È nato il royal baby

È nato il 22 luglio 2013, alle 17.24 ore italiane, l’erede al trono britannico. Spiazzando ogni tipo di aspettativa e previsione è venuto al mondo un bel maschietto di quasi 4 chili di peso. Grandissima apprensione ed eccitazione da quando la mattina, poco prima delle 6, la coppia reale è stata vista varcare l’entrata posteriore del St. Mary Hospital, la stessa che aveva accolto Lady Diana 31 anni fa per la nascita di William. Un’ora dopo che la BBC aveva annunciato l’ingresso in ospedale della duchessa di Cambridge, è arrivato anche il comunicato ufficiale di Kensington Palace che ha confermato che l’ex miss Middleton era entrata in travaglio.

Benvenuto Sua Altezza Reale

Dopo mesi, giorni e ore di apprensione e trepidante attesa per l'arrivo del royal baby, finalmente il duca e la duchessa di Cambridge hanno dato alla luce il tanto atteso erede al trono. E i sudditi sono impazziti di gioia

Tutti aspettavano una femmina, e invece...

Tutti hanno fatto il tifo per Kate

La Lindo Wing del St. Mary Hospital, l’ala privata che costa 5mila sterline a notte, ha “assistito” alla nascita prima di William e due anni dopo del principe Harry. E ora il dottor Marcus Setchell e il dottor Alan Farthing hanno provveduto a far nascere anche il terzo in linea di successione al trono. Sì, perché dopo Carlo e William, sarà proprio il principe di Cambridge a portare la corona.

Finalmente... Sua Altezza Reale

Non ha ancora un nome il figlio dei duchi di Cambridge, ma la curiosità è che il pargolo reale non dovrà per forza portare un cognome come tutti i comuni mortali perché si chiamerà “semplicemente” Sua Altezza Reale principe di Cambridge e ci si potrà riferire a lui solo in questo modo. Tuttavia, se William e Kate vorranno includere un cognome, il bello è che potranno scegliere fra tre rispettabilissime varianti: Mountbatten-Windsor, Wales oppure Cambridge.

Sudditi impazziti per il royal baby

Gli inglesi si sa, amano scommettere, e in questo caso hanno puntato proprio su tutto, dal sesso del nascituro al nome, dal colore degli occhi al peso e alla lunghezza, fino al segno zodiacale. Dato per “cancro” fin dai primi mesi di gravidanza della duchessa di Cambridge, negli ultimi giorni tutti incominciavano a pensare che potesse invece essere un leoncino. Ma il Principe ha deciso di essere un attraente, riservato e testardo Cancro.

William e Kate, una moderna famiglia reale

Oggi la gravidanza di Kate e il parto sono eventi mediatici di un’importanza tale da tenere incollati milioni di telespettatori alla televisione. Nove mesi in cui tutti i sudditi, ma non solo, hanno aspettato insieme a Kate e William la nascita dell’erede al trono. Ma in passato non è sempre stato così. Prima che lady Diana decidesse di partorire in ospedale, tutti i membri della Famiglia Reale sono nati nelle loro residenze: il principe Carlo è nato a Buckingham Palace, sua sorella Anna a Clarence House mentre la Regina al numero 17 di Bruton Street a Mayfair.  

Kate, la duchessa più amata

Perché tutta questa frenesia? Intanto perché William incarna tutte le qualità del bel principe azzurro e perché porta con se tutte le qualità lasciatogli dalla tanto amata mamma Diana. E poi c’è Catherine: una donna che ha dimostrato prima, ne quasi dieci anni di fidanzamento più o meno ufficiale, poi nei primi due di matrimonio di essere la compagna più adatta a stare al fianco del futuro Re d’Inghilterra.

La Regina Elisabetta II intanto è stata accontentata visto che domenica, nella sua ultima uscita pubblica, aveva espresso il desiderio che il royal baby nascesse prima di venerdì, giorno in cui lei sarebbe partita per le sue vacanze nella tenuta di Balmoral, in Scozia. Ora può farlo a cuor leggero

Will, Kate e Sua Altezza Reale l'erede

Non dimentichiamo che, per tutte le creaturine (solo britanniche purtroppo) che verranno alla luce, caso vuole, proprio il 22 luglio, giorno della nascita del piccolo principe, la Zecca inglese ha coniato un penny porta fortuna. In Inghilterra infatti è di buon auspicio strofinare sulla mano di un neonato una monetina e l'occasione regale ha stimolato la fantasia dei creatori del Royal Penny che hanno coniato 2.013 monete d'argento da distribuire ai baby sudditi che festeggeranno il compleanno lo stesso giorno del futuro Re.

Riproduzione riservata