1/7 – Introduzione

All’interno della propria abitazione è sempre piacevole vedere un po’ di verde, ed è quindi indispensabile inserire delle belle piante da arredamento da curare e da rendere vive e lucenti grazie alla giusta cura. La nebulizzazione è una delle cose più utili da fare per evitare che le piante possano seccare o ammalarsi, ed è proprio per questo motivo che diventa fondamentale capire come e perché nebulizzare nel modo giusto, senza commettere banali errori. Per scoprire quali piante occorre nebulizzare, quali no e come effettuare questa operazione, ecco come procedere.

2/7 Occorrente

  • Nebulizzatore
  • Spruzzino
  • Acqua piovana
  • Acqua demineralizzata

3/7 – Usare gli strumenti giusti

Per effettuare una corretta nebulizzazione e non rischiare di far fuoriuscire l’acqua da tutte le parti o di bagnare la terra in modo eccessivo, dovrete sempre usare uno spruzzino in grado di diffondere le goccioline d’acqua in maniera graduale, con uno spruzzo delicato. È poi indispensabile utilizzare acqua piovana o acqua demineralizzata per non creare l’effetto foglia sporca ed evitare che su ogni foglia rimanga l’alone bianco di un’acqua piena di calcare. Gli strumenti devono essere quindi solo quelli adatti per non arrecare danno alle piante.

4/7 – Bagnare solo le foglie

È importante capire che non tutte le piante da interno o da arredamento vanno nebulizzate, poiché si corre il rischio di farle seccare per l’eccesso di acqua. Se avete delle piante come le felci o comunque piante similari, in grado di resistere ad un ambiente poco umido, dovete iniziare la nebulizzazione dalle foglie. Evitate di nebulizzare le piante grasse, perché non necessitano di una nebulizzazione giornaliera. Anche le piante ricoperte da una sorta di strato di peluria, non amano molto l’eccesso d’acqua, quindi evitate la nebulizzazione. Spruzzate con delicatezza pochissima acqua piovana sulle foglie ed evitate che l’acqua scoli da ogni foglia. Deve sempre essere effettuato uno spruzzo molto leggero.

5/7 – Evitare di bagnare i fiori

La nebulizzazione delle piante deve avvenire un paio di volte a settimana. Una delle cose che molti dimenticano, è sicuramente la cura dei fiori delle piante da interno. La nebulizzazione infatti, non è necessaria per i fiori, perché potrebbero marcire o comunque non crescere bene e rovinare in maniera irreversibile la pianta. Molte piante non hanno alcuna fioritura, quindi è possibile procedere tranquillamente alla costante nebulizzazione senza evitare parti più o meno sensibili. La nebulizzazione inoltre, deve essere effettuata solo la mattina quando non picchia il sole perché le piante potrebbero marcire.

6/7 Guarda il video

7/7 Consigli

  • Evitare di bagnare i fiori
  • Non usare acqua ricca di calcare
  • Non nebulizzare le piante grasse

Alcuni link che potrebbero esserti utili