Colleghi felici

I modi migliori per rendere sereno e felice il proprio ambiente di lavoro

Aprire le finestre e lasciare entrare i raggi solari, non dimenticare le parole gentili, sistemare dei quadri blu alle pareti, gratificare i colleghi: sono solo alcuni suggerimenti su come rendere sereno l’ambiente di lavoro

Volenti o nolenti, trascorriamo gran parte della nostra giornata lavorando. Ecco perché è davvero importante che la professione che svolgiamo ci piaccia e ci soddisfi. Ma per quanto fondamentale, ciò non è sufficiente. È essenziale anche che il clima che respiriamo al lavoro sia il più possibile disteso: se ci sono tensioni e conflitti, infatti, è molto probabile che finiamo con lo stare male, in ufficio e a casa. Dunque, come rendere sereno l’ambiente di lavoro? Fortunatamente esistono diverse strategie da adottare per raggiungere lo scopo.

Non pensare che la responsabilità sia solo degli altri. Anche tu puoi fare la tua parte. Perciò impegnati in prima persona per costruire una bella atmosfera sul posto di lavoro. Ecco alcuni consigli semplici da attuare, ma molto efficaci.

Mai dimenticare le buone maniere

Come rendere sereno l’ambiente di lavoro? Il primo suggerimento riguarda la sfera comportamentale. Se vuoi che il clima sia tranquillo e rilassato, ricordati di essere sempre gentile e cortese. Con tutti, anche con il collega meno simpatico.

Perfino quando sei arrabbiata, sommersa di impegni, triste, non devi dimenticarti le buone maniere. Non serve che ti spertichi in mille lodi, inchini e sorrisi: basta che saluti quando entri al mattino, fai un cenno quando incontri altre persone e pronunci le parole gentili al momento giusto.

Un “grazie”, “per favore”, “scusa”, “prego” detti al momento giusto possono davvero fare la differenza. Anche se spesso ce ne dimentichiamo, hanno un potere enorme. E possono aiutarti anche a conquistare i colleghi più spiacevoli, arcigni e furbi.

Personalizzare l’arredamento 

Non sai come rendere sereno l’ambiente di lavoro? Sappi allora che un grande aiuto può arrivare anche dai piccoli accorgimenti in fatto di arredamento, colori e accessori vari.

Potresti per esempio creare degli angoli verdi nella stanza: il contatto con la natura, infatti, promuove il relax e il benessere. Mettendo alcuni vasi di piante, delle erbe aromatiche, un po’ di fiori sparsi qui e là, quindi, assicurerai a te e ai tuoi colleghi rilassamento e calma. In alternativa, potresti sistemare anche dei giardini zen.

Un’altra buona idea è mettere soprammobili, quadri, oggetti e/o suppellettili di colore verde, azzurro, blu, giallo, tonalità che stimolano e allo stesso tempo favoriscono la distensione e la gioia. Potresti anche proporre di ridipingere le pareti o cambiare qualche mobile: con i giusti colori e il giusto arredamento, il clima nel posto di lavoro potrebbe subire un netto miglioramento. 

Diffondere essenze rilassanti 

Un altro trucco molto utile è sistemare un diffusore per essenze in punti strategici della stanza. Ogni mattina aggiungi qualche goccia di olio essenziale di lavanda, bergamotto o basilico, che hanno effetto anti-stress, contrastano il nervosismo e favoriscono la serenità e la tranquillità. 

Molto indicata anche l’essenza di issopo, che attiva la mente e predispone al lavoro intellettuale, quella di menta piperita, che ha un’azione chiarificatrice sul cervello, e quella di rosmarino, che favorisce l’ossigenazione dei neuroni.

Potresti anche sistemare delle lampade in quarzo rosa, che stimolano la frequenza cerebrale che innesca la tranquillità.

Lasciare entrare la luce del sole

Come rendere sereno l’ambiente di lavoro in maniera del tutto naturale? Semplice: cercando di far entrare nella stanza quanta più luce naturale possibile. I raggi solari, infatti, riequilibrano la produzione ormonale e il sistema nervoso, migliorando il benessere psicofisico.

Quando possibile, dunque, apri le finestre e tira le tende, lasciando che l’aria esterna e i raggi solari inondino l’ufficio. Attenzione, però: se siete in una zona trafficata, evita di spalancare le finestre nelle ore in cui transitano molte automobili.

In alternativa, puoi sistemare sulla scrivania lampade a luce calda e che riproducono la luce solare (l’ideale sarebbe usarle per l’illuminazione di tutto l’ambiente).

Stringere alleanze con i colleghi

Se vuoi che in ufficio si respiri un bel clima devi impegnarti anche per favorire la cooperazione e la collaborazione fra colleghi. Cerca allora di stringere se non delle amicizie, perlomeno delle alleanze. Una collega invidiosa, poco solidale e poco predisposta al lavoro di squadra non piace a nessuno. E, poi, l’unione fa la forza: non solo nel completamento di progetti, ma anche quando si tratta di chiedere, e di ottenere, delle concessioni.

Indipendentemente dalla posizione che occupi, evita di fare la maestrina e di richiamare i colleghi. Anche se sbagliano, faglielo notare con delicatezza. E sii pronta a gratificarli e a far loro i complimenti quando se lo meritano.

Impara a dare spazio a tutti e a non chiuderti in te stessa: anche il collega permaloso ha qualche recondito pregio e non sempre, o non solo, il tuo punto di vista è quello giusto.

Come rendere sereno l’ambiente di lavoro, 3 cose da fare

  1. Sorridi più spesso, così riceverai anche tu più sorrisi. E vedere che gli altri hanno un’immagine positiva di te, ti infonde una buona dose di calma, oltre che di autostima.
  2. Procurati un ionizzatore o un depuratore d’aria per combattere l’impoverimento di ioni (gli ioni contribuiscono al benessere), tipico delle città e degli ambienti chiusi, e l’accumulo di polvere. Anche le lampade di sale o di salgemma rilasciano ioni.
  3. Quando un collega ti offre un caffè non fartelo portare alla scrivania, ma vai con lui a prenderlo. E ricordati che le cortesie si ricambiano.
Riproduzione riservata