diventare più creativa sul lavoro

5 cose che puoi fare se vuoi diventare più creativa sul lavoro

La creatività è un'abilità sempre più richiesta nel mondo del lavoro. La capacità di trovare soluzioni alternative ai soliti problemi potrebbe rappresentare la chiave del tuo successo professionale. Ecco i nostri consigli

La creatività fa parte delle soft skills che al giorno d'oggi non possono mancare in un contesto lavorativo. Sempre di più sono le aziende che chiedono ai propri collaboratori di essere creativi nell'ideare proposte per i propri clienti: è la creatività l'elemento che, spesso, fa la differenza. Ma come puoi fare per diventare più creativa sul lavoro?

Alcune di noi possono avere un'innata predisposizione alla creatività, altre si dovranno sforzare di più ma è tutta questione di esercizio. Il pensiero creativo va allenato di giorno in giorno per favorire una risposta insolita ed originale ad un quesito già emerso.

Vediamo allora come puoi fare e le cose a cui porre attenzione per essere più creativi, in ambito lavorativo e non solo.

Cambia prospettiva

La routine è il peggior nemico della creatività e muoversi sempre all'interno di confini stabiliti non aiuta il nostro pensiero creativo ad emergere. Cosa si può fare, allora, per stimolare il processo creativo? La prima cosa è cambiare prospettiva.

Vedere tutto da un'altra angolazione, diversa dalla solita, è sicuramente una buona strategia per fornire alternative differenti da quelle che siamo abituate a considerare. Per fornire soluzioni originali occorre vedere la situazione in un altro modo.

Se vuoi diventare più creativa sul lavoro, innanzitutto devi metterti nei panni di qualcun altro per analizzare situazioni e progetti non in base alle tue esperienze ma secondo quelle degli altri.

Cambiare la prospettiva ti aiuterà a considerare ciò che fino a questo momento avevi sempre trascurato. Ti aiuterà a cambiare il focus del tuo lavoro e a proporre alternative originali.

Ad esempio: se devi risolvere un problema, mettiti nei panni di chi quel problema lo affronta tutti i giorni. Cosa penseresti e cosa chiederesti? Quale potrebbe essere il modo giusto di aiutarti?

A volte per cambiare prospettiva basta mettersi (realmente) nei panni dei propri clienti per comprendere pienamente le loro esigenze.

Esci dalla comfort zone

Cambiare prospettiva significa anche uscire dalla propria comfort zone. Per trovare una soluzione alla quale non avevi mai pensato, occorre muoversi seguendo sentieri che non avevi mai percorso.

Per essere più creativa sul lavoro devi quindi accantonare, ma non dimenticare, la tua precedente esperienza per gettarti a capofitto in un nuovo percorso. Non sarà semplice: uscire dalla propria zona confortevole non è mai facile, ma i risultati non tarderanno ad arrivare.

Spingiti oltre, sii curiosa, chiediti il perché delle cose e indaga per arrivare alla soluzione. Lasciati guidare dal tuo istinto e non avere paura delle nuove sfide.

Concediti tempo per pensare

Se pensi che la creatività sia un interruttore da accendere e spegnere a tuo piacimento, sei sulla strada sbagliata. Alla creatività non bisogna mettere fretta. Potrai pensare a soluzioni alternative tutto il giorno, salvo poi formulare un pensiero creativo quando sarai a cena con gli amici, in un ambiente completamente diverso da quello del tuo ufficio.

Non dannarti se la soluzione creativa tarderà ad arrivare e non ostinarti. Piuttosto fai una pausa, rilassati e concedi a te stessa il tempo giusto per pensare con tranquillità e serenità, senza l'incubo delle scadenze.

Lo stress non è per niente amico del pensiero creativo. Lo è invece un ambiente confortevole e rilassante, in cui accantonare i problemi lavorativi momentaneamente.

Concediti un momento di svago

Concediti un momento di svago per essere più creativa sul lavoro. Nel punto precedente ti ho già detto che lo stress è il peggior nemico del pensiero creativo, quindi il relax è il miglior amico.

Se necessario, lascia anche l'ufficio. Trascorrere alcune ore al di fuori dell'ambiente lavorativo potrebbe aiutarti a stimolare la tua creatività.

Sapevi che in alcune grandi aziende è prevista un'area relax dove i dipendenti possono degustare bevande, distendersi e giocare a calcio balilla? A volte basta staccare completamente da ciò che stiamo facendo per trovare subito un approccio diverso.

Pensa all'esatto contrario

La creatività sul lavoro deriva dalla volontà di affrontare le situazioni in modo diverso dal solito, trovando soluzioni alternative. Devi uscire dalla routine e smettere di pensare nell'esatto modo in cui hai sempre pensato fino a questo momento.

Non sarà una sfida facile ma, soprattutto nel primo periodo, potrai sforzarti pensando esattamente l'opposto. Elabora una soluzione secondo il tuo modo di vedere le cose e poi scrivi su un foglio di carta tutto l'opposto. Inizialmente ti sembrerà di aver messo giù una soluzione paradossale e il risultato di tale esercizio potrebbe addirittura farti sorridere per l'assurdità.

Proprio da questa alternativa però te ne verranno in mente altre, secondo un modo di pensare che non avresti mai considerato in precedenza. Non è detto che tutte le soluzioni derivanti da tale esercizio siano utilizzabili ed efficaci.

A questo punto entrano in gioco due elementi fondamentali ai fini della selezione: il tuo istinto e l'esperienza accumulata nel corso degli anni. Elimina le alternative che ti sembrano assurde e selezionane invece altre da sviluppare.

Riproduzione riservata