Risparmiare in viaggio? Si può, con i nostri 10 consigli

Credits: Volagratis

Ecco 10 consigli utili per risparmiare viaggiando e partire sereni!

Chi non vorrebbe poter viaggiare di più e, magari, senza restrizioni né, tantomeno, limiti economici? Spesso però le bollette sembrano infinite e le spese aumentano di giorno in giorno, limitando il budget a disposizione per i viaggi. Bisogna però sfatare il mito che per viaggiare si ha bisogno di somme ingenti. Sì, certo… lo sforzo sarebbe nettamente inferiore, ma con un po’ di impegno, si può programmare il viaggio dei propri sogni stando dentro ai limiti. L’importante è avere qualche accortezza per risparmiare.

Ovviamente bisogna lasciare stare le agenzie viaggio e tour operator e organizzare tutto da soli. Serve un po’ di impegno ma la soddisfazione finale sarà impagabile.

Ecco 10 consigli che aiutano a spendere meno e viaggiare in serenità.

1. Prendersi per tempo

Per prenotare le vacanze estive il tempismo è tutto! Se in pieno inverno si sognano spiagge bianche, palme e cocktail da sorseggiare sulla spiaggia abbandonando amici e parenti al freddo e al gelo, bisognerebbe invece vederci lungo e spostare la prospettiva un po’ più in là. Gli italiani che prenotano in anticipo le ferie estive arrivano a risparmiare in media il 40%, soprattutto se la destinazione coincide con una delle mete più gettonate. Quindi è consigliabile abbandonare la cattiva abitudine di prenotare solo qualche mese prima della partenza perché non sarebbe sufficiente per accaparrarsi le tariffe migliori.

2. Le mete più economiche

Volagratis.com svela la classifica delle mete italiane e straniere in cui si risparmia maggiormente, ovviamente prenotando in anticipo, già da maggio. Scegliendo di andare in Puglia, atterrando a Bari o Brindisi, si può arrivare a risparmiare fino al 28% sia sul volo che sull’hotel, molto vicino Napoli (26%) per scoprire scorci incantevoli ma concedendosi anche qualche golosità! Restando sul buon cibo perché non la Sicilia? Prenotando per tempo si può arrivare a Catania o Palermo per vivere il mare senza rinunciare a un’accoglienza cittadina che fa sentire subito a casa. In questo caso si può risparmiare il 22%; poco sotto, con il 20% Roma. La Sardegna è invece un po’ meno incline al risparmio, anche prendendosi per tempo ma comunque con un 8% in meno si può tranquillamente mettere qualcosa da parte magari per concedersi una cenetta di pesce in più tra spiagge, scogliere, calette nascoste e mare cristallino. Per chi ha invece voglia di lasciare l’Italia per qualche meta estera… la prima in classifica è la Grecia, per tuffarsi nella culla della civiltà senza rinunciare alle sue spiagge suggestive. Tra volo e hotel si può risparmiare fino al 40%.

Anche le Fiandre sono perfette per chi ama l’arte. Bruges, Bruxelles… acquistando in anticipo si può risparmiare fino al 40% sulla tariffa proposta invece ad agosto. Le Baleari uniscono mare e movida notturna: che sia Ibiza o Maiorca, si può risparmiare fino al 30%. Le Maldive (ebbene sì!) con una barriera corallina incantevole, si può raggiungere con un risparmio del 30%. E il sogno di passare le vacanze  New York? Tutto è possibile! Se si sceglie per tempo, la si può raggiungere risparmiando il 21% su volo e hotel.

3. Scegliere il periodo meno affollato

Non tutti possono scegliere, questo è vero. Spesso e volentieri le aziende “impongono” una chiusura estiva lasciando ben poca scelta su quando partire. Ma, se si è fortunate e si ha un po’ di libertà, allora è meglio evitare il mese di agosto o il periodo a cavallo, optando invece per giugno, inizi di luglio o, ancora meglio, settembre. Altrimenti, se agosto deve essere, si può andare in qualche città europea meno trafficata in questo periodo dai viaggi d’affari rendendole invece un’ottima opportunità per risparmiare qualche soldo. Via libera quindi a Londra, Parigi, Madrid o Berlino!

4. I voli aerei

Se si sceglie una compagnia diversa per l’andata e il ritorno, spesso si può arrivare a risparmiare qualcosina. Tramite i siti di prenotazione dei voli, si può visionare e scegliere la combinazione migliore e, accettando anche un orario un po’ scomodo, le opportunità certamente non mancano. I famosi motori di ricerca di viaggio permettono infatti di trovare soluzioni economiche e super vantaggiose. Da tenere a mente, inoltre, che la flessibilità premia sempre.

5. Pacchetto vacanza

Spesso è consigliabile prenotare in un colpo solo volo, hotel e anche l’eventuale macchina a noleggio. In questo modo si potrà risparmiare fino al 30% sul prezzo totale sempre, ovviamente, attraverso i siti specializzati in prenotazioni online.

6. Gli scali

La comodità non ha prezzo… nel vero senso della parola. Se non si ha particolarmente fretta di arrivare a destinazione (o di tornare a casa) è bene preferire uno scalo rispetto al volo diretto. In questo modo si potrà risparmiare qualcosa anche se a scapito della comodità. Ma non ci si dovrebbe fermare qui. Scegliere infatti anche l’aeroporto più distante dalla città di partenza o di arrivo (nel caso che ce ne siano più di uno) a volte porta un bel po’ di risparmio.

7. Cambiare giorno

Prendere un giorno di ferie in più, anticipando o posticipando la partenza e/o il ritorno a volte può essere utile per spendere meno. I fine settimana sono i più gettonati e, quindi, anche i più cari. Se possibile, è meglio partire infra settimana per trovare le tariffe più convenienti sia per i voli che per gli hotel.

8. Informazioni sui locali

Hotel e ristoranti turistici saranno anche belli e magari si riesce a trovare quel piatto di pasta tanto agognato… ma non sempre risulta una scelta conveniente. Meglio invece chiedere a qualche abitante del posto per farsi consigliare un posto economico (oltre che buono!) per mangiare e anche per dormire. Da evitare quindi le grandi catene preferendo invece uscire dalle vie più turistiche per quelle più defilate e frequentate dagli abitanti del posto. Oltre che essere più a buon mercato, si potranno assaggiare i veri piatti locali. Si può anche sperimentare il social eating, prenotando una cena a casa di qualcuno che condividerà volentieri la propria tavola e cucinerà i piatti forti.

9. Scegliere un appartamento invece che un hotel

Gli hotel sono comodi, si sa. Non c’è bisogno di rifare i letti, di cucinare, di sistemare il bagno… ma sono anche decisamente più cari rispetto a un appartamento dove, peraltro, si ha anche più libertà. Inoltre il prezzo risulta essere di grande attrattività, soprattutto se ci si ferma più di qualche giorno. Per i più avventurosi ci sono anche soluzioni in cui si può condividere lo stesso appartamento con più inquilini o il couchsurfing, un servizio gratuito di scambio di ospitalità e servizio di rete sociale. Inoltre molti proprietari, dovendosi assentare dalle loro proprietà per andare a loro volta in vacanza, non si fidano a lasciare la propria casa incustodita. Ecco che l’house sitter si può tranquillamente installare nell’appartamento (o, per i più fortunati, in una casa o villa) gratuitamente occupandosi di piante ed eventuali animali domestici.

10. Contrattare

Dipende ovviamente da dove ci si trova ma, ove la contrattazione faccia parte della cultura del luogo (come ad esempio nel Sud-Est asiatico) è consigliabile contrattare sui prezzi. Ecco quindi che l’acquisto di souvenir, giri in tuk-tuk o anche i pasti (perché no!) prendono tutta un’altra sfaccettatura. Il divertimento è inoltre assicurato.



  • 1 10
    Credits: Volagratis
  • 2 10
    Credits: Volagratis
    Napoli
  • 3 10
    Credits: Volagratis
    Sardegna
  • 4 10
    Credits: Volagratis
  • 5 10
    Credits: Volagratis
  • 6 10
    Credits: Volagratis
    Maldive
  • 7 10
    Credits: Volagratis
    Fiandre - Bruxelles
  • 8 10
    Credits: Volagratis
    Grecia
  • 9 10
    Credits: Volagratis
    Sicilia - Palermo
  • 10 10
    Credits: Volagratis
    New York
Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te