Come risparmiare acqua in casa: semplici regole per evitare gli sprechi quotidiani e vivere green

Evitare gli sprechi Credits: Corbis
01/05
Foto

Un bene prezioso, ma non una fonte inesauribile e i consumi inconsapevoli sono tanti e inutili, soprattutto in casa. Risparmio idrico è la parola d'ordine per vivere green e salvare l'ambiente

Nel 1992 le Nazioni Unite hanno isituito il 22 Marzo come "giornata dell'acqua". In questo giorno si ricorda agli stati membri di espletare le raccomandazioni raggiunte dall'Assemblea generale con promozioni e attività volte a sensibilizzare sull'importanza del risparmio idrico.

Ad oggi il consumo di acqua potabile raggiunge ancora la cifra impressionante di 425 litri al giorno per ogni abitante degli Stati Uniti, 215 litri è invece il consumo medio pro capite in Italia.

Non sprecare l'acqua deve diventare la norma per noi e le future generazioni: cominciamo nel nostro piccolo evitando gli sprechi quotidiani in casa. Con piccoli accorgimenti si può davvero diminuire il consumo di acqua: inizia quindi a pensare più green!

Per dei consigli innovativi, prova a seguire uno di questi 10 profili di green influencer su Instagram

Come salvaguardare il pianeta: alcuni dati di consumo idrico

Sai quanta acqua utilizza un wc per un singolo scarico? Circa 8 litri. Attenzione a ciò che butti nel water perché finirà negli scarichi: fazzoletti per il make up, oli, solventi, farmaci, capelli e struccante meglio buttarli in pattumiera.

Secondo gli esperti un cittadino statunitense consuma qualcosa come 500 litri d'acqua ogni giorno: ne basterebbero 50 per soddisfare i bisogni di un individuo e aiutare il fabbisogno idrico, che in alcuni Paesi del mondo costituisce un problema drammatico. Con il secchio al posto del getto continuo si risparmiano circa 130 litri d'acqua anche nel lavaggio dell'auto.

Oltre l'80% delle risorse idriche mondiali viene impiegato per la produzione di cibo, tuttavia generalmente non facciamo caso a questi dati: sono 70 i miliardi di metri cubi d'acqua utilizzati ogni anno per l'agricoltura. Il consumo di carne contribuisce a un terzo dell'impronta idrica, per questo è importante consumare sempre con la consapevolezza di incidere il meno possibile sull'equilibrio ambientali.

Fai una scelta consapevole: prediligi la doccia 

Hai l'aeratore rompigetto su tutti i rubinetti di casa? Molte case, soprattutto se edifici vecchi, ancora non ne sono provviste: con questo semplice strumento è possibile risparmiare fino al 30% di acqua e ridurre gli sprechi. Ricorda che per la vasca si utilizzano quantità  d'acqua circa quattro volte superiori alla doccia.

Nel quotidiano  abituati a prediligere la doccia e interrompi il getto dell'acqua mentre  ti insaponi. Attenzione ai rubinetti che perdono: una goccia al secondo equivale a 5000 liti d'acqua all'incirca in un anno.

Impara a lavare i piatti evitando lo spreco

Il metodo migliore per utilizzare meno acqua quando laviamo i piatti consiste nel riempire una ciotola o una pentola da lavare con acqua calda, dove aggiungere qualche goccia di sapone per i piatti. Tappa il fondo del lavandino di modo che sciacquando i piatti il livello dell'acqua si alzi contribuendo a togliere i residui dai contenitori utilizzati per il pasto.

Una volta terminato di mangiare, lava subito i piatti: togliere lo sporco sarà più facile. Parti dai bicchieri, poi procedi con i piatti e lascia per ultime le pentole, più unte e incrostate. Prima insapona una pila di piatti, poi aziona il getto d'acqua, sciacqua e posiziona sul lavandino a sgocciolare. In questo modo si risparmia acqua.

Grazie ai nuovi sviluppi della tecnologia oggi alcune lavastoviglie tendono a consumare meno rispetto al lavaggio a mano: consumano circa 7 litri per ciclo d'acqua risparmiando il 30% dell'energia.

Fai lavaggi eco: temperature, programmi e detersivi a prova di risparmio

Impostare i lavaggi alle giuste temperature ti consente di risparmiare energia elettrica e denaro, mentre i programmi veloci aiutano a utilizzare quantità d'acqua decisamente inferiori. Secondo gli esperti per un bucato pulito il lavaggio veloce a 30° è ottimale su molti capi leggermente sporchi perché permette di avere gli stessi risultati, senza sprechi. Provalo nella pratica di ogni giorno, scoprirai che fare il bucato è più veloce ed economico.

Attenzione alle quantità di detersivo: ne basta la metà rispetto ciò che siamo abituati a usare e che viene consigliato.

Fai partire la lavatrice solo quando è a pieno carico e ricorda che i detersivi ecologici con tensioattivi di origine vegetale nel tempo aiutano a preservare la salute dei mari e degli organismi acquatici, a cui è bene pensare per il futuro del mondo e le nuove generazioni.

Come riciclare l'acqua: qualche consiglio per non sprecare

Hai lavato frutta e verdure? Usa l'acqua per annaffiare le piante. Riciclare l'acqua è molto importante: troppo spesso non prestiamo abbastanza attenzione alle ingenti quantità d'acqua che sprechiamo inutilmente. Quando sciacqui verdura e frutta usa una bacinella, dove immergere i vegetali per qualche minuto, nel caso puoi aggiungere un cucchiaino di bicarbonato.

In giardino lascia uno strato di foglie secche vicino alle radici e al tronco delle piante, aiuteranno a mantenere l'umidità: per pulire il vialetto usa la scopa, potrai risparmiare fino a 10.000 litri d'acqua in un anno.

Se nella tua città vedi perdite o guasti nel sistema idrico provvedi a segnalare subito alle autorità competenti: l'indifferenza non paga, mai.

Riproduzione riservata