macchie seta

IL CAPO PREGIATO CHE SI MACCHIA

Durante una festa, una goccia d’olio cade sul tuo capo di seta preferito.

Fai così  Chiedi alla padrona di casa se ha del talco: in caso contrario, anche della farina o dell’amido vanno bene. Usali per cospargere la macchia e aspetta che l’unto venga assorbito. Se rimangono degli aloni, inumidisci l’area con del sapone per i piatti, che sgrassa. Poi, una volta a casa, lava il top come fai sempre.

Soluzioni rapide per macchie e altri imprevisti con gli abiti

La zip che si blocca, la montatura degli occhiali che cede o la camicetta che si macchia mentre sei a un party: ecco come risolvere i piccoli contrattempi e salvare i tuoi capi preferiti. A tempo di record

Come evitare i danni del lavaggio in lavatrice

Come riporre gli abiti nell'armadio in modo corretto

Gli stivaletti rovinati

Hai camminato a lungo sotto la pioggia e ora le tue scarpe di pelle sono opache e usurate

Fai così  Strofina sulle macchie un batuffolo di cotone imbevuto di una soluzione di acqua e aceto di vino bianco, in parti uguali. Poi procurati uno spazzolino con setole morbide e ripassalo sulle stesse zone: questo procedimento, oltre a togliere lo sporco, ravviva i colori. Quando gli stivaletti saranno asciutti, se vuoi puoi trattarli con poche gocce del latte detergente che usi per togliere il trucco: ammorbidirà la pelle.

Il maglione che ha un cattivo odore

Hai un golf in cachemire o lana d’angora a cui tieni molto, ma che non profuma più come una volta?

Fai così  Prima di portarlo in tintoria, riponilo in freezer, in un sacchetto di plastica, per circa 3 ore: il freddo ucciderà i batteri che causano l’odore sgradevole. Se invece sul maglione si sono creati gli antiestetici pelucchi, eliminali usando con delicatezza una striscia di scotch da pacchi.

Il reggiseno che si strappa

Sei in giro e ti accorgi che il ferretto di una delle coppe è uscito dalla cucitura?

Fai così  Se non puoi cambiarti, il rimedio d’emergenza è “tamponare” lo strappo con un piccolo cerotto, come quelli che si usano per curare le vesciche dei piedi. La prossima volta che lavi i tuoi indumenti intimi in lavatrice, usa il programma delicato e inseriscili in una federa di cuscino: così li proteggerai dallo stress del lavaggio ed eviterai future rotture. Se hai l’asciugatrice, non usarla per i reggiseni: il calore tende a deformare i ferretti.

La chisura lampo che si blocca

Succede sempre quando stai per uscire: la zip della giacca a vento si inceppa e tu perdi tempo

Fai così  Prendi un cotton fioc e intingilo nella crema per le mani o in un prodotto idratante per il corpo. L’ideale sarebbe la vaselina, ma se non ce l’hai anche i cosmetici vanno benissimo. Con la punta del cotton fioc ungi il carrello della cerniera e i denti più vicini e poi prova a farlo scorrere piano piano

La maglietta con gli aloni

Di ritorno dalla palestra, ti accorgi che sulla t-shirt sono rimaste evidenti tracce di sudore

Fai così   Per eliminare completamente le macchie, ti conviene pretrattarle prima del lavaggio. Prepara velocemente un impasto di bicarbonato (4 cucchiai) e acqua (una tazzina da caffè), da strofinare in particolare nella zona delle ascelle. Poi lascia agire un paio d’ore e procedi con il solito ciclo in lavatrice. A questo punto, stai attenta a non fare asciugare la t-shirt all’aperto se è in fibra sintetica, perché il sole potrebbe fissare la macchia.

Gli occhiali che scivolano via

Le piccole viti che fissano le asticelle degli occhiali non fanno più presa. Come rimediare al volo?

Fai così   Bloccale con una goccia di smalto trasparente. È una soluzione d’emergenza, che però funziona, in attesa di portarli dall’ottico e sistemarli. Usa lo smalto anche per fermare un bottone prima che si stacchi da una camicia.

Il capo sporco di deodorante

Ti stai preparando per andare al lavoro e all’ultimo momento ti accorgi di un antiestetico alone bianco

Fai così   Ci sono due modi. Se hai in casa una gruccia con le estremità ricoperte di spugna (tipo quelle che le lavanderie utilizzano per i vestiti lavati a secco), strofinala sulla stoffa: assorbirà la macchia. Altrimenti, tampona la zona con un batuffolo imbevuto di aceto e alcol in parti uguali, magari provando prima in un angolo nascosto, per verificare che la stoffa non si scolorisca o non perda morbidezza.

Riproduzione riservata