punti chakra

Alla scoperta del plesso solare: cosa è il terzo chakra e come sbloccarlo

Mai sentito parlare del terzo chakra o plesso solare? Vediamo cos'è e come possiamo sbloccarlo, anche attraverso lo yoga.

Cos'è il terzo chakra

Il terzo chakra, ossia il chakra del plesso solare, è il chakra della realizzazione personale. Collegato alla nostra forza interiore, è la sede della nostra determinazione e volontà.

Rafforzando questo chakra riusciamo ad affrontare meglio le sfide di ogni giorno, migliorando la nostra tenacia davanti alle difficoltà. E' un chakra molto potente che può incidere sulla nostra vita in modo notevole.

In sanscrito si chiama Manipura.

Dove si trova il terzo chakra

Come si intuisce dal nome, si trova nella zona del nostro plesso solare, quindi nella zona del tronco compresa tra l'ombelico e lo sterno. Per avere un'idea più precisa, è all'incirca dove si trova il diaframma.

Caratteristiche principali

Il terzo chakra è la sede dell'ego, è connesso alla nostra volontà e ci accompagna in ogni cambiamento. Avere questo chakra disallineato significa non dare ascolto ai nostri impulsi, vivere insoddisfatti e provare rabbia. E' una rabbia che ci consuma, ci rende infelici e ci impedisce di trovare l'armonia.

Se invece è in equilibrio ci rende sicuri di noi stessi, pronti a guardare in faccia la realtà, superare gli ostacoli, le paure e le ansie della vita. Manipura ci guida lungo la giusta via, per questo è importante ascoltarsi e farsi un'esame di coscienza. Se viviamo da troppo tempo insoddisfatti, dovremmo provare a sbloccare questo chakra.

Come si sblocca il terzo chakra

Per sbloccare i chakra ci sono sempre diverse vie, tra le principali ci sono esercizi di respirazione e meditazione oppure posizioni yoga particolarmente indicate. Oltre a queste, si può scegliere anche un olio essenziale o la cromoterapia. Vediamo nel dettaglio tutte le soluzioni.

Respirazione del fuoco

Attraverso la respirazione del fuoco andiamo a risvegliare il chakra. Da praticare a stomaco vuoto, è consigliata al mattino mentre la sera sarebbe meglio non farla.

L'intento è quello di fare delle piccole e veloci espirazioni forzate andando a muovere l'addome verso l'esterno. Importante non muovere invece lo sterno o altre parti del corpo. Si consigliano 3 cicli da 20 respirazioni. Idealmente, è possibile stare in apnea tra un ciclo e l'altro per 15 tempi.

yoga terzo chakra

Yoga per il terzo chakra

Per lavorare sul terzo chakra l'asana che è più indicata è la posizione della barca. Infatti, è una posizione che lavora sull'attivazione addominale. A seconda del grado di forza personale, si può fare con le gambe piegate o con le gambe distese.

Oli essenziali

Gli oli essenziali utili per il terzo chakra sono:

  • menta
  • lemongrass
  • arancio dolce
  • finocchio dolce
  • ginepro
  • zenzero

Cromoterapia

Il colore del terzo chakra è il giallo, quindi è utile richiamare questo colore sia attraverso i colori dell'abbigliamento e di quello che ci circonda, sia utilizzando visualizzazioni all'interno della meditazione.

7 esercizi yoga per risvegliare i 7 chakra

VEDI ANCHE

7 esercizi yoga per risvegliare i 7 chakra

Riproduzione riservata