datti allo yoga

DATTI ALLO YOGA

Kristin McGees è una personal trainer americana che sta spopolando con il suo metodo per tonificarsi e combattere la cellulite grazie allo yoga. Suggerisce tre posizioni, da fare tutti i giorni. Per eseguirle nel modo più corretto puoi cercarle nell’elenco delle asana che trovi su: yogajournal.it.

L’aquila
In piedi, piega leggermente le ginocchia e accavalla la coscia destra sopra la sinistra. Se riesci, aggancia il piede destro dietro al polpaccio sinistro. Incrocia allo stesso modo le braccia, portando a contatto i palmi delle mani. Mantieni la posizione da 5 a 8 respiri, poi ripeti sull’altro lato.

La tavola inclinata
Seduta con le gambe tese, appoggia le mani a terra all’altezza delle spalle con le dita rivolte in avanti. Solleva i fianchi mantenendo il corpo allineato. Tieni la posizione per 5-8 respiri, poi riabbassati e ripeti ancora una volta.

La candela
Sdraiata a terra, piega le ginocchia e porta le gambe ben tese dietro la testa. Quindi, aiutandoti con la mani ai fianchi, solleva le gambe verso il soffitto e mantieni l’equilibrio puntando a terra i gomiti. Rimani così per 8-10 respiri.

In forma per l’estate: combattere la cellulite

Agisci su più fronti per contrastare cuscinetti e pelle a buccia d'arancia

Vuoi liberarti di chili in più, ritenzione, cuscinetti o piccoli difetti? Individua il bersaglio e scegli il piano d’azione mirato. I risultati arriveranno in tempo per la prova costume

Affidati ai macchinari tecno

Tra i trattamenti novità, nei centri estetici puoi provare Lift-Shape System (novaestetyc.it). Si tratta di un apparecchio a radiofrequenza dotato di quattro manipoli da passare sulle zone critiche. Le onde emesse provocano un riscaldamento in profondità delle cellule di grasso che si svuotano e si rimpiccioliscono. Per risultati apprezzabili, però, occorrono almeno 6 sedute (100 euro l’una).

Se sei affezionata ai metodi tradizionali, invece, MBE Maya Beauty Engineering propone la carbossiterapia in versione dolce. Si effettua dal medico estetico e consiste in microiniezioni localizzate di anidride carbonica. L’apparecchio è dotato di un software che controlla velocità di emissione e temperatura del gas, assicurando un trattamento del tutto indolore. Gli effetti? L’anidride carbonica stimola il microcircolo e rompe le membrane delle cellule adipose, favorendo lo smaltimento dei grassi. In genere si consigliano 5-10 sedute. Il prezzo è intorno agli 80 euro l’una (mbemedicale.it).

Metti così la crema anticellulite

Dopo averla fatta assorbire con una leggera frizione circolare, passa le dita delle mani a “rastrello” sulle gambe, dal basso verso l’altro. Poi soffermati sui punti critici, come la culotte de cheval e procedi sollevando la pelle dai tessuti sottostanti con il pollice e l’indice e massaggiandola tra le dita. Questa manovra di scollamento favorisce gli scambi tra gli strati dell’epidermide e attiva la microcircolazione. Termina passando in modo energico e circolare le mani con i palmi aperti. Una volta concluso il massaggio, resta a gambe sollevate per 15 minuti.

Punta sulla curcuma

C’è una spezia dal colore dorato e dal sapore un po’ amarognolo che ti aiuta a ridurre la buccia d’arancia. «La curcuma, come hanno dimostrato diversi studi, riduce l’assorbimento degli zuccheri, dà una scossa al metabolismo e favorisce l’eliminazione di ristagni e tossine che fissano il grasso alle cellule» spiega Barbara Borzaga, nutrizionista.

Come usarla? Te ne servono uno-due cucchiaini al giorno. Puoi aggiungerla alle zuppe di verdure, al pesce, alle patate, ai ragù vegetali e persino allo yogurt e al tè. Ricorda che i principi attivi presenti nella curcuma tendono a degradarsi con la cottura: metti la spezia solo all’ultimo momento. Inoltre, per assimilarla meglio, è consigliabile associarla a un pizzico di pepe o a un grasso “buono” come l’olio extravergine di oliva.

Prova l'endermologie express

Sei sempre di corsa e non hai tempo per trattamenti lunghi? Oggi c’è una soluzione efficace e veloce: il Lipomassage™ Cellulite che dura solo 15 minuti. Come per il classico Lpg, si utilizza un apparecchio dotato di piccoli rulli motorizzati e di un sistema di aspirazione. Si produce così un massaggio molto profondo, un vero e proprio scollamento dei tessuti, soprattutto degli strati adiposi, che si disgregano più facilmente.

Già dalla prima seduta la pelle appare compatta; dopo 6 si osserva il rimodellamento delle zone colpite dalla buccia d’arancia. Il prezzo per ogni seduta è di 2 euro circa al minuto. Per trovare un centro vicino a te, vai su lpgitalia.com/centers/.

 

a cura di Marta Bonini e Alberta Pianon
testi di Laura D'Orsi e Annalisa Piersigilli
ha collaborato Alice Capiaghi

Riproduzione riservata