Orchidee: le specie più belle

Phalenopsis Credits: Corbis
01/07
Foto

Quella comune: la Phalenopsis


È l'orchidea più diffusa e conosciuta, è piuttosto robusta e non manca mai nei vivai e nelle vetrine dei fioristi. Deve il suo nome alla sua somiglianza con le farfalle ad ali spiegate (phaleana). Si caratterizza per la presenza di foglie grandi, carnose e coriacee di colore verde molto intenso, che possono raggiungere anche la lunghezza di 50 cm, e da un apparato radicale sviluppato e ramificato. I fiori sono portati da steli piuttosto semplici e sono normalmente di dimensioni medio-grandi, con i petali quasi uguali fra loro.

Adori le orchidee ma non sai quale specie è più adatta a te? Sceglila con noi

L'orchidea è una pianta da fiore amatissima. Anche chi non può proprio considerarsi un "pollice verde" non rinuncia ad avere in casa un esemplare di questa esotica, elegante, raffinatissima pianta da appartamento.

È perenne e con le giuste cure è destinata a fiorire e rifiorire, stagione dopo stagione. Fondamentale è però scegliere la specie più adatta a noi. Non tutte le orchidee infatti sono uguali: ci sono quelle semplici da coltivare e quelle che richiedono qualche attenzione in più, quelle dai fiori piccoli e quelle dalla fioritura imponente, quelle comuni - ed economiche - e quelle rare e davvero costose, quelle profumate e quelle decisamente originali.

Potrebbe interessarti anche: Orchidee. Come coltivarle e farle rifiorire.

Noi ci siamo divertiti a fare una classifica delle nostre preferite. Chissà che fra queste ci sia anche l'orchidea perfetta per te.


Riproduzione riservata