galateo del conto, chi paga il ristorante?

Galateo del conto: quando offrire la cena e quando, invece, dividere le spese?

Quando si parla di conto al ristorante la questione si fa sempre un po’ delicata. Può sembrare un’affermazione venale, ma quando ci sono di mezzo i soldi si capiscono tante cose di chi abbiamo davanti.

Il galateo del conto riguarda tutte quelle regole di buona educazione e di stile nel momento in cui, al ristorante, occorre pagare. Chi paga al ristorante? Cosa dice il galateo?

Dopo una bella cena, è discussione piuttosto comune tra i commensali quella sul chi deve pagare. Di solito si tratta di dinamiche molto pacate, in cui qualcuno insiste gentilmente per pagare anche per una parte di cena che non ha consumato pur di fare “alla romana”. Ma come ci si comporta, invece, in situazioni più galanti?

Galateo del conto: a cena con gli amici

Quale modo migliore di chiudere una giornata di studio o di lavoro, se non una bella cena con gli amici? Pizza, sushi, trattoria, quello che ci piace. L’importante è poi rispettare il galateo del conto, il quale afferma che quando si è tra pari, è importante fare “alla romana”. Questo significa dividere il conto in parti uguali, indipendentemente dal fatto che qualcuno ha mangiato di più e qualcun altro invece di meno. Meglio non sottilizzare troppo su queste affermazioni, specialmente se il posto offre piatti dal costo abbastanza equiparabile.

E se un nostro amico è in difficoltà? Se un nostro amico, o una nostra amica, ha difficoltà a pagare perché magari non riesce a trovare lavoro o naviga, in generale, in cattive acque, occorre un minimo di accortezza. Prima di raccogliere le adesioni, è bene tenere conto di questo fatto e cercare, senza tante cerimonie, un ristorante economico che accontenti tutti. Non c’è bisogno di farlo presente, né di dirlo a tutti: se stai organizzando una cena, assicurati che ognuno abbia i mezzi per pagare il conto senza sentirsi a disagio.

Se capita che uno dei nostri amici non abbia contante, o si trovi invece con la carta di credito smagnetizzata, si può dividere il suo conto su tutti gli altri. In alternativa, puoi offrirti di pagare la sua parte, e aspettarti che alla prossima cena ricambi il favore. Oppure ti restituisca la cifra in contanti o utilizzando, magari, Satispay.

Offri la cena a un tuo amico che non vedi da tanto tempo, e fatti promettere di ricambiare il favore come pretesto per poterlo rivedere di nuovo, al più presto.

Galateo del conto: il primo appuntamento

La prima cena insieme è sempre una piccola, straordinaria emozione. La domanda però è più che lecita: chi paga il ristorante? Il galateo del conto si è un po’ modernizzato, in questo senso, ma ama ancora la sua tradizione più antica. In linea generale, è buona educazione che sia l’uomo a farsi avanti e saldare il conto per entrambi.

Non si tratta di sessismo, né di discriminazione: è un gesto elegante ed educato che, quando proviene direttamente da lui, crea subito una certa impressione di interesse, cortesia ed eleganza. Attenzione però: in questa fase del rapporto è molto importante non dare per scontato che sia l’uomo ad offrire, semplicemente perché “dovrebbe”. Questo è il galateo del conto, e non un obbligo vincolante di legge! Ciò significa che se lui non fa cenno di voler pagare per entrambi, puoi fare due cose: la prima è mostrare interesse nei suoi confronti, e offrirti di pagare tu l’intero conto. In secondo luogo puoi decidere di richiedere il conto alla romana, e dividerlo in parti uguali.

E se lui paga tutto? Se l’uomo rispetta il galateo del conto, e mostra la cortesia di pagare il ristorante, assicurati di ricambiare il gesto alla prossima cena. Prendi tu l’iniziativa e metti in chiaro le cose: hai assolutamente intenzione di ricambiare il favore. In generale, è sempre buona norma pagare un po’ per uno, anche se la relazione va avanti da un po’ di tempo.

Non sentirti vincolata alle vecchie tradizioni. Se durante una breve frequentazione qualcuno che non ti interessa si offre di pagarti il conto, e tu non desideri rivederlo, insisti per pagare la tua parte. Un regalo non si rifiuta, è vero, ma è sempre meglio non lasciare sospesi.

Galateo del conto: i pranzi di lavoro

Capita spesso si ritrovarsi a un pranzo o una cena di lavoro, e in questo caso è buona norma che a pagare sia esclusivamente colui che estende l’invito. Evita di pagare in banconote, e se possibile adopera sempre la carta di credito. Meglio evitare discussioni davanti ai capi, specie in materia di denaro.

Se si tratta di una cena tra colleghi di lavoro, invece, si può fare tranquillamente alla romana e vivere un’esperienza del tutto informale, come si fosse tra amici.

Il momento del conto non dovrebbe mai essere fonte di preoccupazioni o pensieri. Sentiti libera di accettare una cena offerta, anche da un buon amico che non vedi da tanto tempo, e di ricambiare il favore non appena possibile.

Riproduzione riservata