La nostra mentor Francesca Marziali ci dà qualche suggerimento per capire quale allenamento è più adatto a noi

Partiamo da un concetto molto semplice: noi siamo nate per muoverci, quindi - se siete in salute e prive di patologie muscolo-scheletriche o articolari - non esiste un’attività sportiva che faccia male o che peggiori il nostro aspetto fisico.
Perché l’attività fisica, qualunque attività fisica, va a stimolare la massa magra, cioè il muscolo e a bruciare calorie. Se poi però mangiamo male, disordinato e non proporzionato alle nostre esigenze ed obiettivi, potremmo avere un peggioramento nel nostro fisico, nello specifico in termini di ritenzione idrica e adipe, cioè grasso. Ma ciò non dipende direttamente dall’attività sportiva.

Detto questo però, credo sia il caso di scendere di più nel dettaglio.

Come capire qual è l’attività fisica più adatta a noi?

Come prima cosa dobbiamo rispondere ad una semplice domanda: perché mi voglio allenare? Per raggiungere un determinato obiettivo (fisico, estetico, di riabilitazione) o per essere attive, in salute, divertirsi e sfogarsi?
Perché se l’obiettivo è specifico, come perdere un tot chili, rinforzare un punto carente, fare una ricomposizione corporea, arrivare a un determinato giorno pronte e in forma, lì bisogna seguire un’attività fisica (e un’alimentazione) personalizzata, soprattutto contro resistenze e con i pesi.
Se invece non ho obiettivi particolari, ma voglio tenermi attiva e trarre tutti i benefici che può dare uno sport, allora qualsiasi attività che ti piaccia può andar bene.
Proviamo ad analizzarne qualcuna.

Come riprendere l’attività fisica correttamente

VEDI ANCHE

Come riprendere l’attività fisica correttamente

Sala pesi / home workout con attrezzi

Questa per molte può essere un’attività fisica noiosa, soprattutto se fatta in maniera casuale e senza un filo logico. Però se adattata al proprio fisico e al proprio obiettivo da un bravo personal trainer, questa è la miglior attività fisica per avere un cambiamento del proprio corpo efficace e duraturo.

Ginnastica dolce

La migliore attività per persone di età avanzata, o soggetti delicati,
priva di movimenti bruschi che rinforza delicatamente tutto il corpo, con un occhio di riguardo alla mobilità articolare.

Yoga / Pilates

Sono attività molto diverse tra loro e con livelli di intensità variabili. C’è
lo yoga più intenso e fisico, così come quello che ti aiuta ad allungarti di più e a respirare. Anche nel pilates c’è quello meno intenso dove si lavora a corpo libero o con giusto qualche attrezzo, oppure quello con i macchinari, che è decisamente più intenso e impegnativo!
Entrambe le attività rinforzano molto il core, cioè tutti muscoli del tronco, come addominali, lombari, pavimento pelvico e rinforzano anche tutti gli altri distretti muscolari.

Jogging / nuoto

Sono attività cardiovascolari, adatte alla salute del cuore, a sfogarsi, liberare la mente e a bruciare calorie. Ovviamente, portano al dimagrimento solo se l’alimentazione è calibrata e adattata per perdere peso, proprio in termini di qualità e, soprattutto di quantità. Dal punto di vista estetico, l’unica nota negativa è che queste attività possono portare a dimagrire (solo se si segue un’alimentazione adeguata) ma non a tonificare.
Per quest’ultimo aspetto sarà necessario integrare con un lavoro contro resistenze.

Crossfit

Se sei una persona che ha bisogno di sfogarsi, che le piace stare in gruppo, che non ha paura di arrivare al limite, che ci tiene alla salute del cuore ma anche a imparare gesti nuovi e sollevare bilancieri pesanti, il CrossFit è l’attività che fa per te. Se associato ad un’alimentazione personalizzata dà davvero tanti risultati dal punto di vista estetico.
Nota negativa: può renderti più rigida e meno flessibile, quindi ti consiglio di associarlo a dello yoga con focus allungamento e respirazione.

Pole dance

Una nuova disciplina che può sembrare semplice, ma che semplice non è
affatto! Fa sviluppare tantissima forza nella parte alta del corpo, quindi braccia, schiena, addominali, ma anche leggermente i glutei (soprattutto in quelle tenute isometriche a testa in giù). Se volete acquisire più sicurezza in voi stesse, provare qualcosa di nuovo, avere delle braccia toniche, questa attività fa al caso vostro. Unica nota negativa: per avere altrettanti miglioramenti nella zona inferiore come gambe e glutei, sarà necessario integrare con qualche esercizio mirato.

Corsi di aerobica

Zumba, step, acquagym, sono solo alcuni esempi di attività che vanno
a lavorare sul sistema cardiovascolare… divertendosi! Se ti piace allenarti a ritmo di musica e, sudare tanto, questa è l’attività fisica che fa per te! Può portare a dimagrimento solo se si segue un’alimentazione controllata e bilanciata alle proprie esigenze, ma purtroppo “rinforza poco” soprattutto a livello degli arti superiori.

Allenamento funzionale

Questa attività può utilizzare sia pesi, come kettlebell, palle mediche, sia attrezzi semplici tipo corda per saltare, step, scaletta di agilità… e si lavora sia in termini di rinforzo muscolare, che di attività aerobica. Perfetta per lavorare a 360° gradi tutto il corpo, ma senza usare mai dei carichi importanti, cosa che invece avviene nell’allenamento con i pesi, (aspetto fondamentale per avere un miglioramento dell’aspetto estetico del nostro corpo in poco tempo).

Non solo dimagrire: ecco perché l’allenamento funzionale fa bene

VEDI ANCHE

Non solo dimagrire: ecco perché l’allenamento funzionale fa bene

Francesca Marziali
Francesca Marziali
Personal trainer e nutrizionista

Mi chiamo Francesca e nella vita studio, oltre a fare mille altre cose.

Mi piace definirmi Science Blogger in quanto sono un preparatore atletico, personal trainer e sto prendendo la seconda laurea per diventare Biologa Nutrizionista.

Condivido la mia quotidianità e stile di vita sui social network dal 2014, dando origine ad una community chiamata #NonMangioStranoMangioSano e a Lady inVictus (su youtube), un canale divulgativo che ha l’obiettivo di informare su ciò che la scienza dice e non di creare insensate mode in ambito alimentare e dell’allenamento.

Non supporto stereotipi di ragazze con più o meno “carne” addosso. Supporto lo stereotipo del corpo sano, perché se si mangia regolarmente bene, in modo proporzionato alla propria costituzione e si pratica attività fisica, un bel fisico viene naturalmente, senza patire la fame o privarsi dei piaceri della
vita.

Io voglio essere la prova. Io voglio che un giorno qualcuno mi guardi e dica: grazie a te, io non ho mollato.

Riproduzione riservata