Abbronzatura spray: controindicazioni

Sono molte le persone che si affidano ai prodotti spray che garantiscono l'abbronzatura, sono sicuramente pratici ma quali sono le controindicazioni? Scopriamole insieme.

Amiamo avere un colore della pelle che sia caldo e ben dorato, soprattutto durante il periodo estivo. I soggetti che hanno il colore dei capelli chiari hanno molte difficoltà ad abbronzarsi adeguatamente poiché la loro presenza di melanina è minore rispetto al classico soggetto mediterraneo.

Durante il periodo estivo le carnagioni chiare hanno un colorito pallido o addirittura arrossato ed è difficile avere la classica e bella abbronzatura. I consigli dei dermatologi è quello di non prendere molto sole a causa dei gravi effetti dannosi sulla cute, che non riguarda solo insolazioni o eritemi, ma addirittura l’evolversi di forme tumorali.

Stessa cosa può valere per le lampade se non vengono fatte adeguatamente. In commercio sta prendendo piede l’utilizzo dell’abbronzatura spray: prodotti auto-abbronzanti che colorano la pelle come se fosse realmente abbronzata. Ma come ogni cosa bisogna conoscere quali possano essere le eventuali controindicazioni.

Abbronzatura: sole e solari, tutta la verità

VEDI ANCHE

Abbronzatura: sole e solari, tutta la verità

Colorito non uniforme

Un primo aspetto che riguarda le abbronzature spray è che possono presentarsi sulla cute come delle colorazioni a macchie. La DHA non si è perfettamente allegata alla cheratina della pelle e di conseguenza non si possiede un colorito uniforme ritrovandosi delle chiazze di colore sulla pelle.

10 cibi che favoriscono l’abbronzatura proteggendo la pelle e idratandola

VEDI ANCHE

10 cibi che favoriscono l’abbronzatura proteggendo la pelle e idratandola

Colorito sbagliato

Un altro aspetto è quello che il colorito desiderato sia sbagliato rispetto a quello che si è previsto. Trattandosi di una colorazione della pelle, e quindi di una sorta di alterazione della pigmentazione, allora può avvenire che il colore non sia esattamente quello sperato.

Come togliere i residui di abbronzatura? Prepara la pelle alla nuova stagione

VEDI ANCHE

Come togliere i residui di abbronzatura? Prepara la pelle alla nuova stagione

Breve durata

Altro aspetto è che si tratta comunque di un prodotto non molto duraturo: ha una media di 5-7 giorni di durata, quindi piuttosto breve. Infatti già dalla prima doccia il colore inizia a perdersi e di conseguenza si dovrebbe ripetere il trattamento per riottenere l’effetto abbronzato.

5 modi per mantenere la tua abbronzatura sempre uniforme e al top

VEDI ANCHE

5 modi per mantenere la tua abbronzatura sempre uniforme e al top

Sudorazione accentuata

Altro aspetto riguarda un lieve aumento della sudorazione, che può essere accentuata se il soggetto soffre di eccessiva produzione delle ghiandole sudoripare. Si tratta sempre di un prodotto coprente che tenderà a non far traspirare molto la pelle e di conseguenza ad aumentare la sudorazione. Infatti è un prodotto sconsigliato per chi soffre di forte sudorazione e per chi ha problemi di sovrappeso.

Il doposole prolunga l’abbronzatura, uno dei tanti motivi per usarlo

VEDI ANCHE

Il doposole prolunga l’abbronzatura, uno dei tanti motivi per usarlo

Infiammazioni cutanee

Altro aspetto da non sottovalutare è quello dei vari ingredienti presenti in questi spray abbronzanti. Trattandosi di un prodotto che comporta una colorazione della propria pelle e quindi di un’alterazione, se pur temporanea, bisogna prestare attenzione al sopraggiungere di eventuali eritemi ed infiammazioni cutanee.

Riproduzione riservata