L'importanza di dormire bene

Dormire bene è importantissimo per la salute del nostro organismo. La quantità di sonno necessaria per ogni individuo varia a seconda dell'età. Per gli adulti mediamente si aggira intorno alle 7-8 ore. Ma non basta. Perché il nostro corpo recuperi le energie perse durante la giornata è fondamentale anche la qualità del riposo, che deve essere costante e ininterrotto. Per capire se dormi abbastanza sfoglia la gallery e scopri i sintomi più comuni di chi soffre di disturbi del sonno.

Dormi abbastanza? Ecco come capirlo

Stanchezza, irritabilità, aumento di peso: i sei sintomi per capire se dormi abbastanza

Dormire bene vuol dire vivere meglio.

Il sonno aiuta a recuperare le forze, a staccare con la mente e rigenerare le energie fisiche e psichiche spese nel corso della giornata. Per quanto questa attività possa essere importante, però, ci sono persone che non riescono a riposare come dovrebbero. Per alcune si tratta di insonnia, per altre di disturbi del sonno periodici a seconda delle fasi della vita e dello stress quotidiano.

Quando non dormiamo come dovremmo l'organismo ne risente e inizia a mandare segnali di allarme. Stanchezza, irritabilità, inestetismi sono solo alcune delle conseguenze che un cattivo riposo può generare.

Per capire se dormi abbastanza basta tenere sotto controllo alcuni semplici sintomi. Sfoglia la gallery e scopri quali sono.

Calo di soglia dell'attenzione

Avere difficoltà nel mantenere alta la soglia di attenzione è uno dei primi sintomi di sonno insufficiente. Chi non dorme abbastanza o dorme male ha maggiori difficoltà a concentrarsi, ad ascoltare e a svolgere correttamente e senza problemi le mansioni quotidiane. Capita così di non riuscire a reagire prontamente agli stimoli e di agire in modo meno razionale e più emotivo. Se la carenza di sonno perdura nel tempo, può provocare danni irreversibili al cervello che non riuscirebbe più a recuperare appieno le sue funzioni e la capacità di concentrazione come un tempo.

Pressione alta

Anche una sola notte senza dormire può provocare un aumento della pressione sanguigna in persone che già soffrono di ipertensione. Diversi ricercatori credono che questo spieghi la correlazione tra privazione del sonno e disturbi cardiovascolari, compresa la possibilità di ictus.

Aumento di peso

Dormire poco è considerato uno dei fattori di rischio per l'obesità, alla stessa stregua della mancanza di esercizio e dell'eccesso di cibo. Alcuni studi hanno dimostrato che le persone che dormono meno di sei ore a notte hanno maggiori possibilità di avere un elevato indice di massa corporea, mentre le persone che riescono a raggiungere le otto ore di sonno hanno un indice di massa corporea inferiore. Inoltre quando si soffre di disturbi del sonno l'organismo tende a secernere maggiore insulina dopo i pasti. L'insulina favorisce il deposito di grasso, per questo alti livelli nel sangue sono associati ad aumento di peso.

Peggioramento dei riflessi

Secondo la National Sleep Foundation, dormire meno di 6 ore o soffrire di insonnia triplica il rischio di incidenti stradali e domestici collegati proprio alla mancanza di concentrazione. Un sondaggio da loro condotto ha dimostrato che il 60% dei guidatori adulti intervistati ha ammesso di essersi messo al volante ancora da assonnato e che 100 milioni di persone si sono addormentate mentre guidavano. Un'altra ricerca dell'istituto di Medicina statunitense ha rilevato che il 20% degli incidenti è stato causato da sonnolenza alla guida.

Depressione

La carenza di sonno può indurre depressione, soprattutto negli adolescenti. Secondo una ricerca condotta dall'Università del Texas, i giovani che non dormono abbastanza sono quattro volte più a rischio di sviluppare disturbi depressivi rispetto ai coetanei che riposano bene.

Abbassamento delle difese immunitarie

Dei ricercatori dell'Università di Helsinki hanno scoperto importanti legami tra la carenza di sonno e i meccanismi di difesa dell'organismo. Lo studio ha rilevato che chi dorme meno di sette ore a notte ha il 12% di possibilità in più di contrarre malattie legate al sistema immunitario rispetto a chi dorme almeno otto ore. Questo perché la mancanza di un corretto riposo altera il processo di trascrizione di alcuni geni adibiti alla regolazione del sistema immunitario.

Riproduzione riservata