Come cucinare il pollo: 30 ricette sfiziose

Insalate di pollo, involtini di pollo, spiedini di pollo, pollo al forno, pollo fritto, pollo alla birrapollo alla cacciatora, pollo alle mandorle, pollo al curry... e ancora... petto di pollo ripieno, spezzatino, stufato, cotolette, scaloppine, cordon bleu, hamburger, pepite. Il pollo, con qualunque taglio e in qualunque ricetta si decida di portarlo in tavola si dimostra essere un alimento da inserire sempre nella lista della spesa.

Cucinare e gustare carne bianca, in particolare quella avicola, è infatti un modo sano e sfizioso per consumare piatti proteici senza eccedere con i grassi. Il pollo assicura un alto apporto di proteine e ferro, mentre è scarsissimo di grassi e calorie. Un cibo ideale per chi deve restare in linea, ma anche per i bimbi. A seconda del taglio, può essere cucinato in tantissime ricette, dalle più tradizionali (italiane ed etniche) a quelle innovative, rispettando sempre il portafoglio con prezzi non eccessivi e relativamente pochissimo scarto. 

Al momento dell'acquisto, purtroppo, il pollo ruspante non è sempre facilmente reperibile. Ma in macelleria e sul mercato si trovano comunque rispettabilissimi polli d'allevamento cresciuti a terra e non in batteria. Come riconoscerli indipendentemente dall'etichetta? La qualità si vede dall'aspetto della carne (soda ed elastica) e della pelle (non umida e appiccicosa ma asciutta) oltre che dalla flessibilità delle ossa. 

Normalmente in vendita trovi sia il pollo intero sia il pollo a pezzi sia le parti di pollo. Il primo è solitamente disponibile già pulito e svuotato delle interiora e, in alcuni casi, anche aperto a libro. Attenzione: risente facilmente del caldo, di ritorno dallo shopping sbrigatevi quindi a metterlo il prima possibile in frigorifero. Se conservata correttamente, la carne di pollo si mantiene in frigo per pochi giorni e in freezer per 3 mesi. Altre accortezze? Prima di cucinarlo è buona regola sciacquarlo molto bene sotto l'acqua corrente e quando lo portate in tavola assicuratevi che sia davvero cotto.

Veniamo ora alla domanda da cui tutto è partito: come cucinare il pollo? Donna Moderna ha selezionato 30 idee semplici semplici per portarlo in tavola con gusto! Dalle ricette light per tutti i giorni a quelle più raffinate per il pranzo della domenica. Per prima cosa devi però decidere su quale taglio ti vuoi concentrare.

Il petto di pollo, il taglio più magro con il miglior valore nutrizionale, poco più di 100 calorie per 100 grammi, è ottimo sia intero (arrosto, farcito, lesso o al vapore) sia a pezzi (ci puoi fare lo spezzatino) sia a fette (ideale per le scaloppine, le cotolette e gli involtini). Praticamente privo di scarti, è il taglio più costoso, ma ha un’ottima resa. Fai attenzione a non cuocerlo troppo: rischi risulti asciutto!

I fusi, detti comunemente anche cosce, sono un poco più grassi e vengono benissimo al forno, fritti e alla griglia (meglio previa marinatura). Sono tra i tagli più richiesti, specie dai bambini e dagli adolescenti a cui forniscono le proteine e il ferro necessari per la crescita. Le morbide sovracoscesuccose e saporite, si prestano a prendere il posto dei fusi in tantissime ricette con il vantaggio di essere più economiche. Puoi usarle come base per fare in casa gli spiedini o lo stufato.

Le ali di pollo, si trovano intere, a volte anche con una parte del collo, oppure separate e pulite. Se non hanno un pezzo di schiena attaccato vengono dette alette. Sono super economiche, ottime abbrustolite al forno, impanate e fritte, oppure in brodi e minestre. E le rigaglie? Il fegato, il cuore e lo stomaco muscolare si utilizzano eccome! In realtà sono comunemente tra gli ingrediente di tantissimi piatti tradizionali: dai ragù di carne e alle salse per i crostini.