Rosso su misura

Dal rosso irlandese al mogano passando per il tiziano. La prossima stagione tornano tutte le sfumature di rosso.

Provalo se al naturale i tuoi capelli sono castani (dal chiaro al medio).

Capelli: nuove sfumature di colore

Dalle sfilate primavera-estate abbiamo selezionato le novità più forti in fatto di colore di capelli. Sei pronta a cambiare?

Prometto, quest'anno cambio look!

Un'acconciatura ispirata alle passerelle di questa stagione

Il rosso è su misura

«Vai di henné» suggerisce Mirko Schifone. «Questa colorazione in polvere, al cento per cento naturale, infatti, apporta alle chiome bellissimi riflessi fulvi. Anche personalizzati. L’henné rosso viene mescolato a quello neutro e biondo dorato per ottenere la nuance che si addice meglio a carnagione, occhi e colore naturale dei capelli» dice l’esperto.

«Attenzione se ci sono tanti capelli bianchi, rischiano di assumere un antiestetico color carota. In questo caso prima è necessario pigmentare e solo in un secondo tempo aggiungere i riflessi con l’henné».

Sfilata Jenny Packman

Il biondo diventa cenere

Il nuovo biondo? «Osa sfumature inedite che riprendono quelle delle attrici Anni ’50 (prima fra tutte Marilyn Monroe) riviste e corrette in chiave contemporanea» dice Maurizio Contato, direttore artistico colore Wella. Così il platino si rinnova e aggiunge un tocco di pigmento pesca. Il risultato? Un tono cenere luminoso come lo sfoggia la pop star Miley Cyrus.

Regala un’aria romantica e addolcisce i lineamenti il biondo iriseé visto in passerella da Luisa Beccaria.

Copia il nuovo biondo

Ti piacerebbe replicarlo? Per colori così estremi è sempre meglio farsi consigliare dal parrucchiere di fiducia: non sempre la qualità del capello lo permette. Un consiglio: per mantenere il lavoro dell’ hair stylist a casa utilizza prodotti specifici. Perfetti quelli che racchiudono una piccola percentuale di pigmento blu o viola che evitano l’antiestetico effetto giallo.

Il castano si riscalda

Nocciola, cioccolato, marron glacé. Sono queste le sfumature scure che fanno tendenza. «Perfette per chi ha la pelle leggermente olivastra aggiungono nel mix una minima percentuale di pigmento rosso che li rende particolarmente caldi» spiega Mirko Schifone, hair stylist del salone Smalto Longe di Milano.

Il castano che piace di più

La tonalità più richiesta dalle donne? «Al momento tutte aspirano al castano di Elisabetta Canalis: radici scure con le punte appena schiarite per un effetto colore in movimento. Scendono invece tutti i bruni intensi e drammatici.

I riflessi tornano naturali

«Per quanto riguarda le schiariture, dopo stagioni di dégradé, sfumato e tie & dye, ora va il biondo uniforme dalle radici alle punte» dice Alessandro Galetti, technical art director Toni & Guy. «Se prima si tendeva a scendere di tono solo sulle lunghezze, ora si privilegia la parte alta del capo.

Il risultato non deve essere artefatto, l’effetto come quello regalato dal sole dopo un’estate al mare. In fatto di tonalità, invece, a primeggiare saranno quelle calde, luminose e ramate».

Riflessi tono su tono

Le nuove tecniche di applicazione sostengono il nuovo trend del biondo naturale. Per esempio Color ID, una novità in casa Wella, permette al colorista di lavorare seguendo sulla testa una particolare sequenza a spirale che alterna più nuance. «Merito di un prodotto che isola le chiocche che non vanno colorate: così in una sola seduta puoi ottenere un sofisticato effetto tono su tono giocando anche con tre sfumature» spiega Maurizio Contato, direttore artistico colore Wella.

Le mèches si fanno blu e rosa

Bella idea qualche flash pop sui capelli. Sulle passerelle di New York lo stilista Ohne Titel ha proposto delle grosse mèches rosa o bluette che aggiungono subito grinta al classico chignon da ballerina. Ma si possono provare effetti dégradé anche da metà lunghezza alle punte.

Ciocche colorate per una sera

Un’idea facile da replicare a casa grazie alle nuove colorazioni effimere che se ne vanno dopo qualche lavaggio. Se non ti piaci più, nessun problema: fai uno shampoo extra e torni al naturale.

Riproduzione riservata