Come arredare e rendere funzionale l’angolo lavanderia? È forse una delle parti più importanti della casa, ma appare costantemente disorganizzato. Il design passa anche per le piccole cose: non è affatto necessario avere un’abitazione spaziosa per dedicare alla lavanderia delle attenzioni in più. In realtà, ci sono due costanti nell’arredo: l’originalità e la creatività.

Durante la fase di restyling della lavanderia, considera naturalmente le dimensioni, ma sfrutta il cosiddetto pensiero laterale: lo spazio si può sempre trovare, soprattutto con i mobili in altezza, una scelta moderna e di grande stile. Dispenseremo cinque consigli (e posti) per rendere l’angolo lavanderia funzionale, senza spendere troppo. Le idee migliori da sfruttare, tra riciclo e stili moderni.

Angolo lavanderia in bagno

Sono tante le donne che scelgono di realizzare il proprio angolo lavanderia in bagno. In effetti, è forse la decisione migliore, in particolare se lo spazio in casa manca e non c’è una stanza da adibire a lavanderia. In questo caso va sottolineato che tutto deve apparire in ordine e avere un senso logico. Significa trovare un compromesso estetico, ma anche pratico, senza che gli elettrodomestici saltino troppo all’occhio.

Uno spunto utile è il classico mobile a scomparsa o armadietto in cui riporre la lavanderia, oltre che l’eventuale asse da stiro. I detersivi possono essere inseriti all’interno dell’armadio, cosicché non siano confusi con i prodotti di bellezza in bagno. Scegli infine una cesta che si abbina con lo stile della stanza: moderna, minimal o shabby chic. O punta al riciclo creativo, un grande classico del periodo.

Angolo lavanderia in corridoio

Oltre al bagno, c’è un’altra zona della casa che può essere facilmente adibita a lavanderia: il corridoio! In questo caso si dovrebbe optare per un comodissimo armadio a muro, in modo tale che l’angolo non sia alla vista degli ospiti. È una soluzione semplice e funzionale, ma soprattutto economica e ideale per chi non ha tantissimo spazio in casa.

Dal punto di vista estetico, non darà il minimo problema, dal momento in cui lavatrice e asse da stiro saranno incastonati nell’armadio. Dovrai utilizzare gli elettrodomestici solo all’occorrenza. Opta per mensole e scaffali per quanto concerne l’abbellimento, così come cesti di design. Solitamente, il ferro da stiro può essere conservato nell’armadio: in alternativa, in posizione verticale (e comunque richiede pochissimo spazio).

Zona lavanderia in ripostiglio

Quando si pensa alla zona lavanderia, sovviene spesso alla mente il classico angolo all’americana, che tuttavia si può realizzare unicamente se si ha un ripostiglio in casa. Ne hai uno? Allora è la soluzione che stavi aspettando, perché potrai sbizzarrirti e abbellire lo spazio nel modo migliore. Anche se piccoli, i ripostigli delle abitazioni italiane si prestano molto bene alla lavanderia.

Oltre a essere utile per conservare le provviste, dovrai fare attenzione a suddividere bene le zone nel caso. Inoltre, è fondamentale aggiungere quel tocco di colore con decori irrinunciabili: ceste colorate, mensole e piantine. Un prezioso consiglio che ti diamo è di investire su un’illuminazione moderna o minimal: i faretti sarebbero un’opzione decisamente elegante e raffinata. Per quanto riguarda le tonalità, punta ai colori chiari o pastello.

Zona lavanderia in cucina

Nella maggior parte delle cucine è prevista una predisposizione per la lavanderia. È tra le opzioni più diffuse e anche di classe, in particolare se si investe sul giusto mobilio. L’estrema funzionalità della tua cucina, oltretutto, farà sì che l’angolo lavanderia non risulti sgradevole nel complesso. Si può optare per una semplice tendina per nascondere l’elettrodomestico.

Se hai una cucina in stile shabby chic, è davvero un’idea carina: una tendina a fiori o sui toni dei colori pastello, per ravvivare e dare quel tocco di luce e sfumatura in più (che non guasta mai). In alternativa, esistono delle soluzioni in commercio per nascondere la lavatrice all’interno dell’arredo della cucina stessa: non costano molto e sono super funzionali. Il risultato finale sarà smart.

Angolo lavanderia in altezza

Ne è passato di tempo da quando le lavanderie venivano relegate in garage o cantina, lontane da occhi indiscreti. Al giorno d’oggi, il design ha saputo reinventare questo angolo di casa, rendendolo bello, funzionale e addirittura elegante. Tra le proposte migliori da considerare per abbellire la zona, non si possono non citare i mobili in altezza, un trucchetto strategico per chi necessita di maggiore spazio.

Nel caso in cui fosse disponibile un vano indipendente, si potrebbe adibire a lavanderia, valutando l’integrazione di un sistema di asciugatura. In genere, l’angolo lavanderia in altezza è una soluzione invisibile e sempre gradita: l’armadio lavanderia chiuso è un grande classico da scegliere, i cui costi sono addirittura contenuti.

Come sempre, vale un consiglio fondamentale per l’arredo: sii creativa. Pensa in modo strutturale e funzionale, aggiungi il tuo tocco e non ingombrare eccessivamente gli ambienti. Less is more, e nell’arredamento non poteva esserci un altro motto migliore, dal momento in cui non possiamo eccedere con suppellettili e decori, ma puntare alla funzionalità.