Come realizzare un copridivano con fiocchi

1/5 – Introduzione

Il divano è l’elemento di arredo più vissuto in assoluto. Sul divano si trascorrono momenti di puro relax, in solitudine oppure in compagnia. Per questo motivo è fondamentale proteggerlo con un copridivano. Quest’ultimo è utile anche per cambiare lo stile dell’ambiente in cui è inserito. A volte è difficile trovare il copridivano giusto visto la vasta gamma di divani che sono in commercio. L’ideale è realizzarne uno con il metodo fai da te; basta solo un po’ di pazienza e tanta fantasia. L’obiettivo di questa breve guida è quello di dare alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come realizzare un copridivano con fiocchi.

2/5 Occorrente

  • Tessuto
  • Ago
  • Filo
  • Forbici
  • Macchina da cucire

3/5 – Misure

La prima cosa da fare è quella di prendere le misure del proprio divano; i cuscini vanno lasciati al loro posto. Per la cucitura del rettangolo maggiore bisogna prendere la misura della lunghezza, della larghezza dello schienale e la seduta, in una sola volta. Per effettuare questa operazione bisogna partire dal retro del divano ed arrivare fino alla zona sottostante la seduta. Per i braccioli del divano bisogna misurare la larghezza e la lunghezza della parte laterale. Si deve partire da terra ed arrivare fino al punto in cui si uniscono i braccioli. È consigliabile abbondare con le misure di circa 10 cm per evitare possibili inconvenienti.

4/5 – Stoffa

Dopo aver completato l’operazione più noiosa bisogna scegliere la stoffa per coprire il divano. Generalmente nei negozi di tessuti si possono trovare scampoli di stoffa di ogni tipo. Essi sono ideali per rivestire il divano. Si può decidere di utilizzare un tessuto di lino, canapa oppure cotone grezzo se si vuole fare un rivestimento chic da sfoggiare in presenza di ospiti. In alternativa si può optare per un tessuto damascato oppure broccato. I colori e le fantasie dipendono esclusivamente dallo stile personale e da quello del salotto. Se il salotto è moderno si consigliano le tinte neutre (avorio, avana, ecc.). I colori caldi (arancio, rosso) invece sono preferibili quando si vuole ravvivare l’ambiente.

5/5 – Cuciture

A questo punto bisogna cucire il tessuto, dopo aver tagliato 3 rettangoli della giusta dimensione. Per la cucitura bisogna utilizzare ago, filo e macchina da cucire. Per dare un po’ di movimento al divano si possono aggiungere dei bordi a contrasto. Con il tessuto chiaro è opportuno creare un bordo di tonalità scura, viceversa se è scuro il bordo deve essere di una tonalità chiara. Successivamente con la stoffa avanzata si realizzano dei fiocchi. Questi ultimi vanno sistemati sullo schienale, sulla seduta e sui braccioli. In questo modo si realizza un rivestimento elegante ed allo stesso tempo scenografico.

Alcuni link che potrebbero esserti utili

Riproduzione riservata