Ricostruirsi dopo rottura

Una rottura non è la fine, ma l’inizio: basta imparare a ricostruirsi

Quando finisce una lunga relazione sentimentale è quasi inevitabile soffrire, ma questa condizione non è permanente. Ci sono tempi e modi per ricostruirsi: è il punto di partenza per ricominciare

Quando una relazione di lungo corso termina, si soffre, è praticamente inevitabile. Spesso si pensa che appena finita una storia seria sia facile cominciarne un'altra importante subito dopo, ma è una convinzione che si basa su poche, rare, eccezioni.
Più frequentemente, una rottura sentimentale significa dover riconoscere che la relazione non funzionava più: questo è difficile, sia per chi lascia sia per chi subisce la decisione. A ogni modo, dopo una rottura, non è affatto detto che si cominci immediatamente una nuova storia. Anzi, tra una relazione lunga e l'altra, la cosa migliore è prendersi il tempo per ricostruirsi.

Perché è importante ricostruirsi

Di sicuro avrai sentito il concetto di relazione di rimbalzo: è quando si comincia una relazione subito dopo averne chiuso una lunga.
Anche se inizialmente una nuova storia può aiutare a distrarre dalla sofferenza post rottura, è universalmente riconosciuto che le relazioni di rimbalzo di solito falliscono. Il nuovo partner riempie i profondi vuoti emotivi che si erano sviluppati nell'ultima relazione e si può pensare di vivere l'eccezione alla regola dei "rimbalzi falliti".

Ma non è così, perché se non ci si prende il tempo per ricostruirsi dopo una storia lunga e importante, dopo un po’ anche il rapporto di rimbalzo non andrà più bene. Finito il periodo di transizione, sarà chiaro cosa si vuole davvero e, quasi certamente, non sarà il partner "di passaggio".
C'è un modo migliore per andare avanti, che rende più forti nel lungo periodo e aiuta ad affrontare la prossima relazione importante con più stabilità e meno angoscia. Questo metodo consiste, "semplicemente", nel ricostruirsi.

Riconosci la fase di ricostruzione

Prima che le persone possano andare avanti, devono ricostruirsi. Vale anche per te: riconosci che hai bisogno di tempo per riorganizzarti e concentrati su di te. L'obiettivo durante questo periodo è quello di guarire e chiarire come vuoi che sia il tuo prossimo passo. Prenditi tutto il tempo che ti serve per questa fase, non avere fretta.

Esplora qualcosa di sicuro prima di tentare il nuovo

Quando vivi una relazione a lungo termine può essere difficile sapere cosa vuoi davvero.
Dopo una rottura, invece di cercare una nuova relazione, esplora qualcosa in cui ti senti sicura. Un viaggio in una destinazione familiare, un'esperienza di cui hai un buon ricordo, un progetto lavorativo in cui sai che avrai successo. Uno dei vantaggi di questo periodo è proprio la possibilità di respirare con calma e di concentrarti su di te.

Lasciare andare: l’importanza degli addii, anche quando fanno male

VEDI ANCHE

Lasciare andare: l’importanza degli addii, anche quando fanno male

Non buttarti subito in un'altra relazione

Non è il momento di uscire con qualcuno o di entrare in nuove relazioni. Lo scopo di questa fase di ricostruzione è concentrarsi su di te: dovresti ricostruire il tuo senso di identità come individuo. Per farlo, devi imparare a fare affidamento su te stessa. Diventa finanziariamente stabile se non lo sei. Decora il tuo appartamento in un modo che ti renda felice. Impara ad affrontare i tuoi vuoti emotivi affidandoti a te sola, non a qualcun altro.

Identifica la tua rete di supporto

Vale sempre in realtà, ma soprattutto in questa fase è più importante che mai avere una rete affidabile di supporto. Allontanati dalle persone che non hanno in mente il tuo migliore interesse, che ti fanno dubitare delle tue decisioni e che non ti supportano. Identifica le amicizie che hanno dimostrato di essere degne del tuo tempo e della tua energia. Concentrati sulla qualità delle relazioni, piuttosto che sulla quantità.

Lasciati aiutare

Non vergognarti a essere aiutata per guarire e andare avanti. Rifletti sulla tua ultima relazione e trova tutte le risorse di cui hai bisogno per guarire. Sei ti serve il supporto emotivo delle amiche, manifesta esplicitamente le tue necessità. Se ritieni di aver bisogno (o te lo consigliano gli affetti) di una consulenza professionale, cerca la persona più adatta a te, che sia uno psicologo, uno psicoterapeuta o magari un coach. In qualsiasi modo tu voglia lavorare su di te, questo è un ottimo momento per cominciare.

Sviluppa una pratica quotidiana

Avere delle abitudini fa sempre bene, soprattutto quando si vuole imparare a dedicare del tempo a se stessi ogni giorno. Individua quali momenti puoi prenderti per conoscerti. Sviluppa questo tempo in due pratiche quotidiane, una dedicata all'introspezione, l'altra all'esplorazione del mondo esterno. Sperimenta cose nuove, emozioni comprese. Sfidati, mettiti in discussione e ristabilisti il tuo sistema di valori.

Sii fiduciosa

Anche se ci saranno momenti di tristezza, abbi fiducia in questo processo di ricostruzione. Col passare del tempo, riacquisterai fiducia e farai maggiore chiarezza dentro di te. Alcune parti del tuo io passato potrebbero continuare, ma potresti cambiare completamente in altri aspetti.

In questa fase, ti è consentito essere un po' egoista. Concentrandoti su di te, ti stai preparando per essere la versione migliore di te stessa. Così attirerai situazioni (e persone) più in linea con la vita che vuoi avere nella tua prossima relazione.

Riproduzione riservata