stanza ordinata

Disordinate croniche? 10 trucchi per cambiare

Una casa in ordine è il sogno di molte ma anche l’incubo delle disordinate croniche. Ecco qualche trucco per non lasciare troppa roba in giro

Essere disordinate è un difetto comune a molte persone e se combattere quella che è un’indole personale a volte può risultare una battaglia persa in partenza, esistono comunque alcune strategie che è possibile applicare, in modo da limitare i danni il più possibile. Questo vale per tutti gli spazi ma soprattutto per la casa.

Imparare a gestirla in modo più metodico e consapevole farà sì che il disordine diminuisca. All’inizio può non essere semplice, ma se ci riuscirai sarà talmente appagante il risultato, da indurti a non volerlo rovinare ma a mantenere questa buona abitudine costante nel tempo.

Ecco quindi qualche consiglio per evitare di disseminare tutta la tua roba in giro per la casa.

Fai decluttering

Fermare un processo prima che inizi è il modo più semplice per assicurarsi che non si verifichi più. Per evitare che disordine e accumulo seriale di oggetti prendano il sopravvento, quindi, si deve partire dalla base, ovvero dal decluttering.

Apri il tuo armadio ed elimina tutto il superfluo. Dopo averlo fatto però, poni un freno anche allo shopping compulsivo, all’acquisto di prodotti in sconto che a prezzo pieno non avresti mai comprato, ai mobili salvati dai mercatini e a tutto ciò che non ti serve o che non ami.

Smista la posta abitualmente

Fortunatamente grazie alla tecnologia, oggi l’uso della carta si è notevolmente ridotto. Impossibile però, almeno per ora, arrivare al consumo zero. Per evitare di accumulare pile di carta in casa, il consiglio primario è di non trascurare la posta ma leggerla con costanza, buttare il superfluo e tenere solo quello che serve, conservandolo con cura in carpette ben riposte.

Dona quello che non usi più

Tutte abbiamo nell’armadio vestiti che non mettiamo più o addirittura che non abbiamo mai indossato, perché figli di un acquisti sbagliati.

Invece di tenerli lì ad occupare spazio inutile, è arrivato il momento di liberarsene. Se sono in buono stato però, buttarli è un peccato, molto meglio donarli a un’amica alla quale starebbero benissimo o a un ente di beneficenza. In questo modo avrai guadagnato spazio e fatto contemporaneamente una buona azione.

Compra solo ciò che ti serve realmente

Se stai acquistando articoli per la casa, chiediti sempre quali realmente userai.

Inutile accaparrarsi un servizio di piatti da 24 persone se fai cene con ospiti molto raramente e per poche persone, finiresti per non usarlo mai.

Pensa invece a quali siano le tue reali abitudini nelle diverse stanze della casa e muoviti di conseguenza, risparmierai tempo, spazio e denaro preziosi.

Applica la regola One In, One Out

Hai mai sentito parlare di questa tecnica? Sostanzialmente consiste nell’eliminare un oggetto, spesso un vestito ma non solo, ogni volta che se ne acquista uno nuovo. In questo modo si può mantenere l’equilibrio numerico di ciò che è presente in casa, senza tarpare del tutto la voglia di shopping e di novità.

Limita l’uso dei contenitori

Dividere le cose in scatole separate è una buona idea per mantenere l’ordine e trovare ogni oggetto facilmente nel momento del bisogno. L’importante però è non esagerare. Altrimenti il rischio è esattamente quello di ottenere l’effetto contrario, ovvero finire sommerse in una montagna di scatole tra le quali farsi largo, e complicarsi ulteriormente la vita.

Prima di comprare contenitori di ogni forma e genere, quindi, sfrutta gli spazi già esistenti nei cassetti e sugli scaffali.

Mantieni alcune zone di disordine

L’ordine è ben accetto, certo, ma questo non significa che devi trasformare la tua casa in uno showroom e bandire ogni oggetto poco utile.

Assicurati solo di limitarne la presenza e di relegarla ad angoli della casa che non diano fastidio all’armonia generale e alla funzionalità complessiva.

Trova la giusta collocazione alle cose

A volte a creare la sensazione di disordine è semplicemente una disposizione errata degli oggetti nella stanza.

Cerca di capire in quali punti stiano bene libri, scarpe, bicchieri, e tutto ciò che hai in bella mostra, e dedica ad ogni cosa una zona precisa. Fallo anche con oggetti più piccoli che difficilmente hanno una collocazione ben precisa, come il telecomando o penne e matite.

Alla fine, anche se non avrai buttato nulla, tutto ai tuoi occhi sembrerà più armonico.

Definisci il tuo stile

Sapere cosa ti si addica e cosa no aiuta a limitare il numero di cose che porti a casa.

A volte, la differenza tra un minimalista e un accumulatore di disordine è semplicemente la capacità di dire: «Mi piace, ma non mi rappresenta, quindi non lo compro». Al prossimo giro di shopping, quindi, ricordati di questa dritta.

Non riordinare senza pensare

A volte il decluttering si rivela una perdita di tempo perché viene considerato solo un modo per eliminare le cose in fretta e furia.

Se lo affronti con questo spirito però, presto ti ritroverai al punto di partenza. Fare realmente decluttering significa riordinare prendendo una decisione su ogni oggetto, in merito ai motivi per tenerlo o buttarlo.

Riproduzione riservata