Quando puoi indossare tutto

Che ci crediate o meno esiste la guida alle scarpe perfette.  Sì, insomma una sorta di “bon ton” che segnala quando e come indossare questo o quel tipo di scarpa. A quanto pare il New York Times ha deciso che non se ne poteva più di vedere esagerati plateau a cerimonie ufficiali o ballerine alla prima della Broadway o ancora tacchi a spillo per una gita al mare. Evidentemente senza la “guida” giusta, le persone non sanno quali scarpe calzare: occorre infatti scegliere l’altezza più adatta all’età e all’occasione. Vedere una sessantenne in minigonna e tacchi a spillo vertiginosi non è poi così entusiasmante.

Scarpe: da New York la guida perfetta

Ogni età e soprattutto ogni occasione ha bisogno della scarpa adatta. Ecco quindi cosa indossare a 20, 30, 40 e 50 anni. A cominciare dal prossimo Natale

Proporzioni perfette

Senza nulla togliere alle sessantenni (che oggi hanno molta più classe di tante ventenni) e allo stiletto, ogni età ha il suo tacco e ogni occasione la sua misura. Con una raccomandazione su tutte: non inerpicatevi fin “lassù” se poi non siete in grado di essere all’altezza! E così, se ti chiami Blake Lively, Mila Kunis o Kristin Stewart e hai 20 anni (o poco più) ti puoi permettere di tutto ai piedi…ma attenta alle occasioni.

La sera vuole il tacco

Per un giro di shopping con le amiche si devono evitare il plateau o il tacco 12 mentre sono azzeccatissimi per una cena, un party o una festa. Magari a 20 anni non si hanno molte occasioni di questo genere, ma occorre essere previdenti e tenere a portata di piede questi due tipi di decolleté.

No panic

Mai come quest’anno la moda è stata di larghe vedute e, complice a crisi, oggi le regole vanno un tantino riviste così che per gli auguri di Natale con i colleghi si possa evitare di andare in ansia per la scelta delle scarpe. Ma dobbiamo rivelarvi un segreto: a volte, il buon gusto non basta proprio. E se a vent’anni tutto è permesso, dal plateau al tacco fino alle slippers o ballerine, man mano che si sale con gli anni le direttive si fanno più rigide. Ma una cosa è certa,  che si esca in tacco 12 o rasoterra l’eleganza deve essere garantita.

Quando brillare è lecito

Tra i 20 e i 30 anni brillare non è solo lecito ma doveroso. Si possono azzardare strass, paillettes, cristalli e tanto tanto colore. E non stiamo parlando solo del Capodanno ma anche del Natale in famiglia. L’abbigliamento perfetto per una scarpa scintillante e molto alta è senza dubbio una gonna o un abitino leggero e svolazzante che poggi dieci centimetri sopra il ginocchio e con un “sopra” aderente e magari con un tocco di lurex per un effetto en pendant.

Scarpe personalizzate

Se appartieni alla fascia d’età tra i 30 e i 40 lo stiletto è perfetto in qualunque occasione, ma anche un bel paio di eleganti ballerine o slippers personalizzate. Basta avere l’accortezza di allungare di qualche centimetro l’orlo della gonna e accorciare quello dei pantaloni così da lasciare sempre intravedere le caviglie che sono uno dei punti di seduzione più importanti.

L'altezza giusta

Tra i 40 e i 50 si allungano e stringono le gonne e si accorciano i tacchi: il modello a punta con un’altezza di 5/8 centimetri è perfetto per la vita di tutti i giorni, per portare i figli a scuola, correre in scooter tra una riunione e una commissione e perfino per un appuntamento dell’ultimo minuto. Elegante e raffinata questo tipo di decolleté è tornata alla ribalta ed è amata da star come Cameron Diaz e Nicole Kidman che ne ha fatto il suo cavallo di battaglia.

I modelli più fashion

Ultimamente sono molto in voga i modelli vintage ma occorre sapere dove andare a comprarli e come scegliere: le migliori hanno un’etichetta all’interno con la griffe dello stilista e i modelli più pregiati sono realizzati completamente in pelle, fodera compresa e recano la dicitura “vero cuoio” in italiano, “cuir veritable” in francese oppure “all leather” in inglese. Ultimo dettaglio: i tacchi originali degli anni 50 e 60 hanno il sopratacco di metallo e non di plastica.

La scarpa vintage

Come per qualsiasi altro paio di scarpe, anche per quelle vintage assicuratevi  che ci sia abbastanza spazio in punta per muovere le dita; e se calzano un po’ strette non disperate, anche le scarpe degli anni Sessanta o Settanta possono essere allargate.

La scarpa adatta alle feste

Infine, se acquistate un paio di scarpe su eBay o su qualsiasi altro sito Internet non fidatevi della misura indicata nella descrizione perché i numeri cambiano da Paese a Paese e da produttore a produttore. Chiedete che vi venga fornita la lunghezza e la larghezza esatta e confrontatela con il vostro piede.

E ora a voi la scelta…della scarpa giusta per l’occasione perfetta. Non solo per le feste!

Riproduzione riservata