Le proteine che fanno bene al tuo bambino

  • 1 5
    Credits: Olycom

    Le proteine sono parte integrante di un programma alimentare equilibrato e completo. Soprattutto per i bambini in fase di crescita. Fino a non molto tempo fa, si assisteva a un consumo quasi indiscriminato di proteine di origine animale sin dalla fase di svezzamento: carne tutti i giorni e più volte al giorno, spesso rossa e, non di rado, lavorata (salumi, carne in scatola).

    Le linee guida attuali sulla nutrizione del bambino sono, invece, orientate su una riduzione dell'apporto di carni (soprattutto rosse) a favore di un maggior consumo di proteine vegetali come, per esempio, legumi abbinati ai cereali e di pesce.

    Le proteine di origine animale (uova, latte, carne, pesce) sono definite complete poiché contengono tutti gli aminoacidi essenziali e non vanno consumate insieme. Le proteine di origine vegetale (legumi, soia, cereali) sono, invece, dette incomplete perché carenti di uno o più aminoacidi essenziali e, quindi, necessitano di essere abbinate tra loro (legumi più cereali).

  • 2 5
    Credits: Olycom

    Quante proteine

    Le proteine dovrebbero fornire il 12% delle calorie totali giornaliere, con un rapporto di uno a uno tra proteine vegetali e proteine animali durante l'infanzia.

    Per quanto riguarda il consumo di carne, gli esperti in nutrizione invitano a prediligere carni bianche (magre) evitando di proporre ai bambini carni lavorate come quelle in scatola o come i salumi o, ancora, i wurstel.

    Anche il metodo di cottura è importante: meglio optare per la cottura a vapore al forno, evitando fritture o condimenti ricchi di grassi saturi (oli "misti", burro).

  • 3 5
    Credits: Olycom

    Il pesce, quante proprietà

    Tra le proteine più indicate per l'alimentazione dei bambini, non può mancare il pesce. Spesso non molto apprezzato dai più piccoli, il pesce va comunque proposto più volte alla settimana ed è parte integrante dei menu scolastici.

    Le varietà da preferire sono il merluzzo, la platessa, il pesce azzurro di piccola taglia (alici) e, se al bambino piace solo il tonno, quello a pinna gialla (più piccolo e a minor rischio di contaminazione di metalli come il mercurio).

    Non sono pochi i bambini che mangiano soltanto pesce a forma di bastoncini, stelline...Questo tipo di alimenti è contemplato in una dieta varia e corretta, purché si presti attenzione a non esagerare e si prediligano le cotture al forno e gratinate (evitando di friggere due volte il prodotto).

  • 4 5
    Credits: Olycom

    Cereali e legumi

    Le proteine vegetali non devono mai mancare nella dieta del bambino, anche più volte alla settimana.

    Si tratta di proteine incomplete, che vanno abbinate tra loro. Ciò significa che, per fare il pieno di aminoacidi, non basterà un piatto di lenticchie o di ceci da soli. Ma sarà necessario abbinare il legume ai cereali. Meglio ancora se questi ultimi sono integri e in chicco (avena, farro, riso integrale, bulgur, miglio).

    Tra le varietà di cereali più proteiche, troviamo la quinoa: una valida alternativa al riso bianco, digeribile sì ma con un indice glicemico elevatissimo.

  • 5 5
    Credits: Olycom

    Un burger sano

    I bambini, si sa, adorano i fast food e gli hamburger. Questi ultimi, se realizzati con carne di qualità, non sono vietati ma vanno riservati a rare occasioni. Per tutti gli altri giorni in cui i piccoli esprimono un'incontenibile voglia di fast food, è possibile realizzare ottimi burger vegetali a casa, da infilare nel panino (magari integrale) insieme a un pizzico di ketchup.

    Preparare a casa un burger vegetale è semplice, basta avere a disposizione un frullatore. È importante abbinare sempre i legumi ai cereali. Ecco qualche spunto: ceci e miglio, quinoa e piselli, fagioli cannellini e cous cous. Se l'impasto non "tiene", si può aggiungere un pizzico di farina di ceci per asciugarlo e renderlo più compatto.

    Una volta preparato il burger, si cuoce su una piastra, in padella o direttamente in forno con le patate.

/5

Quante e quali proteine introdurre nell'alimentazione del bambino. Per crescere bene, in tutta salute

Le proteine sono uno dei nutrienti fondamentali per l'alimentazione corretta di adulti e bambini. In fase di crescita, il giusto apporto proteico permette ai muscoli di svilupparsi e al cervello di mantenersi in salute. Fino a non molto tempo fa, però, si assisteva a un consumo esagerato di proteine di origine animale in età infantile: carne tutti i giorni e, addirittura, più volte al giorno, salumi, formaggi grassi...Oggi le linee guida sulla nutrizione del bambino, invitano a un consumo decisamente più moderato di proteine animali (soprattutto se provenienti da carni lavorate) in favore di un apporto proteico che comprenda anche le fonti vegetali (soprattutto, i legumi)

Riproduzione riservata
Stampa
Scelti per te