1/6 – Introduzione

Per una sana crescita dei bambini, sia fisica che mentale, lo sport è un fattore determinante. Questo perché aiuta il corpo a rinforzarsi e svilupparsi correttamente, aumenta le difese immunitarie e, soprattutto, diverte i bambini. Inoltre è positivo per la loro crescita psicologica grazie alla socializzazione e al confronto con gli altri. Ma non tutti gli sport sono adatti per ogni bambino. Le differenze, infatti, ci sono e sono molteplici, ragion per cui sarà preferibile orientare i propri bambini verso un tipo di sport piuttosto che un altro, in base a fattori sia di tipo fisico che comportamentale, come l’età, binomio di entrambi i fattori. Vediamo, allora, come è meglio orientarsi e cosa valutare quando bisogna scegliere lo sport più adatto ai propri figli.

2/6 – Sport per bambini tra i 5 e gli 8 anni

Innanzitutto sarà bene valutare l’età dei propri bambini. Tra i 5 e gli 8 anni, infatti, si ritiene preferibile indirizzare i propri figli verso sport di tipo individuale, come ad esempio il nuoto o l’andare in bicicletta. Non bisogna pensare, infatti, che uno sport, per esser tale, debba prevedere necessariamente competitività o addirittura agonismo, ma dovrà essere principalmente piacevole e divertente. Anche il tennis, come sport da praticare a due (raramente a 4), può essere iniziato già in tenera età, a patto che sia insegnato da istruttori competenti che vadano a controbilanciare lo sviluppo armonico di tutto il corpo, visto che si tratta di uno sport cosiddetto “asimmetrico”. In questa fascia d’età, infatti, il bambino ha bisogno di rafforzare il proprio corpo, ancora in fase di crescita, e di iniziare a comprenderne il funzionamento e capire i propri limiti. Per fare ciò, quindi, è consigliabile far sperimentare più di una disciplina, cercando sempre di non imporre le proprie preferenze di genitore, ma assecondando i desideri e le attitudini dei bambini: uno sport fatto controvoglia non è per nulla salutare!

3/6 – Sport per bambini dai 7/8 anni

Per quanto riguarda gli sport di squadra, sarà bene attendere intorno ai 7/8 anni, quando i bambini saranno pronti al confronto con i loro coetanei e apprezzeranno la cooperazione e anche la competitività. Potrete scegliere tra i più classici come il calcio, il basket e la pallavolo, ma anche tra i meno comuni come la pallanuoto o il rugby. Non fatevi problemi riguardanti il sesso dei vostri bambini e lo sport scelto: non è così assurdo che delle femminucce possano preferire il calcio mentre dei maschietti adorino la pallavolo! Lo stesso discorso, quindi, vale anche per discipline come la danza, viste tendenzialmente come attività da femmine, mentre non è per nulla anomalo che un bambino possa esserne affascinato e volerlo praticare. Lasciateli sperimentare liberamente senza imporre stereotipi antichi. A questa età, inoltre, può essere indicato anche l’avviamento alle arti marziali, sia per i maschi che per le femmine, come il karate o il judo, molto utili anche per incanalare le energie, specialmente nei bambini iperattivi.

4/6 – Sport per adolescenti

Superati i 12/13 anni, e soprattutto una volta che i vostri bambini non vi sembreranno più dei bambini ma degli ometti e delle signorine, sarà possibile iniziare a valutare gli sport anche in termini agonistici, specialmente se gli ormai adolescenti hanno iniziato a far pratica già da piccoli. Arrivati a questa età, la maggior parte di loro avrà ben chiaro quale è il loro sport preferito, e si inizieranno a vedere già eventuali particolari propensioni a praticarlo in maniera meno dilettantistica. Il consiglio, in ogni caso, è sempre quello di non costringere mai i bambini e i ragazzi a praticare mal volentieri uno sport, ma che lo facciano prima di tutto per divertimento personale senza che questo debba diventare un sacrificio troppo grande. Superati i 14 anni, inoltre, si potranno iniziare a valutare altri sport come il pugilato o specializzazioni particolari dell’atletica.

5/6 Guarda il video

6/6 Consigli

  • Spesso i bambini si lasciano influenzare dai loro amichetti nella scelta dello sport da praticare. Può essere un ottimo modo per convincere i bambini più timidi ad iniziare un’attività sportiva che li renderà più fiduciosi in se stessi.
  • Potreste far praticare ai vostri bambini sport diversi in primavera/estate e in autunno/inverno. Preferite sport all’aperto quando c’è il bel tempo mentre sport al chiuso quando le piogge saranno frequenti. Sarà anche un ottimo modo per sperimentare più di uno sport e fare tante nuove amicizie.

Alcuni link che potrebbero esserti utili