Integratori anche in una dieta sana

La dieta è il punto di partenza perché l'organismo possa funzionare al meglio e perché il benessere possa essere protratto il più a lungo possibile. Dunque, un'alimentazione equilibrata e fatta di cibi sani, in cui non manchi alcun nutriente, è già una sorta di assicurazione di buona salute.

Vi sono, però, particolari momenti della vita femminile (fase premestruale, stanchezza, malattia, menopausa) in cui può rendersi necessario un supplemento di vitamine, minerali o particolari enzimi.

E, spesso, per assumerne un dosaggio di "emergenza", bisognerebbe mangiare enormi quantitativi di determinati cibi. In questi casi, esistono specifici integratori per ristabilire velocemente l'equilibrio minacciato da stress, sbalzi ormonali, convalescenza o qualsiasi altra condizione abbia determinato uno stato di forte carenza vitaminica, minerale o proteica.

Attenzione, però, con integratori non vogliamo riferirci a costosissimi preparati iperproteici (più dannosi che benefici) ma a supplementi, meglio ancora se il più possibile naturali, che possano integrare la dieta per un limitato periodo di tempo.

Integratori in una dieta sana: come e quando prenderli

Un'alimentazione bilanciata e salutare è un'ottima base per la conquista del benessere. Scopri quando puoi aver bisogno di integrarla e come fare

 

Difese basse? Prova la papaya fermentata

Rinforza il tuo sistema immunitario ai cambi di stagione

Ogni cambio di stagione rappresenta, per il nostro organismo, un banco di prova. E, spesso, si accompagna a un indebolimento del sistema immunitario nonché a una temporanea carenza di energia.

La prima mossa da fare, in questi casi, è accertarsi che si assuma abbastanza frutta e verdura con la dieta. Infatti, le vitamine e i minerali di cui necessitiamo per produrre anticorpi, sono contenuti in quantità nei vegetali freschi. Meglio ancora se cambiamo spesso "colore" e ci orientiamo su arancio (betacarotene) e verde (ferro).

In alcuni momenti, però, il sistema immunitario si mostra talmente debilitato (quando, ad esempio, prendiamo un raffreddore o un virus intestinale ogni settimana) che ha bisogno di una cura "strong". Per ridargli la carica giusta, è sempre madre natura a offrirci soluzioni ottimali ed efficaci.

Ad esempio, la papaya fermentata è un perfetto rinforzante sia del sistema immunitario sia del tono energetico in generale. Si acquista in farmacia o in erboristeria e va presa ogni mattina (solitamente è in forma orosolubile, si scioglie sotto la lingua) per almeno un mese, per poi fare una pausa di un paio di settimane e ricominciare la cura per un altro mese.

Allo stesso modo, possono funzionare bene i preparati a base di echinacea e acerola, entrambi immunostimolanti dall'efficacia riconosciuta.

Stanchezza mentale? Eleuterococco

Il ginseng rosa

La radice di eleuterococco è conosciuta anche come ginseng siberiano o delle donne. Le sue proprietà sono davvero moltissime e, come integratore, risulta perfetto nei momenti di forte astenia.

Soprattutto se la stanchezza è di tipo mentale e coinvolge, di riflesso, anche sessualità ed energia fisica. In caso di esaurimento nervoso, stress, surplus di lavoro oppure studio intenso, la dieta dovrebbe arricchirsi di cibi come la frutta secca (soprattutto le noci), di pesce azzurro (contiene acidi grassi essenziali per il cervello e la memoria) e di cereali integrali.

Se il momento che si sta attraversando è però molto debilitante, o in previsione di un periodo di lavoro intenso, si può assumere l'eleuterococco che, come effetto collaterale benefico, rafforza le difese immunitarie e regolarizza la pressione.

Dal punto di vista sessuale, questa radice ha proprietà simil-afrodisiache riuscendo a stimolare le ghiandole surrenali e sessuali.

L'eleuterococco si acquista in farmacia, parafarmacia, erboristeria e persino al supermercato (reparto integratori). La preparazione più comune è quella in fialette e se ne consiglia l'assunzione al mattino.

Unghie e capelli deboli? Lievito di birra e germe di grano

Un ricostituente per salute e bellezza

Capita soprattutto ai cambi di stagione, ma non solo. I capelli, a volte, appaiono debolissimi, spenti e cadono o si spezzano. Questa condizione può estendersi anche alla unghie che, come la chioma, tendono a sfaldarsi e spezzarsi.

Che fare? Oltre ai trattamenti beauty di ordinanza, si può intervenire dall'interno fornendo all'organismo minerali e ricostituenti che probabilmente sono un po' carenti, nonostante l'alimentazione sana.

In commercio troviamo ottimi integratori multivitaminici e multiminerali per i capelli e per le unghie, già pronti e sotto forma di capsule.

Se si prediligono i prodotti naturali, si può invece optare per lievito di birra  (sempre in compresse o bustine, di solito addizionate di fermenti lattici), fonte preziosa di vitamine del gruppo B, o germe di grano (favoloso per pelle e capelli).

Sindrome premestruale? Magnesio e vitamina B6

Dieci giorni prima del ciclo, integratori ad hoc

La sindrome premestruale, un momento davvero fastidioso per molte donne. Si tratta di una vera e propria patologia, ora riconosciuta dalla medicina. La fascia di donne più colpita è quella tra i 30 e i 45 anni e col passare del tempo i sintomi sembrano farsi sempre più acuti e insostenibili.

La sindrome premestruale può iniziare già 10 giorni prima della comparsa delle mestruazioni e si può manifestare con: ansia, depressione, attacchi di fame, irritabilità, gonfiore diffuso, ritenzione idrica, mastopatia (dolore al seno), pancia gonfia, indolenzimento a reni e gambe, emicrania, nausea, problemi intestinali, stomatite e ricomparsa di virus subdoli e silenti come herpes labiale o candida.

Per combattere sul nascere questa sindrome, è necessario mantenere un'alimentazione quanto più possibile equilibrata (cercando di non eccedere quando si manifestano gli attacchi di fame fisiologici) e praticare attività fisica.

Nei casi in cui la sindrome si presenti ogni mese e in forma violenta, bisogna ricorrere a un'integrazione: nello specifico, è utile assumere magnesio, vitamina B6 e agnocasto.

Quest'ultimo integratore è un'erba che regolarizza gli ormoni in modo del tutto naturale ma, prima di assumerla, è necessario escludere gravidanze in corso. Invece, magnesio e vitamina B6 spesso sono venduti "mixati" in specifici integratori formulati proprio per affrontare la sindrome premestruale.

Insonnia? Prova con la melatonina

Quando ti sembra di vivere un eterno jet lag

Non dormire, o farlo male, è un problema molto serio e non solo perché mina il nostro equilibrio emotivo e toglie energie all'organismo. Dormire è necessario anche al buon funzionamento del metabolismo e al mantenimento del peso forma.

Inoltre, un buon sonno regolare è una forma di prevenzione nei confronti di numerose patologie, tra cui i tumori. Infatti, la mancanza di sonno o il sonno interrotto, fanno produrre all'organismo l'ormone dello stress, il cortisolo. Questo ormone provoca accumulo di adipe attorno al girovita e infiammazione cellulare.

Per ristabilire, quindi, il corretto ciclo sonno-veglia e dare una regolata ai ritmi circadiani, la melatonina è un alleato prezioso. Si tratta di un ormone prodotto in natura dalla nostra ghiandola pineale ma che, in alcuni casi, può essere rilasciato in quantità insufficiente.

Gli integratori diventano così un valido e vero aiuto per ritornare a dormire con regolarità e bene. Si acquistano in farmacia o erboristeria e sono in forma di compresse, da assumere la sera.

Fai sport? Integra bene il potassio

Per le sportive da sempre e per le neo-atlete

Decidere di fare sport è sempre una buona idea. Che si cominci da zero oppure si sia già allenate o, ancora, si riprenda l'attività dopo una lunga pausa…quel che conta è muoversi!

Se abbiniamo, poi, il fitness a una sana alimentazione, il gioco è fatto. Ma, spesso, chi inizia a praticare sport può incorrere in piccoli inconvenienti come crampi, stanchezza e giramenti di testa dovuti a cali di pressione (anche se l'attività fisica ha, alla lunga, un effetto regolarizzatore sui valori pretori).

In questi casi, anche se non è estate, bisogna reintegrare il potassio. Questo sale minerale si consuma infatti molto rapidamente ed evapora alle prime goccioline di sudore. Per reintegrarlo, se la carenza è lieve, sarà sufficiente mangiare una banana accompagnata da un bicchiere di acqua.

Se invece si è in momentanea crisi da potassio, è opportuno ricorrere a specifici integratori. Possiamo acquistarli sia in farmacia sia al supermercato, sotto forma di granulato oppure in pastiglie effervescenti. L'unica attenzione richiesta da salute e linea è che nella formulazione vi sia soltanto il potassio, al limite combinato al magnesio e alla carnitina.

Infatti, non è raro che tra gli ingredienti compaiano anche dolcificanti artificiali (dall'azione non proprio benefica per la salute) oppure coloranti e aromi non necessari all'integrazione.

Capillari fragili e occhi stanchi? Integra mirtillo e vite rossa

Se soffri di capillari fragili, la natura ti aiuta così

Gambe segnate da capillari e vene, viso con couperose frequente, occhi stanchi e affaticati da laptop e vita stressante…In questi casi, anche se si segue una dieta equilibrata, è bene integrare con alcuni nutrienti ricchi in antiossidanti ed estratti vasoprotettori.

Tra questi, sono ottimi vite rossa ed equiseto: in capsule, pastiglie o tintura madre, si acquistano in erboristeria (pure) oppure in farmacia, solitamente uniti ad altri tipi di antiage.

E, sempre a proposito di antiossidanti, per dare una vera  e propria sferzata a circolazione e vista, il mirtillo nero è una soluzione perfetta. In questo caso, si possono mangiare mirtilli freschi ogni giorno oppure berne i succhi puri concentrati, che sono veri e propri integratori al 100% naturali.

Tono dell'umore in flessione? Ti aiutano minerali e vitamine

Quando il "magone" si fa sentire

Non c'è bisogno di soffrire di vera e propria depressione per stare male o sentirsi davvero senza energie emotive. Può bastare, infatti, un semplice cambio di stagione oppure una crisi sentimentale passeggera o,ancora, un momento difficile sul lavoro.

In questi periodi, è ancor più necessario seguire una dieta equilibrata e che apporti tutti i nutrienti necessari. Tra questi ultimi, per il mantenimento del benessere del sistema nervoso, spiccano magnesio e vitamine del gruppo B.

Entrambi i nutrienti si possono assumere con il cibo: il magnesio lo troviamo in cioccolato fondente, frutta fresca e soprattutto secca, verdura a foglia verde, acqua oligominerale.

Invece, le vitamine del gruppo B sono presenti in legumi, carne, pesce e cereali integrali. Se il sistema nervoso, però, è molto provato, occorre assumere temporaneamente integratori.

In commercio, il magnesio si acquista facilmente "puro" senza aggiunta di zuccheri o altro. La formulazione preferibile è in polvere, da sciogliere in acqua tiepida e assumere al mattino o alla sera. Se si assume al mattino, però, bisogna tener conto della sua blanda azione lassativa.

Il top, per la salute, è aggiungere alla bustina di magnesio anche un po' di succo di limone. Questo rapido stratagemma consente anche di prevenire l'acidosi.

Gli integratori di vitamine del gruppo B, invece, si acquistano in farmacia senza obbligo di ricetta e solitamente sono in forma di compresse o capsule.

Per la salute del cavo orale, aumenta la vitamina C

Mantieni sano il cavo orale con un surplus di vitamina C

La vitamina C corre in soccorso non solo quando prendiamo molti raffreddori ma anche quando le nostre mucose mostrano segni di temporaneo indebolimento. Per alcune donne è frequente soffrire di stomatite, pur senza mangiare in modo disordinato o abusare di alcol e fumo.

La stomatite si presenta più frequentemente nel periodo premestruale e si manifesta con dolorose ulcere al cavo orale.

La vitamina C si assume con frutta e verdura, quindi una dieta quotidiana sana è già un ottimo punto di partenza. Se, però, l'organismo ne richiede temporaneamente di più, sono efficaci gli integratori. Questi ultimi si acquistano in farmacia, parafarmacia o anche supermercato, sotto forma di tavolette masticabili o compresse effervescenti.

Ma la vitamina C si può "comprare" anche in erboristeria, acquistando ad esempio integratori di rosa canina e acerola.

Riproduzione riservata